Logo Kel 12 Cultura del viaggio

LA RISERVA DEL PERINET E L’ESTREMO SUD

MADAGASCAR

icona orologio 12 GIORNI
minimo 8 massimo 14 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2018

  • Dal   18  agosto    al   29  agosto  
  • Dal   13  ottobre    al   24  ottobre  
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

 Cambi repentini di immagini e suggestioni; scenari in movimento, capaci di dare sensazioni forti. A metà viaggio, di fronte a noi, un tratto di mare che si rinnova di ora in ora in sfumature strabilianti dal verde turchese al blu cobalto in una tavolozza di colori che raramente non emoziona. All’orizzonte è ben visibile il punto di rottura delle acque che vanno ad infrangersi contro uno dei tratti di barriera corallina più lunga al mondo e la splendida - continua -

A PARTIRE DA: 5.150 €


ITINERARIO

Partenza con volo di linea per Antananarivo via Parigi. All’arrivo in tarda serata, trasferimento in albergo. La scelta dell’hotel vicino all’aeroporto e funzionale al fatto che il mattino successivo riandremo in aeroporto per prendere un volo interno.

 

 

Partenza al mattino presto dopo colazione verso la costa orientale del Madagascar lungo la bella strada che attraversa l’altopiano orientale, tra boschi di pini ed eucalipti, risaie nelle pianure allagate e i tipici villaggi delle popolazioni locali. Arrivo alla riserva speciale di Analamazoatra, più semplicemente conosciuta con il nome francese del vicino paese e stazione ferroviaria: Périnet (Andasibe in malgascio). Nel tardo pomeriggio sistemazione in lodge. Pensione completa.

 

Già dal primo mattino un richiamo primordiale pervade la foresta tutto intorno, mentre la bruma svanisce, svelando a poco a poco le cime degli alberi; é l'oggetto principale della nostra presenza in questi luoghi incantati, l'Indri-Indri, il più grande lemure esistente che inizia così la sua giornata, dandoci la traccia della sua presenza, un invito ad inseguirlo nei suoi continui spostamenti di albero in albero, alla ricerca di cibo; intera mattinata dedicata all'avvistamento del più famoso dei lemuri malgasci, oltre a camaleonti e altri animali tipici che abitano la foresta lussureggiante, lungo i sentieri da percorrere a piedi. La foresta pluviale occupa un’area di montagna a circa 1000 m slm, la cui sommità è pianeggiante, e ospita numerose altre specie di eccezionale interesse, sia rettili che rane che uccelli. Pernottamento in lodge. Pensione completa.

 

Proseguimento fra campi coltivati e distese di risaie a terrazza e nelle grandi pianure fino ad Antsirabe, famoso centro di lavorazione di minerali e pietre semi-preziose ed anche uno dei pochi luoghi dell’isola ad utilizzare come mezzo di trasporto pubblico i pousse-pousse (risciò) dai vivaci colori. Sistemazione all’hotel Royale o similare, pensione completa.

 

 

Antsirabe: la bella cittadina di circa 160.000 abitanti fu fondata dai missionari norvegesi che scelsero di creare un sanatorio grazie al suo clima fresco e alle vicine sorgenti terapeutiche. Visita della città, di un centro di lavorazione delle pietre e di alcuni artigiani dalle attività molto particolari.

Al termine della visita, si prosegue per Fianarantsoa con sosta ad Ambositra, "la capitale dell'artigianato" del Madagascar, dove si scopriranno, esplorando le viuzze tortuose di questo caratteristico borgo, alcuni negozi che espongono preziosi manufatti finemente scolpiti e ricavati da legni preziosi, come ebano, palissandro e bois de rose.

Fianar, come viene comunemente chiamata la città, è nel cuore di una delle regioni più fertili e rinomate per la produzione di tè e vino.Fu fondata nel 1830 per volere della Regina Ranavalona I che desiderava un grande centro a metà strada tra Tana e le remote regioni meridionali del regno. Oggi è il secondo centro del Madagascar per estensione. La città è suddivisa in tre parti: la Basse-Ville a nord, trafficata e caotica; la Nouvelle-Ville ovvero il quartiere commerciale; e la Haute-Ville, costruita su una collina che domina le altre due parti. Visita della città alta con le sue viuzze acciottolate e costellate dalle guglie delle tante chiese che regalano un’atmosfera tranquilla e bei panorami.

Pernottamento previsto alla Villa Sylvestre o similare.

 

Dopo la colazione, partenza per il Parco Nazionale dell’Isalo con sosta alla cittadina di Ambalavao per visitare una delle maggiori attrazioni offerte dal ricco artigianato malgascio: la preziosa carta Antemoro, fabbricata ancora oggi secondo un'antica procedura derivata dagli Arabi che trovarono in queste regioni una fibra vegetale, la avoha, che rassomigliava al papiro, con cui produrre carta per scrivere i loro testi sacri, i sorabe, che si possono ancora ammirare nei musei della capitale. Pranzo in ristorante locale, cena e pernottamento in albergo.

 

 

 

Intera giornata dedicata alla scoperta di questo parco creato nel 1962 e caratterizzato da una bellezza selvaggia: 81.500 ettari di pianure dorate intervallate da grandi pinnacoli di arenaria, corsi d’acqua e cascate, spaziose vallate, sorprendenti canyon e foreste primarie. Anche se Isalo è conosciuto più per i paesaggi che per la fauna, con un po’ di fortuna si possono osservare alcune specie interessanti quali: il lemure catta, il lemure bruno, il sifaka di Verreaux, il tordo pettirosso di Benson e almeno altri 40 tipi di uccelli. La visita del parco avviene prevalentemente con escursioni a piedi della durata di alcune ore. Pranzo a pic nic o in ristorante locale, cena e pernottamento in lodge.

Raccomandiamo vivamente di partire per le escursioni mattutine alle 6.45-7.30, di indossare un cappellino e scarponcini da trekking/sandali antisdrucciolo.

 

 

Partenza di prima mattina verso il porto di Tulear e partenza in barca o piroga a motore, verso Anakao, navigando lungo la costa piatta caratterizzata da spiagge deserte e rari villaggi di pescatori dell'etnia Vezo, detti "i nomadi del mare" poiché percorrono la barriera corallina alla ricerca di banchi di pesce a bordo delle laka, le tipiche piroghe a bilanciere dalla vela quadrata, retaggio culturale del sud-est asiatico. Spiccano nel paesaggio di coste rettilinee le alte scogliere di Saint Augustin, scavate nel corso di ere geologiche dal fiume Onylahy, uno dei maggiori del Madagascar. Dopo circa 1 ora di navigazione si giunge ad Anakao, "il villaggio in capo al mondo”. Pomeriggio a disposizione per passeggiate alla scoperta dei luoghi, della flora caratteristica, del grande villaggio Vezo e delle sue coloratissime piroghe allineate sulla spiaggia, o a rilassanti bagni nelle acque del reef. Sistemazione in bungalow; pensione completa.

 

Al mattino partenza in piroga a motore o a vela per l'escursione all'isola di Nosy Ve, che si raggiungerà con una breve navigazione; l'isola, piatta e caratterizzata da una vegetazione arbustiva, costituisce la parte emersa del reef corallino ed è frequentata dai pescatori Vezo, che la considerano sacra, durante i loro spostamenti stagionali; l'acqua trasparente e i fondali ricchi di pesci multicolore invitano ad indimenticabili nuotate e allo snorkeling; per gli appassionati d'immersioni col respiratore, si trova un centro attrezzato ed un istruttore diplomato; in fine mattinata rientro in hotel ad Anakao per il pranzo; il pomeriggio ed il giorno successivo saranno a disposizione per attività individuali, esplorazioni nell'interno, bagni e relax. Pernottamento, pensione completa.

 

Sveglia la mattina presto in tempo utile per il trasferimento verso Tulear.

La cittadina di Tulear è posta al centro della lunga costa protetta dalla barriera corallina, la seconda al mondo per lunghezza dopo quella australiana. Tulear è anche il principale centro del sud del Madagascar, dove convivono varie etnie fra le quali le principali sono i Mahafaly, i Masikoro, i Vezo e gli Antandroy, importante è la presenza di Indiani che monopolizzano i commerci; visita del mercato, dell'esposizione di conchiglie di barriera e dell'Arboretum, dove si osserveranno infinite varietà della flora tipica del sud. La sonnolenta cittadina di Tulear, riarsa dal sole durante il giorno, si sveglia la sera quando tutti escono per le strade alla ricerca di un po’ di fresco e affollano l’unica discoteca, dove i giovani si esibiscono nelle frenetiche danze locali tsapiky e minotsike. Pernottamento in hotel, pensione completa.

 

Partenza in volo la mattina presto per Antananarivo.

Il nome-scioglilingua della capitale, comunemente chiamata Tana, significa “Città dei Mille”, in riferimento ai mille guerrieri quivi radunati dal fondatore Andrianjaka. La splendida città è costruita su tre livelli: la città alta con il Palazzo della Regina (ora in restauro) ed altri edifici storici; più sotto i tipici quartieri di piccole case arroccate e dal tetto aguzzo, alcune molto antiche ed in legno; e la città bassa nella pianura sottostante. Quest’ultima si è sviluppata negli ultimi decenni e comprende i quartieri commerciali e i ministeri. Al di là dell’agglomerato urbano e, ahimè, del traffico comunque sempre si coglie il fascino dato dalla posizione strategica sugli altipiani e dal vasto cordone di risaie e orti, che a seconda della stagione le forniscono un originale sfondo: un morbido tappeto verde durante le coltivazioni, uno specchio dai riflessi cangianti durante le piogge, un rosso deserto di laterite nel secco inverno australe. Visita della città e, tempo permettendo, di uno dei suoi mercati. Cena in hotel dove avremo alcune camere a disposizione sino al trasferimento in aeroporto in tarda serata.

 

Il volo Air France parte verso l’una di notte. Pasti e pernottamento a bordo. Arrivo a Parigi in mattinata e proseguimento con volo su Milano Linate.


 

 

1. Baobab                                          2. Volto                                       3. Camaleonte

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

Per ragioni tecnico-operative l'itinerario potrà essere invertito e/o modificato dal Tour Leader sul posto se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo.Le sistemazioni sono varie nella tipologia, nello stile e nello standard e sono state pensate in modo da poter offrire il massimo in termini di itinerario o per lo charme particolare che alcune possono emanare. Tutte le strutture sono di livello medio-alto (2,3 e 4 stelle, nostro giudizio) e comunque sono tra le migliori sul posto. Le - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

Un viaggio dall'Oceano agli altopiani centrali alla scoperta di paesaggi, baobab e foreste, piccola fauna selvatica e flora e sorrisi… un viaggio “classico e confortevole” che combina aspetti naturalistico-culturali di selvaggia bellezza. Un viaggio per cogliere aspetti diversi di un Paese meravigliosamente complesso, che lascia indifferente chi al viaggio chiede solo una carrellata superficiale di luoghi.

ESPERTI

  

FABRIZIO DEMBECH

  • Dal 18  agosto  2018 al 29  agosto  2018
  

PAOLA ARTICO

  • Dal 13  ottobre  2018 al 24  ottobre  2018

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12