Logo Kel 12 Cultura del viaggio

AVVENTURA E CULTURA IN KARELIA

RUSSIA

icona orologio 7 GIORNI
minimo 8 massimo 16 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2019

  • Dal   23  febbraio    al   1  marzo  
  • Dal   16  marzo    al   22  marzo  
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

San Pietroburgo e Petrozavodsk. Il lago Onega e il villaggio tradizionale di Kinerma. Le chiese in legno di Kizhi e il Cremlino di Velikij Novgorod, entrambi Patrimoni Unesco. Un viaggio di fine inverno in Karelia, per secoli contesa da Russia e Finlandia e tuttora divisa tra i due Paesi. Un’area sconfinata e quasi disabitata, ricca di boschi e laghi, riserve e cascate. Tra le tappe, l’isola di Kizhi, non semplice da raggiungere in questa stagione. Un’occasione per - continua -

A PARTIRE DA: 2.900 €


ITINERARIO

Partenza da Milano Malpensa con volo di linea per San Pietroburgo.
All’arrivo incontro con la guida locale, trasferimento in città e sistemazione in hotel.

Cena e pernottamento.

 

San Pietroburgo è una città simbolo, ricca di storia e arte, un luogo magico, quasi sospeso nel tempo. Una città mito. Costruita in una landa desolata in mezzo a ghiacci e paludi, San Pietroburgo è diventata centro culturale di primissimo piano per la sua posizione geografica, ai confini tra oriente e occidente. Fu la dimora degli zar e la città dove esplose la grande stagione della letteratura russa, da Gogol a Dostoevskij, ma dove avvenne anche la grande dichiarazione d'amore per l'Europa di Pietro I. Fu anche teatro di avvenimenti tragici e sanguinosi: dalla rivoluzione leninista del 1917, che la trasformò in Leningrado, all'assedio da parte dell'esercito tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale.

La mattinata sarà dedicata ad un giro panoramico della città che incanta con la sua atmosfera, i magnifici palazzi e le chiese: la Cattedrale di S. Isacco, la Fortezza dei SS. Pietro e Paolo, la Piazza del Palazzo…Il cuore di San Pietroburgo è la zona retrostante il Palazzo d’Inverno e l’Ammiragliato, sulla sponda meridionale del fiume Neva, e la sua arteria principale è la Prospettiva Nevskij, di cui Gogol scriveva: “è il punto universale di confluenza di Pietroburgo”. Non mancherà inoltre una breve sosta al Museo Zoologico per la visita della sala dei mammut: perfettamente conservati dai ghiacci della Siberia, questi esemplari sembrano scomparsi da qualche decina d’anni, ma ne hanno circa 44 mila; tra le star della collezione c’è Baby Dima: un cucciolo di mammut.

Dopo il pranzo in un ristorante locale, visita ad alcune delle sale più rappresentative del Museo dell’Hermitage, che ospita una delle più grandi collezioni d'arte del mondo, soprattutto di dipinti impressionisti e di opere di artisti europei, oltre che una significativa raccolta di artisti russi e una vasta collezione di arte asiatica.

Cena e pernottamento in albergo.

 

In mattinata partenza per Velikij Novgorod, meravigliosa città della Russia Europea con un grande passato: autori arabi e scandinavi la citano nei loro scritti già nei secoli IX e X. La città nacque come stazione commerciale Variaga sulle rive del fiume Volhov,  lungo la cosiddetta “strada dai Varjaghi ai Greci”, una delle grandi vie commerciali che collegavano l’Europa settentrionale con l’impero. Protetta dalle paludi e dalle foreste, Novgorod era al sicuro dalle incursioni e in breve si sviluppò economicamente, socialmente e culturalmente. Rimase città indipendente per secoli prima che Mosca la sottomettesse (XV secolo) fino a ridurla ad una piccola città di provincia (XVII secolo), che tuttavia ancora oggi conserva le vestigia del suo glorioso passato. La visita parte dal centro storico di Velikij Novgorod, Patrimonio dell'Umanità dell’UNESCO dal 1992. I principali luoghi di interesse sono: il Cremlino, la cinta di mura di forma ovale, che racchiude la città antica (la  costruzione risale all’anno 1044); la Cattedrale di Santa Sofia, considerata il cuore del Cremlino, nota in particolare per il celebre portale occidentale, detto di Sigtuna, in legno di quercia ricoperto da placche di bronzo raffiguranti scene dell’Antico e del Nuovo Testamento.  E ancora il Museo di Storia e Arte che conserva una strabiliante e ricca collezione di Icone russe tra le quali spicca quella dei SS. Pietro e Paolo; ed infine la Corte di Jaroslav, l’antico quartiere commerciale della città  (Antico Torg), un connubio di monumenti dell’architettura religiosa e civile eretti tra il XII e il XVIII secolo.

Al termine delle visite trasferimento alla stazione ferroviaria e, alle 17.43, partenza per Petrozavodsk dove l’arrivo è previsto intorno alle 00.25.

Arrivo nella capitale della Karelia, incontro con la guida locale parlante italiano e trasferimento in hotel.

Pranzo in corso di escursione e dinner box.

 

 

Dopo la prima colazione partenza per la riserva naturale di Kivach, situata a 75 km a nord di Petrozavodsk: la prima area protetta della Karelia e anche una delle più antiche della Russia. Fondata nel 1931 per preservare l’incredibile ecosistema dell’area, deve il suo nome all’omonima cascata che è anche la sua attrazione principale. La cascata, posta sul fiume Suna, con un’altezza di 10,7 metri è stata considerata pe molto tempo la più grande cascata planare in Russia e la seconda più grande cascata europea dopo la cascata del Reno in Svizzera.

Durante l’escursione visiteremo il piccolo Museo della natura fondato nel 1959 e recentemente rinnovato. Al suo interno si può osservare un diorama composto da 12 specie di animali, 22 specie di uccelli imbalsamati e raccolte di insetti oltre a foto della riserva.

Al termine della visita ci sposteremo nella locale fattoria degli husky; qui, dopo aver preparato le slitte, ci avventureremo nelle bellissime foreste innevate della Karelia per un emozionante safari in compagnia dei simpatici animali nordici (su ogni slitta prendono posto 2 persone che si alternano alla guida). Vivere questi spazi sconfinati in modo così tradizionale è sicuramente emozionante e appagante; si tratta di un’escursione assolutamente alla portata di tutti e per la quale non è necessaria alcuna esperienza precedente.

Dopo il pranzo sosteremo a Kondopoga per la visita della Chiesa dell’Assunzione. La Chiesa, costruita nel 1774, è un chiaro esempio dellarchitettura tradizionale lignea russa. La colonna centrale, coronata da un tetto a padiglione alto 42 m., è posta su una struttura rettangolare centrale, con strutture adiacenti per il refettorio e l'altare. L’area dell'altare è coperta da un tetto in legno tradizionale, chiamato tetto a botte. Di grande interesse sono inoltre le icone originali risalenti al XVIII secolo.

In serata rientro a Petrozavodsk, cena e pernottamento.

 

Anche oggi ci attende un’altra emozionante giornata: a bordo di un hovercraft (veicolo sostenuto da un “cuscino d’aria” mosso da una o più eliche) attraverseremo il lago ghiacciato Onega per giungere fino all’isola di Kizhi.  Il lago, che in estate è tranquillamente navigabile, in inverno è completamente ghiacciato per cui è necessario utilizzare gli hovercraft per muoversi. Durante il tragitto non mancheremo di effettuare alcune soste per camminare sulla superficie ghiacciata ed ammirare la natura silenziosa ed incontaminata di questa regione. Arrivare a Kizhi in inverno è sicuramente un’esperienza che è riservata a pochi e permette di entrare totalmente in sintonia con l’ambiente “artico”. Visiteremo la parte sud dell’isola, uno dei più grandi musei all’aperto russi: si tratta di un complesso architettonico il cui cuore sono le chiese della Trasfigurazione (Preobrazhenskaja – solo esterno), datata 1714 e dell'Intercessione (Pokrovskaya) datata 1764 e il campanile che sta tra di esse. La prima è la vera e propria perla del complesso e con le sue 22 cupole è capace di stupire ogni visitatore. Per la sua costruzione non è stato utilizzato nessun tipo di metallo, anche i chiodi sono di legno.

Dopo la visita verrà servito un piccolo spuntino a base di tè e torte tipiche.

Nel pomeriggio, nuovamente a bordo del nostro hovercraft, ritorniamo verso le sponde del lago Onega per poi rientrare a Petrozavodsk.

Tempo a disposizione per un po’ di relax.

Cena tipica in un ristorante locale accompagnata da musiche e balli tradizionali.

 

Prima colazione in albergo e trasferimento verso il villaggio tradizionale di Kinerma, dove ci aspetta un vero e proprio “viaggio nel tempo”. Questo piccolo insediamento è infatti caratterizzato da magnifiche case tradizionali in legno del XIX secolo e dalla Cappella di Nostra Signora di Smolensk risalente al XVIII secolo. Kinerma, uno dei pochi musei naturali all’aperto russi, è un monumento unico di architettura lignea che rappresenta le principali tendenze nello sviluppo dell’architettura popolare nella Karelia sudoccidentale del XIX e XX secolo.

Dopo una piacevole passeggiata tra gli edifici, ci attende una lezione di cucina tradizionale durante la quale impareremo a cucinare la "kalitkas", torta locale che viene cotta nella tradizionale stufa russa.

Al termine del pranzo, che gusteremo in una delle case tipiche, ci sposteremo nuovamente a Petrozavodsk famosa per i suoi bellissimi viali alberati. Il programma terminerà direttamente alla stazione ferroviaria dove intorno alle 18.00 prenderemo il treno per San Pietroburgo: il treno non dispone di vagone ristorante ma, per la cena, il corrispondente ci fornirà di cestini da viaggio

Arrivo in città intorno alle 23.00, trasferimento in hotel e pernottamento.

 

Dopo la prima colazione trasferimento all’aeroporto in tempo utile per le operazioni d’imbarco sul volo di rientro in Italia.


 

 

 

 

1. Velikij Novgorod: Cattedrale di S. Sofia 2. Hovercraft 3. San Pietroburgo

 


 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

 Per il pernottamento in guesthouse non è garantita la sistemazione in singola poiché la struttura dispone solo di 8 camere. Abbiamo optato per questa soluzione in quanto la migliore della zona. Suggeriamo inoltre per questa notte di prevedere un bagaglio a mano in quanto l’ohvercraft non ha spazio sufficiente per i bagagli. I bagagli verranno lasciata in deposito presso l’hotel di Petrozavodsk. L’escursione a bordo di slitte trascinate dai cani è un’esperienza alla portata - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

  • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto Kel 12
  • Un viaggio alla scoperta delle chiese e degli edifici dell'isola di Kizhi
  • Il tour include esperienze originali come l’escursione con i cani da slitta, la pesca nel ghiaccio e l’attraversamento del lago Onega ghiacciato in hovercraft

ESPERTI

  

GIANLUCA PARDELLI

  • Dal 23  febbraio  2019 al 1  marzo  2019
  

MARCO PATRIOLI

  • Dal 16  marzo  2019 al 22  marzo  2019

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12