Logo Kel 12 Cultura del viaggio

BORNEO MALESE, IL FASCINO DELLA NATURA E L’ISOLA DI LANKAYAN

MALESIA

icona orologio 15 GIORNI
minimo 10 massimo 16 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2019

  • Dal   21  luglio    al   4  agosto  
  • Dal   5  agosto    al   19  agosto  
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

Il Borneo è un’isola di 743.107 Kmq, la terza del mondo per estensione e la maggiore dell’arcipelago indonesiano. E’ bagnato dal Mar Cinese del Sud, dal Mare di Giava e dal Mare di Sulu. Dal punto di vista politico l’isola è divisa in tre parti: la vasta regione del Kalimantan indonesiano, che occupa la fascia centrale e meridionale del Borneo, il nord dove troviamo il Sabah e il Sarawak che riguardano l’itinerario da noi proposto e il Sultanato del - continua -

A PARTIRE DA: 4.800 €


ITINERARIO

Partenza da Milano Malpensa con volo di linea per Kuala Lumpur. Pasti e pernottamento a bordo.

 

 

Arrivo all’aeroporto di Kuala Lumpur e proseguimento per Kuching, la capitale amministrativa del Sarawak. Al Kuching International Airport incontriamo la guida locale di lingua inglese per il trasferimento in hotel.

Nel pomeriggio, visita del centro storico a piedi. Pranzo libero.

Il nome della città, nella lingua locale, significa "gatto", e Kuching è pertanto conosciuta come "La città dei gatti". Anche se non è chiaro se l'origine del nome derivi direttamente da quello del popolare felino, gli abitanti prendono sul serio l'appellativo della città, tanto che per le vie e le piazze di Kuching si possono incontrare numerose statue che raffigurano gatti e a tale animale è dedicato un museo. Il simbolo della città è ovviamente un felino, e lo si trova riprodotto persino sui tombini. In novembre, e per un mese intero, si svolge il Pesta Meow, cioè il Festival del gatto.

La sua zone turistica è il molo e il Grande Bazar con vecchie case negozio che vendono pepe locale, artifatti, antichità, nidi di uccelli e prodotti esotici della foresta. La Moschea di Stato sorge sulla riva del fiume e i negozietti adiacenti espongono una quantità incredibile di prodotti.

Dall’altra parte del fiume, il Tempio Tua Pek Kong costruito nel 1876 è un luogo di culto per i cinesi. Kuching vanta la bellezza di nove musei, molti a breve distanza a piedi l’uno dall’altro, come Il Museo di Sarawak che ha una delle migliori collezioni di oggetti etnologici della regione. La città possiede anche diversi edifici coloniali ben conservati come l’Astana, costituito da tre bungalow collegati da verande. Fu fatto costruire nel 1870 dal Rajah Charles Brooke come pegno d’amore per la moglie Ranee Margaret. E’ circondato da prati ondulati sulla sponda settentrionale del fiume Sarawak e oggi è la residenza ufficiale del governatore del Sarawak e sede di funzioni importanti.

Il Forte Margherita, si trova vicino all’Astana e fu completato nel 1879 e serviva come forte difensivo per la città, soprattutto quando gli attacchi venivano dal fiume. E’ stato completamente ristrutturato ed è stato convertito in Museo della Polizia.

Il palazzo del Tribunale è un’eredità dell’impero dei Brooke ed era destinato ad ufficio di segreteria. La facciata è imponente e riporta complicate decorazioni artistiche delle varie tribù indigene che continuano sulle porte e sulle griglie delle finestre. Oggi il palazzo è sede del Tribunale della Malesia Orientale.

Dopo il giro esplorativo della città, escursione in barca tradizionale lungo il fiume, dove il contrasto tra la vita dei villaggi e il centro della città è molto forte.

Pranzo libero, cena in ristorante locale e pernottamento in hotel.

 

 

Dopo la colazione, incontro con la guida ed inizio del trasferimento verso la giungla del Batang Ai fermandosi prima di tutto per la visita all’Orang Utan Rehabilitation Centre di Semenggoh.

Nota Bene: Trattandosi di animali selvatici e liberi nel loro habitat naturale, l’avvistamento della fauna selvatica, non può essere garantito. In ogni caso le nostre guide locali cercheranno i luoghi migliori per i possibili avvistamenti

Una volta giunti all’ingresso del Rehabilitation Centre ci si dirigerà, seguiti dai naturalisti e rangers locali, all’interno della giungla attraverso un sentiero per raggiungere la zona delle piattaforme su cui il personale pone del cibo per attirare gli animali.

Si ripartirà quindi alla volta del piccolo paese di Serian. È questo l’ultimo vero paese prima di avventurarsi verso la giungla e qui si avrà il tempo e la possibilità di aggirarsi nel coloratissimo mercato locale

Da Serian, continuiamo a percorrere la strada statale, l’unica che collega Kuching con la parte Ovest del Sarawak e che diventa sempre più un “sali e scendi’ seguendo i dislivelli naturali.

Un’ulteriore sosta sarà effettuata presso una delle piantagioni di pepe della zona. È questa l’attività “base” dell’economia degli Ibans. Le coltivazioni di questa pianta si trovano lungo tutti i fiumi interni del Sarawak. Sarà interessante vedere queste piante ricoperte di bacche verdi e rosse ed avere un’esperienza con il tipo di lavorazione di tale bacca per arrivare al grano di pepe! Procedura semplice, ma ancora svolta senza macchinari. Il pepe prodotto in Sarawak è considerato uno dei migliori al mondo.

Verso l’ora del pranzo arrivo previsto a Lachau, un vero e proprio “avamposto” non esistendo praticamente nessun paese ma soltanto piccoli villaggi spersi nei dintorni. Pranzo in un semplice ristorantino locale.

Prima di ripartire, si potrà fare dello shopping, acquistando i prodotti degli Ibans. La scelta è tra maschere, oggetti in legno, collanine e… veri machete (in Malese: Parang). Qui si compreranno anche dei regali per gli Ibans che andremo a visitare il giorno successivo. È prassi che qualsiasi visitatore si rechi in una Longhouse, porti dei doni: le nostre preferenze vanno a quaderni e matite per i giovani; sale per tutta la comunità (è ancora oggi una rarità!) e qualche bottiglia di Brandy… tanto per allietare la comunità. Continuando il viaggio sempre più verso l’interno giungeremo quindi, al jetty del Batang Ai. E’ questo un enorme lago artificiale chiuso tra due dighe e creato negli anni ’90 per la produzione di energia “pulita”. Si trova proprio all’ingresso dei grandi e piccoli corsi d’acqua che da qui si diramano all’interno della giungla più fitta. Con una barca si impiegheranno circa 20 minuti per raggiungere l’isolotto nel centro del lago dove sorge il Resort del Batang Ai. Check-in con welcome drink e sistemazione nella propria camera

Cena e pernottamento in hotel.

 

Dopo la colazione, ritrovo con la guida. Scenderemo fino al jetty del Resort dove sarà pronta la canoa a motore (longboat) guidata dagli stessi ragazzi Iban per l’escursione lungo i fiumi della zona. Ogni canoa sarà provvista di giubbotti salvagenti da indossare durante la navigazione

Si partirà risalendo il fiume Batang Ai per inoltrarsi nella giungla dove sorgono le longhouses dell’etnia degli Iban.  Le longhouses sono più di 500, dislocate lungo tutti i fiumi del Sarawak centrale.

Ovviamente noi visiteremo una delle longhouse più vicine al Resort ma che rispetta il tradizionale stile di vita locale. Gli Iban possono indossare jeans e magliette, ma quello che colpisce è il fatto che comunque vivano qui lungo il fiume dove gli spostamenti sono obbligatoriamente via acqua e poi… siamo a più di 300 Km di distanza dalla città. Le longhouses sono strutture in legno su palafitte arroccate sulle sponde dei fiumi. Gli interni sono composti da un lungo corridoio che rappresenta il luogo di vita sociale e comune per tutte le famiglie che l’abitano, a volte si arriva a 20 nuclei familiari per ogni longhouse! Un’altra zona comune esterna è adibita all’essiccazione del pepe e di altri alimenti che ne necessitano. Su questi lunghi corridoi si affacciano le porte degli “appartamenti”: un semplice stanzone dove tutti dormono senza separazioni e una cucina sul retro con “balcone” in puro legno per l’essiccazione di altri prodotti alimentari. Alcune di queste longhouses hanno ora a disposizione un generatore per avere qualche ora di luce ed alcune anche una linea telefonica speciale per comunicare con i centri di assistenza in caso di incendi o di problemi per la comunità, ma queste cose sono ancora delle rarità e si trovano soltanto nelle longhouses più vicine al lago di Batang Ai.

Sedendo in cerchio di fronte agli anziani, ci sarà offerto da bere il rituale distilla, ma comunque una cerimonia che si ripete da centinaia di anni e nello stesso identico modo anche quando si festeggiano arrivi di amici e parenti. Al suono di semplici strumenti a percussione, alcuni dei locali si esibiranno in una danza propiziatoria tipica Iban e saremo invitati a ballare.

Dopo tale eventi la cerimonia più toccante e vera sarà quella del donare al Capo del Villaggio quanto da noi acquistato il giorno precedente. Vedrete che tutte le donne si siederanno in cerchio con accanto i bambini e divideranno equamente tutto ciò che sarà stato portato loro.  Pranzo in stile locale alla longhouse.

Dopo pranzo assisteremo ad una breve dimostrazione del classico combattimento dei galli e alla perizia nell’usare la lunghissima cerbottana (Blowpipe) che ancora oggi viene usata nelle battute di caccia, prima di riprendere il viaggio in canoa per ritornare al Resort.

Resto del pomeriggio libero per rilassarsi nella bella piscina del Resort.

Cena e pernottamento in hotel.

 

Dopo la colazione partenza per prendere la barca e fare ritorno sulla terraferma in circa 20 minuti e per proseguire poi lungo la strada che ci riporterà a Kuching.

Lungo il percorso di ritorno, sulla stessa strada dell’andata, ci fermeremo per una visita ad una tipica piantagione di caucciù (albero della Gomma) e per un’altra breve sosta di nuovo a Lachau, nel caso si voglia fare qualche altro acquisto.

Pranzo presso le piccole cascate e giardini di Ranchan.

Dopo il pranzo, rientro a Kuching e arrivo in hotel

Cena e pernottamento.

 

Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto per prendere il volo diretto a Mulu. Dopo un breve percorso si raggiungerà il Resort, dove è previsto il pranzo.

Mulu National Park è uno dei parchi più spettacolari della Malesia e sotto la protezione dell’UNESCO. Si tratta di una distesa di natura incontaminata che offre l'opportunità di esplorare grotte, camminare su ponti sospesi e fare trekking. Tra le sue caratteristiche più rilevanti vi è il fatto che due massicci montuosi, uno di arenaria e l'altro calcareo, si innalzano l'uno di fronte all'altro, all'interno dei suoi confini.

Nel primo pomeriggio si partirà per un percorso trekking di circa 3 chilometri nella giungla e per raggiungere le grotte di Lang e Deer che insieme formano il passaggio interno più vasto al mondo.  Qui si alternano millenarie stalattiti e stalagmiti dalle forme e dimensioni più svariate. Al tramonto si potrà assistere alla spettacolare uscita dalle grotte di milioni di pipistrelli che, a gruppi, si recano nella giungla circostante alla ricerca di cibo.

Il rientro avverrà al calar della sera, camminando nella giungla in

un’atmosfera suggestiva.

Rientro al resort, cena e pernottamento in hotel.

 

Oggi faremo un’escursione a piedi, con tranquillità, di circa 7 ore per esplorare la Valle chiamata il “Giardino dell’Eden”. Ci avventureremo in profondità lungo questa antica valle chiusa che può essere raggiunta solo attraverso la Grotta dei Cervi. Il trekking si snoderà lungo sentieri a volte melmosi e rocce che emergono dal fitto della giungla. Dalla “piscina” naturale del Giardino dell’Eden si costeggerà il Fiume dell’Eden interrotto da altre piccole cascate e specchi d’acqua incontaminati.  Questa valle isolata riceve pochi visitatori ed è un luogo ideale per una escursione diversa e per gli amanti della fotografia.

Pranzo al sacco in corso di escursione

Al termine della nostra escursione, rientro al resort per la cena e il pernottamento.

Chi non volesse partecipare all’escursione, potrà restare a rilassarsi all’hotel e godere della sua piscina e SPA.

 

Prima colazione al resort. Al mattino partenza per l’escursione con una tipica barca (longboat) fino alla grotta del vento (Winds Caves) seguita dalla grotta dell'acqua chiara (Clearwater Caves). camminando lungo passerelle di legno e gradini rocciosi si potrà ammirare il percorso d’acqua sotterraneo più lungo al mondo, scavato negli anni dal fiume preesistente e la flora endemica circostante.

Pranzo al sacco durante l’escursione. Dopo essere rientrati dall’escursione fare l’esperienza di camminare lungo un ponte sospeso (Canopy Walkway) immerso nella foresta (480 metri di lunghezza e 30 metri d’altezza).

Rientro al resort per il check-out e breve trasferimento all’aeroporto per il volo per Kota Kinabalu nel Sabah. Si dovrà passare attraverso l’immigrazione per ottenere il visto d’uscita dal Sarawak e una volta giunti a Kota Kinabalu dovremo ottenere dall’immigrazione il visto d’ingresso per il Sabah.

I bagagli saranno già stati inviati a Sandakan e quindi durante l’attesa per il volo successive si potrebbe organizzare una breve escursione ai mercati locali del Waterfront del vicino centro citta’

Usciremo quindi dall’aeroporto con il solo bagaglio a mano ed in circa 20 minuti ci troveremo in centro città per visitare i tipici mercali locali che si trovano sul Waterfront. Mercati colorati e vivacissimi come quello della frutta locali e quello originale del pesce. Inoltre qui si trova anche il Filipino Market, un tipico bazaar dove si trovano i tessuti locali.

nel tardo pomeriggio, trasferimento in aeroporto e volo per Sandakan.

Al nostro arrivo all’aeroporto di Sandakan, trasferimento in hotel-

Cena e pernottamento.

 

Dopo la colazione, incontro con la guida per visitare il centro conservazione dei ‘Sun Bears’ i piccoli orsi della giungla malese, quasi impossibili da avvistare durante i trekking, essendo questi animali veramente molto schivi.

Nota: pur essendo un centro conservazione sotto la tutela del WWF organizziamo la visita con un ranger, in modo da capire meglio la missione di questo Centro.

Da qui ci sposteremo al vicino Sepilok Orang Utan Rehabilitation Center. Questo Centro, fondato nel 1964 e con un’estensione di 40 km², ospita orang utan che vengono riabilitati alla vita nella foresta dopo aver perduto il loro habitat naturale. È possibile osservare esemplari che arrivano dalla foresta circostante alla ricerca del cibo che i rangers locali mettono su delle piattaforme di legno e in questo modo è possibile verificare lo stato di salute di questi primati. Letteralmente il termine ‘orang utan’ significa ‘uomo della giungla’ e questo dà l’idea di quanto la popolazione locale rispetti questi primati. Gli orang utano sono la sola specie di scimmie i grandi dimensioni che viono al di fuori dell’Africa. Un maschio adulto è un’impressionante creatura dal pelo fulvo le cui braccia possono raggiungere un’apertura di 2,25 metri ed un peso che arriva a 145 kg. Si calcola che gli esemplari che ancora vivono allo stato selvaggio nelle giungle locali siano circa 15.000.

Al termine della visita, ci trasferiamo al molo di Sandakan.

Con la barca del resort partiamo lungo il Fiume Kinabatangan, attraversando la baia della città e quindi risalendo lungo questo fiume che attraversa la giungla. È questo uno dei pochi habitat delle autoctone Scimmie Proboscide (Nasiche), Orang utan selvatici, uccelli multicolori, tra cui il tipico bucero, il martin perscatore e con un po’ di fortuna anche gli elefanti pigmei del Borneo. Questo fiume fangoso con tanti piccoli affluenti ci faranno scoprire una natura abitata anche dagli Orang Sungai, i popoli dei fiumi ancora oggi dediti alla pesca di piccoli crostacei. Il Fiume Kinabatangan è il secondo fiume più lungo di tutta la Malesia. È considerato come uno dei luoghi migliori per l’osservazione della fauna selvatica del Borneo. È un paradiso per gli animali rari che hanno perso il loro habitat naturale a causa del disboscamento e dello sviluppo delle piantagioni di palme. Nel 2006 l’area di Kinabatangan è stata ufficialmente dichiarate santuario della fauna selvatica per evitare la distruzione della giungla.

Pranzo, cena e pernottamento al resort.

Nota Bene: Trattandosi di animali selvatici e liberi nel loro habitat naturale, l’avvistamento della fauna selvatica, non può essere garantito, ma le nostre guide faranno del loro meglio per cercare di farci ammirare il maggior numero di animali.

 

Dopo una leggera colazione, partenza molto presto in barca per esplorare un’altra zona del fiume, quando ancora la foresta circostante è ammantata di nebbia, per raggiungere i laghi ‘Ox Bow’, in italiano, ‘a corna di bue’. L’escursione in barca che consente di esplorare questo interessante ecosistema lacustre, ci darà la possibilità di osservare specie di uccelli meno facilmente avvistabili durante l’escursione pomeridiana (come aironi rossi e bianchi, uccelli serpentari). Rientro al lodge per la vera colazione per poi procedere per un trekking nella giungla circostante alla ricerca di flora e fauna selvatica. Rientro al resort per il pranzo.

Nel pomeriggio, un'altra crociera sul fiume Kinatabagan alla ricerca di fauna selvatica e per esplorare questo fiume mistico dove si trova la maggior parte della fauna del Borneo.

Ritorno al resort, cena e quindi trekking notturno intorno a quest’area della giungla.

Pernottamento al resort.

 

In mattinata e dopo la colazione, partenza dal molo di Sandakan per raggiungere, con la barca veloce (circa 1 ora e mezzo) l’atollo di Lankayan, una piccola isola resort.

Tre giornate dedicate al relax, alle attività marine, ai bagni, allo snorkeling o alle immersioni.

Pensione completa.

L’accompagnatore saluterà il gruppo al molo di Sandakan per rientrare in Italia.

 

Il mattino presto e dopo la colazione, partenza con la barca veloce per rientrare a Sandokan (l’unica barca che parte da Lankayan è alle 7.00 a.m.).

Al nostro arrivo, incontro con la guida locale, parlante inglese, con cui andremo al Labuk Bay Proboscis Monkey Sanctuary, un’area protetta dove si potrà avere un altro incontro, non solo con le scimmie proboscidate, ma anche con altri animali delle giungla e tutto….a distanza ravvicinata.

Rientro in città per il pranzo di arrivederci presso l’English Tea House, una vecchia casa coloniale inglese con una bella vista sulla città e sul mare.

Al termine del pranzo, trasferimento in aeroporto e volo per Kuala Lumpur e proseguimento per l’Italia.

 

 

 

L’arrivo in Italia è previsto in mattinata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Rafflesia 2. Delfini Irawwadi 3. Orang Utan

 

 

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

L’Esperto Kel 12 sarà con il gruppo fino al giorno in cui sarete trasferiti nell’isola di Lankayan.Clima: in Malesia le temperature e le precipitazioni variano da regione a regione. Non esistono comunque le stagioni. Il clima è caldo, umido e afoso tutto l'anno. Esistono la stagione delle piogge (novembre-febbraio) e la stagione più asciutta (da marzo a ottobre). Il periodo migliore per visitare il paese va da inizio giugno a fine settembre, quando è poco piovoso e soleggiato. Le - CONTINUA -

ESPERTI

  

PAOLO GHIRELLI

  • Dal 21  luglio  2019 al 4  agosto  2019
  

NICOLA MESSINA

  • Dal 5  agosto  2019 al 19  agosto  2019

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12