Logo Kel 12 Cultura del viaggio

IL RAJASTHAN IN OCCASIONE DELLA FIERA DI PUSHKAR

INDIA

icona orologio 15 GIORNI
minimo 10 massimo 16 partecipanti
icona valigia PARTENZE:
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

  Palazzi reali e fortezze. Bazar e case haveli. Turbanti e sari. Un viaggio nell’India più colorata, quella dall’atmosfera fiabesca. A visitare i luoghi più iconografici del Paese, intrisi di un romanticismo quasi surreale. A Shekhawati e a Bikaner, tra villaggi di argilla e carovane di cammelli. E a Jaisalmer, con i suoi torrioni ocra e i templi giainisti. Un tour che passa per Jodhpur, la città azzurra, e il Forte Mehrengarh, ma anche - continua -

A PARTIRE DA: 3.650 €


ITINERARIO

Partenza da Venezia con voli di linea Emirates via Dubai. Pasti e pernottamento a bordo.

Arrivo a Delhi in mattinata ed inizio delle visite di Delhi.

 

Delhi, la capitale indiana adagiata sulle rive del fiume Yamuna, è diventata una delle cinque città più popolose al mondo ed è oggi la grande città più cosmopolita e con la crescita più rapida di tutto il Paese. I suoi abitanti usufruiscono di una delle migliori reti di metropolitana al mondo, alla quale saranno aggiunte altre 50 stazioni nei prossimi 15 mesi. Non c'è da sorprendersi dunque se l'intera città è un cantiere ma, nonostante l'incredibile velocità del cambiamento in atto, Delhi continua a vantare un patrimonio verde e una ricchezza artistica tra i più consistenti al mondo, rispetto alle altre metropoli del pianeta. Visiteremo alcuni dei monumenti più significativi iniziando dalla Old Delhi. Con le sue strade tortuose, le mille botteghe, le professioni improbabili, è uno spaccato fedele delle tante realtà del Paese, che si trovano tutte riunite lungo la sua affollatissima arteria commerciale, Chandni Chowk, la via dell’argento, che conduce alla maestosa Jama Masjid, la più grande moschea indiana e uno dei più grandi capolavori architettonici della nazione. Fu l’opera conclusiva di Shan Jahan del 1656, e vi si accede attraverso un’ imponente scalinata dalla quale si domina l’intera città vecchia. Proseguiremo per la New Delhi e attraversando la zona del Parlamento e dei Palazzi ministeriali arriveremo alla Porta dell’India. Visiteremo il complesso archeologico del Qutub Minar, con il magnifico minareto del XII secolo, eccellente esempio di architettura afgana.

 

Pranzo in ristorante con specialità tipiche della cucina indiana, cena all’hotel Le Meridien.

 

Partenza per la zona di Shekhawati, la regione semidesertica famosa per l’eredità culturale del popolo locale e della ricca comunità Marwar proprietaria degli haveli affrescati. La maggior parte di questi haveli fu costruita fra il 1860 e il 1900 dai Bania, mercanti divenuti celebri come Marwar, che si erano avventurati a Calcutta e nei nuovi centri commerciali indiani. Il successo negli affari sviluppò un desiderio di predominio architettonico. Con il passare del tempo gli haveli cominciarono ad essere trascurati e oggi le cittadine della regione sono divenute strane città fantasma, gremite di splendide dimore abbandonate.

Arrivo a Mandawa e sistemazione in albergo.


Pensione completa (pranzo in ristorante lungo il percorso, cena in albergo).

 

Dopo la prima colazione, faremo visita ad alcuni Haveli della città. Pranzo a Mandawa e partenza per Bikaner, situata nel deserto del Thar, in un orizzonte sconfinato e irreale, punteggiato qua e là da piccoli villaggi costruiti in argilla e da carovane di cammelli.

Nel pomeriggio si visita il Forte di Junagarh. Eretto nel 1588 dal raja Raj Singh, racchiude all'interno di massicci bastioni di arenaria splendidi palazzi con graziosi padiglioni da cui troneggiano numerose balconate. La parte più antica del complesso, Lal Niwas, è uno spettacolo di decorazioni floreali stilizzate in rosso e oro.

Sistemazione in albergo.

Pensione completa.

 

N.B.: la visita del Forte di Junagarh potrebbe svolgersi il giorno successivo, a secondo delle tempistiche del trasferimento e sotto suggerimento della guida locale ed accompagnatore.

 

 

 

Dopo la prima colazione partenza per Jaisalmer, la città più occidentale del Rajasthan ubicata in pieno deserto. Il deserto del Thar è al mondo quello con la maggiore pressione antropica e animale; sul suo territorio vivono 8 milioni di persone e 16 milioni di animali, fra cui 650 mila dromedari. La vista di Jaisalmer si presenta come un miraggio di torrioni ocra sulla sommità di un colle che domina la piana.

Pensione completa (pranzo e cena in albergo).

 

N.B.: l’ordine delle visite potrebbe subire delle modifiche.

 

 

 

Jaisalmer, regina del deserto, ebbe un lunghissimo periodo di prosperità poiché le carovane, che attraversavano queste zone aride e desolate in direzione del Sind, vi passavano per rifornirsi d’acqua e di mercanzie. Il passato di questa meravigliosa città si legge attraverso i suoi numerosi monumenti, gli incredibili palazzi di filigrana (haveli), le piazzette, i templi jainisti. In questo luogo magico, tutto, dall’architettura delle case e dei templi, ai volti e costumi della gente, riporta indietro nel tempo. La visita si rivela, dunque, altamente suggestiva. Al tramonto trasferimento sulle dune, a 45 km dalla città.

Pensione completa (pranzo e cena in albergo).

 

Di buon mattino partenza per Jodhpur, la “città azzurra” che si frastaglia intorno alle pendici irregolari della sua rocca. L’azzurro, il colore degli dei, un tempo distingueva le case dei bramini, la casta sacerdotale egemone nella società indiana. Salire al Forte Mehrengarh, oggi sede di un interessante museo, è uno spettacolo indimenticabile: arroccato su un declivio roccioso, si staglia imponente e maestoso con le sue mura, le torri cilindriche e le sette porte fortificate. L'ultima di esse, la Laha Pol, Porta di Ferro, riporta le impronte delle rani della città sacrificatesi sulla pira dei loro sposi nella cerimonia del sati.

Pensione completa in albergo.

 

Si parte per Udaipur. Lungo la strada sosta al superbo tempio jainista di Ranakpur, meta di pellegrinaggi da tutte le parti dell’India. La visita, che si effettua rigorosamente a piedi nudi, consente di ammirare i ricchi ornamenti del tempio dedicato ad Adinath. Complesso nel disegno e gigantesco nelle proporzioni sconcerta ed ammalia al contempo. Il gioco di luci ed ombre creato dai 1444 pilastri scolpiti che lo sostengono, durante i diversi momenti della giornata, esercita un fascino magico. Proseguimento per Udaipur, la “città dell’aurora” sospesa nel mito e nella storia, fantastica e leggendaria, romantica e raffinata.

Pensione completa (pranzo in ristorante a Ranakpur, cena in albergo).

 

Dopo la prima colazione giornata dedicata alla visita della città.

Udaipur venne fondata nel 1568 dal Maharaja Udai Singh sul lago Pichola, ed è detta la “Venezia dell'Est”. Sospesa nel mito e nella storia, fantastica e leggendaria, romantica e raffinata.

Visita al City Palace, un tempo fastosa dimora dei sovrani del Mewar e oggi museo. Arroccato su una collina affacciata sul Lago Pichola, il complesso edificio si presenta come un miscuglio di severa architettura militare rajput all'esterno e di sontuosa arte decorativa all'interno.

Al tramonto escursione in barca sul Lago Pichola per ammirare la città in tutta la sua bellezza (l’escursione è soggetta alla riconferma che verrà data direttamente in loco).

Pensione completa (pranzo in ristorante e cena in albergo).

 

La giornata è dedicata al lungo trasferimento verso Pushkar, graziosa cittadina con 500 templi e 52 ghats posta sulle rive di un piccolo lago. Per gli hindu è particolarmente importante perché accoglie l’unico tempio dell’India dedicato a Brahma, il Creatore dell’Universo.

Lungo il percorso sosta a Chittorgarh per la visita dell’omonimo forte situato su di una collina a 180 metri ed esteso per 700 acri, testimonianza del valore dei guerrieri rajput.

Sistemazione in campo tendato (tende con letti, materassi, lenzuola,  coperte e con servizi privati).

Pranzo in ristorante lungo il percorso.  Cena vegetariana al campo.

 

Intera giornata dedicata ad assistere alla Fiera di Pushkar.

La settimana prima del plenilunio di Kartica, l’ottavo mese del calendario lunare hindu, decine di migliaia di pellegrini si mettono in cammino con ogni mezzo non solo dal Rajasthan, ma anche dal Punjab, dall’Haryana, dal Madhya Pradesh, dal Maharashtra, dal Gujarat e da Delhi. I primi quattro giorni della fiera sono dedicati al mercato del be­stiame, durante il quale cammelli e cavalli sono messi in vendita nella steppa che circonda la città. Gli altri quattro, invece, sono dedicati alle cerimonie e alle processioni in onore di Brahma, che culminano il giorno di Kartik Poornima (la notte del plenilunio), con i bagni nel laghetto di Pushkar, formatosi da un fiore di loto lasciato cadere nel deserto dalla stesso Brahma. Le strette strade della città vengono invase da una miriade di persone, e ai pellegrini si mescolano musicisti, saltimbanchi, acrobati, com­mercianti. L’area si trasforma in un affollato mercato, in cui si vende di tutto, dagli attrezzi e gli utensili di uso quotidiano ai finimenti per cammelli, dai prodotti artigianali ai braccialetti e monili indossati dalle donne indiane.

Pensione completa in campo tendato (pasti vegetariani).

 

Al mattino partenza per Jaipur, la capitale del Rajasthan famosa come la “città rosa” per il colore delle sue antiche costruzioni e delle mura che la cingono. Fondata nel 1727 dal maharaja Jai Singh II, la città e le mura circostanti furono progettate ed edificate secondo i principi architettonici del Shilpa-Shastra, antico trattato hindu di architettura. Oggi la città, che conta quasi due milioni di abitanti ed è costruita sul fondo di un lago prosciugato e circondata da colline spoglie, presenta ampi viali, e un'estrema armonia architettonica. Le sue maggiori attrattive si trovano nella cinta delle mura vecchie, che presentano ancora le sette porte originarie: il Johari Bazaar, famoso per i gioiellieri; l'Iswari Minar Swarga Sul (minareto che perfora il cielo), costruito per controllare dall'alto la città. Ma la vera costruzione simbolo di Jaipur è l’Hawa Mahal (noto come Palazzo dei Venti) con la sua imponente facciata di cinque piani, edificato nel 1799 per permettere alle dame di corte di osservare la vita quotidiana nelle strade e assistere alle processioni.

All’arrivo sistemazione in albergo.

Nel pomeriggio visita del Palazzo di Città e dell’osservatorio astronomico. Prima di rientrare in albergo, passeggiata nel bazar in rickshaw.

Pensione completa (pranzo in ristorante e cena in albergo).

 

N.B.: l’ordine delle visite potrebbe subire delle modifiche.

 

 

Al mattino escursione alla famosa fortezza-palazzo di Amber del XVI sec situata ad 11 km da Jaipur. Saliti alla reggia in jeep (consigliamo le jeep al posto degli elefanti perché gli elefanti sono pochi e solitamente si deve fare una coda di 2-3 ore per prenotarli; la guida sul momento sceglierà la soluzione migliore), il panorama sulla vallata è splendido ma ancor più stupefacente è lo spettacolo delle architetture moghul e delle decorazioni, che culminano nei mosaici formati da specchi e stucchi del “Palazzo del piacere”.

Nel pomeriggio trasferimento ad Agra, l’antica capitale della dinastia Moghul in alternanza con Delhi. Lungo il percorso sosta a Fatehpur Sikri (40 km da Agra), la bellissima città voluta da Akbar e poi abbandonata.

Sistemazione in Hotel.

Pensione completa (pranzo in ristorante lungo il percorso, cena in albergo).

Al mattino visita  del Taj Mahal (chiuso il venerdì), dichiarato nel 2007 una delle cosiddette sette meraviglie del mondo moderno. Il mausoleo,fatto costruire nel 1632 dall'imperatore moghul Shah Jahan in memoria della moglie, è da sempre considerato una delle più notevoli bellezze architettoniche dell'India e del mondo.

Visita del Forte, in arenaria rossa, fatto costruire da Akbar il Grande e dichiarato dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità.

Nel pomeriggio proseguimento per Delhi.

Arrivati a Delhi ci rechiamo in Hotel.

Pensione completa (pranzo in ristorante, cena in albergo).

Trasferimento in aeroporto prima di mezzanotte.

 

 

Partenza nelle primissime ore del mattino. Si arriva a Venezia nel primo pomeriggio.

 


 

 

 

 

1. Palazzo dei venti di Jaipur 2. Taj Mahal Agra 2. Fiera di Pushkar

 

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

Spesso sono previsti lavori di pulizia e ristrutturazione del Taj Mahal. Alcune parti del monumento potrebbero essere parzialmente coperte.  APPARECCHIATURE SATELLITARI E TECNICHE Si segnala che l'introduzione di apparecchiature satellitare in India è proibita e che il possesso delle stesse è soggetto a gravi sanzioni ai sensi della legislazione indiana.Analogamente, l’introduzione di rice-trasmittenti, telescopi ecc. è soggetta ad autorizzazione da parte delle Autorità. Si - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

  • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto Kel 12
  • L’itinerario include Agra con il Taj Mahal, e la visita di Delhi
  • Il viaggio si svolge in occasione della celebre Fiera di Pushkar

GALLERY

Richiedi preventivo









Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12