Logo Kel 12 Cultura del viaggio

LA TERRA DEL BUDDHA

SRI LANKA

icona orologio 13 GIORNI
minimo 10 massimo 16 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2018

  • Dal   18  novembre    al   30  novembre  
  • Dal   27  dicembre    al   8  gennaio  
  • 2019

  • Dal   10  febbraio    al   22  febbraio  
  • Dal   16  marzo    al   28  marzo  
  • Dal   26  dicembre    al   7  gennaio  
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

Gli antichi Greci lo chiamavano Taprobane.  Gli arabi Serendib. I portoghesi, arrivati sull’isola nel 1505, optarono per Ceilão. Ma è solo nel 1972 che è stato scelto il nome di Repubblica dello Sri Lanka. Tante dominazioni, altrettante influenze. Da scoprire in un viaggio che ripercorre le principali tappe della storia dell’isola. E che tocca l’antica capitale Anuradhapura, ora uno dei siti archeologici più importanti al mondo. E Galle, - continua -

A PARTIRE DA: 3.700 €


ITINERARIO

Partenza da Milano Malpensa per Colombo con voli di linea via Dubai o altro scalo, secondo la compagnia aerea riconfermata.

Pasti e pernottamento a bordo.

 

Arrivo a Colombo nel primo pomeriggio e trasferimento in albergo (l’arrivo potrebbe essere previsto al mattino secondo la compagnia  aerea riconfermata,  in tal caso si inizieranno subito le visite in quando le camere saranno a disposizione dal pomeriggio).

La capitale non è il miglior biglietto da visita dello Sri Lanka. Superato il primo giudizio contagiato da moderni grattacieli e traffico caotico, locali notturni e supermercati, si possono anche notare aspetti coloniali, musei, mercati, templi, lungomare. Tempo a disposizione permettendo si potranno cominciare le visite.

Cena in albergo.

Il nostro albergo a Colombo, “The Kingsbury Hotelhttp://www.thekingsburyhotel.lk

Buona struttura non lontana dal centro e con vista sull’Oceano Indiano. Non è l’albergo con più charme del viaggio ma è certo un piacevole modo per incontrare la buona ricettività alberghiera locale.

 

Al mattino partenza per Dambulla, nella provincia centrale dello Sri Lanka.

La cittadina di Dambulla che è famosa per i suoi straordinari templi rupestri. Questi, sono ricavati da un enorme affioramento granitico che si innalza oltre 160 m al di sopra della campagna circostante. Questi templi rupestri  risalgono all’epoca di Vattagamini Abbaya che regnò nel 103 a.C. e poi dall’89 a.C. al 77 a.C. Detronizzato da un gruppo di invasori tamil, trovò qui rifugio per 14 anni e come segno di gratitudine fece costruire qui questi templi. Raccordate da un’unica facciata, nel fianco della montagna si aprono cinque grotte di diverse dimensioni, affollate d’innumerevoli statue del Buddha in differenti posizioni. Le pareti e i soffitti presentano una ricchissima e raffinata decorazione dovuta soprattutto al XVIII e XIX secolo, che riproduce le tappezzerie dell’epoca.

Il nostro hotel nei dintorni di Dambulla è  l’Heritance Kandalama,

progettato da Geoffrey Bawa.  www.heritancehotels.com

Moderno e caldo, sul fianco di una collina, immerso nella foresta, camere eleganti. Soggiornarvi tre notti è una bella esperienza.

Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in albergo.

 

 

In mattinata partenza per Anuradhapura, capitale del regno omonimo  fondato nel quarto secolo a.C. e in piena fioritura fino all'inizio dell'undicesimo secolo. E’ stata una delle civiltà più grandi e più antiche del mondo che ha visto susseguirsi 113 re per un periodo di 1300 anni. Dell’antico splendore sono testimoni i resti imponenti di monasteri, templi e palazzi che ricoprono un'area di oltre 40 km², facendo di Anuradhapura uno dei principali siti archeologici del mondo. Sicuramente uno dei gioielli di questo sito è lo Sri Maha Bodhi o sacro fico delle pagode o albero della bodhi. Secondo le credenze popolari, questo venerabile albero sarebbe cresciuto da una talea portata nello Sri Lanka dalla principessa Sangamitta e prodotta dall’originale fico delle pagode di Bodhgaya, in India, sotto il quale il Buddha raggiunse l’illuminazione. L’originale albero della Bodhi indiano fu distrutto non molto tempo dopo, ma lo Sri Maha Bodhi sopravvisse. Le talee da esso prodotte sono cresciute in tutta l’isola. Solitamente, l’interno del recinto entro il quale si trova l’albero, è pieno di pellegrini in contemplazione. Attualmente la città appartiene al Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO ed offre uno dei più completi panorami dell’architettura e dell’arte buddhista. Passeggeremo nel sito per ammirarne le vestigia, tra cui la Dagoba di Ruvanvalisaya, o ‘Grande Stupa’ che è stato completamente restaurato e dipinto di bianco, visitato tutti i giorni da molti pellegrini. La dagoba rappresenta il coronamento del successo di Dutugemunu, edificata per celebrare la vittoria contro Elara; a livello popolare si crede che custodisca varie reliquie del Buddha.

Al termine delle visite rientro all’Heritance Kandalama.

Pranzo in ristorante e cena speciale di fine anno in albergo.

 

In mattinata partenza per Sigiriya, importante sito archeologico e Patrimonio dell’UNESCO. Arroccata su uno sperone roccioso collocato fra cortine murarie, fossati, complessi sistemi difensivi e splendidi giardini allietati da bacini e fontane, la rocca di Sigiriya fu edificata dal re Kasyapa nel quinto secolo d.C.  e ospita sulla sommità i resti di un palazzo raggiungibile con ardite scalinate.

Il percorso si dipana tra ripari per gli eremiti, terrazze, pareti a specchio e affrescate con splendide figure femminili fino alla suggestiva Porta del Leone, tra i suoi artigli passava l’antico accesso per la cima. La vista dall’alto spazia fino all’orizzonte, in una fuga di campi, fossati e macchie verdi.

Nel pomeriggio trasferimento a Polonnaruwa per la visita.

Polonnaruwa, anch’essa antica capitale di Sri Lanka inserita nel Patrimonio dell’UNESCO, acquisì importanza quando, all’inizio dell’XI secolo, Anuradhapura subì l’invasione indiana e venne abbandonata. Il centro del potere venne spostato a Polonnaruwa, che si trasformò in un vastissimo complesso fortificato racchiudente un imponente palazzo reale, numerosi padiglioni, enormi monasteri, templi buddhisti ed hindu, inframmezzati da parchi e giardini costellati di bacini. Oltre al sito, si visiterà il museo archeologico di Polonnaruwa, visita indispensabile per meglio comprendere la storia e lo sviluppo della civiltà di Sri Lanka.

Rientro all’Heritance Kandalama a fine giornata.

Pranzo in ristorante e cena in albergo.

 

 

Partenza in direzione di Kandy con sosta a Matale, per visitare un giardino nel quale sono coltivate diversi tipi di  spezie. La visita  introdurrà alla conoscenza di queste piante che nello Sri Lanka vengono utilizzate in cucina, nella medicina e  per la cura del corpo.

Al nostro arrivo a Kandy, sistemazione presso l’ Hotel Mahaweli Reach www.mahaveli.com, ottimo albergo situato in un‘oasi di pace, sulle rive del fiume e circondato da verdi colline. Camere accoglienti, architettura coloniale, giardini molto curati e bella piscina.  Sala ristorante e bar molto eleganti, servizio buono e cucina ottima.

Pranzo in ristorante  a Matale. Cena e pernottamento in albergo.

 

 

Giornata dedicata alla visita di Kandy e del giardino botanico di Peradeniya.

La città di Kandy fu fondata nel XIV secolo e nel 1592 divenne la capitale del regno, grazie alla posizione più facilmente difendibile, dopo che le zone costiere dell'isola erano state conquistate dai colonizzatori portoghesi. Fu soltanto nel 1815 che cadde nelle mani dei conquistatori britannici, che deposero l'ultimo re Sri Wikrama Rajasingha.

Tra i monumenti visitati uno merita una particolare attenzione:  il tempio dove è custodita la reliquia del sacro dente di Buddha (Sri Dalada Maligawa) che sorge in città, all'interno del complesso del Palazzo Reale di Kandy.  Il luogo è uno dei maggiori centri di pellegrinaggio buddhista. Il Tempio del Dente, il santuario buddhista più importante dello Sri Lanka, sorge sulle sponde  del lago e custodisce il leggendario dente del Buddha, giunto a Kandy nel XVI secolo dopo varie peregrinazioni in India e Sri Lanka. Del tempio originario, costruito intorno al 1600, non rimane nulla e il santuario principale del tempio attuale è stato ricostruito e modificato varie volte. Le puja (che durano circa un’ora) si svolgono la mattina e nel tardo pomeriggio e la loro principale attrattiva è la poderosa esibizione di tamburi che accompagna la cerimonia, eseguita per lo più a porte chiuse: al termine della puja la sala del secondo piano, dove è custodita la Reliquia del Dente è aperta al pubblico. Secondo la leggenda, quando il Buddha fu cremato nel 543 a.C. a Kushinagar nell’India del nord, diverse parti dei suoi resti furono tratte in salvo dal fuoco; tra di esse vi era uno dei suoi denti. Nel IV secolo d.C. epoca in cui in India il buddhismo andava perdendo popolarità a fronte della rinascita dell’Induismo, il Dente fu trafugato e portato nello Sri Lanka, nascosto  tra i capelli di una principessa di Orissa. Durante gli anni, il Dente assunse un forte potere politico e iniziò ad essere considerato non solo un’importantissima reliquia religiosa, ma anche un simbolo della sovranità dello Sri Lanka, tanto che fu sempre custodito dai sovrani singalesi nella capitale d’elezione dell’epoca.

Poco distante da Kandy sorge il Giardino Botanico Reale, il Peradeniya Botanical Garden. Il parco custodisce ricche collezioni di piante tropicali quali palme, piante di grandi dimensioni, orchidee e numerosi fiori coloratissimi. Il giardino ha antichissime origini e risale al 1371, ai tempi di Re Wickramabahu III che creò qui la sua residenza reale. Fu trasformato in giardino botanico dai britannici nel 1821 durante il governatorato dell’intraprendente Edward Barnes che vi fece interrare le prime piante di tè dello Sri Lanka nel 1824. Il giardino contiene circa 10.000 alberi.

Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in albergo.

 

Partenza per Nuwara Eliya con sosta per la visita di una piantagione di tè.

All’arrivo sistemazione presso l’Araliya Green Hills Hotel http://araliyagreenhills.com/, elegante struttura in stile coloniale situata in una bella posizione tranquilla e panoramica.

La città più elevata dello Sri Lanka, Nuwara Eliya si trova nel cuore della regione meridionale degli altopiani all’ombra della vetta più alta dell’isola, il Pidurutalagala. La cittadina fu fondata dai britannici nell’Ottocento e continua ad essere indicata come la “Little England” dello Sri Lanka. Pomeriggio dedicato alla visita del Seetha Amman Hindu Temple, un piccolo tempio hindu edificato nel luogo in cui la leggenda vuole che Sita, la moglie di Rama - eroe del grande poema epico indiano “Ramayana” -, sia stata tenuta prigioniera dal re di Lanka, il demone Ravana, e del giardino botanico  di Hakgala.

Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in albergo.

 

 

Al mattino partenza per lo Yala National Park.

Lo Yala National Park è situato nell’angolo sud-est dello Sri Lanka e il safari all’interno dello Yala riesce sempre a regalare emozioni. Lo Yala abbina una riserva naturale integrale ad un parco nazionale, per un’area protetta complessiva di 120.000 ettari circa che comprende macchia, boscaglia, pianure erbose e lagune salmastre. Questa vasta regione di boschi e distese aperte di prateria è la maggiore attrattiva di questo angolo di Sri Lanka e la varietà di fauna è notevole; la  Panthera pardus kotiya, particolare sottospecie di leopardo, esiste solo qui e lo Yala è il posto migliore per avvistarla. Il pomeriggio è dedicato al safari nel parco.

Sistemazione al Jetwing Yala. L’hotel è situato nelle vicinanze del parco, nella cittadina di Tissamaharama e dispone di una Spa e di una accesso privato alla spiaggia.

www.jetwinghotels.com

Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in albergo.

 

Al mattino molto presto trasferimento a Kataragama che, con Adam’s Peak, costituisce il luogo di pellegrinaggio più importante dell'isola. Sosteremo quindi al Ruhunu Maha Kataragama Devalaya, complesso di templi hindù e buddhisti, sorti attorno al sacrario dedicato a Kataragama, divinità guerriera di antichissime origini per la quale si celebrano ancora culti di chiara provenienza animista. Non vi è forse altra divinità locale che meglio incarni la natura sincretica delle tradizioni buddhista e induista dell’isola quanto il poliedrico Kataragama. Questa divinità ha due origini diverse: per i buddhisti singalesi è uno dei quattro grandi protettori dell’isola ed acquisì importanza durante le prime lotte contro i tamil dell’India meridionale. Per i tamil induisti, Kataragama equivale alla divinità superiore di Skanda, figlio di Shiva e parvati e fratello di Ganesh. Buddhisti e induisti vantano leggende che narrano del modo in cui Kataragama giunse nello Sri lanka per combattere contro gli asura. I nemici delle divinità.

Dopo la visita di Kataragama proseguiamo per Galle che visiteremo nel pomeriggio. La cittadina è situata sulla punta sud-occidentale dello Sri Lanka, a 119 km da Colombo. Galle era già un porto molto conosciuto prima dell'arrivo dei Portoghesi nel Sedicesimo secolo, che ne fecero il quartiere generale dei loro traffici fino alla conquista da parte degli Olandesi nel Diciassettesimo secolo. Raggiunto il massimo splendore nel Diciottesimo secolo, venne conquistata dai Britannici che le preferirono il porto di Colombo. Considerata una dei migliori esempi di città fortificata costruita dagli europei in Asia e inglobata nel Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, Galle si scopre percorrendone i bastioni a picco sul mare e addentrandosi nel cuore della cittadella, tra edifici coloniali, negozietti con antichità, piccoli caffè con terrazze e giardini e linde e basse casette dai colori vivaci. Nel cuore dell’abitato sorge una delle chiese protestanti più antiche e significative dell’isola. Al termine della visita proseguimento per Beruwala, uno dei luoghi di villeggiatura dello Sri Lanka.

Pranzo in ristorante, cena e pernottamento all’Hotel Cinnamon Bey, un grande albergo con camere spaziose e dotato di tutti i comfort.

http://www.cinnamonhotels.com/cinnamonbeyberuwala/

 

 

Partenza per il villaggio di Balapitiya, lungo il fiume Madu Ganga. Questo è un buon posto per avvistare i varani e una grande quantità di uccelli, compresa una miriade di coloratissimi martin pescatore. Sono almeno 64 le isole lungo questo tratto di fiume; una di esse ospita un grande tempio buddhista. Dopo 8 km da Balapitiya si arriva nel villaggio di Kosgoda che è uno dei più grandi e storici vivai di testuggini della costa occidentale. Tutte e cinque le specie di tartarughe che visitano le coste dello Sri Lanka depongono le loro uova qui e il Turtle Conservation Project, ha istituito un sistema di ronde comunitarie su un’area di 1 km per proteggere le uova dai furti degli abitanti locali. La cittadina è famosa anche per le sue coltivazioni di cannella.

Ritorno a Beruwala,

Pranzo in ristorante, cena e pernottamento all’Hotel Cinnamon Bey.

 

In mattinata partenza per Colombo dove è prevista la sistemazione al The Kingsbury Hotel www.thekingsbury.lk, grande albergo con vista panoramica sul porto. Dispone di eleganti camere  e tutti i servizi per rendere il soggiorno molto confortevole.

Pomeriggio dedicato alla visita della città. Colombo è una creazione relativamente recente. Situata sul delta del quarto fiume più lungo dell’isola, il Kelani Ganga, la regione di Colombo fu a lungo popolata da mercanti musulmani che, a partire dall’VIII secolo, vi stabilirono un florido commercio. Questo centro acquistò una rilevanza nazionale solo all’inizio del periodo coloniale. Oltre agli edifici coloniali ancora presenti nella capitale, merita una visita il Museo Nazionale, alloggiato in un elegante edificio neoclassico bianco del 1877 che vanta un’ampia e coinvolgente collezione di manufatti che risalgono dalla preistoria all’epoca coloniale.

Pranzo in ristorante e cena in albergo.

 

 

Al mattino presto trasferimento all’aeroporto e partenza con voli di linea per l’Italia via Dubai o altro scalo, secondo la compagnia aerea riconfermata.

Arrivo a Milano Malpensa previsto nel tardo pomeriggio o in serata.


 

 

 

 

1. Mahaweli Reach Kandy  2. Piantagioni di tè  3. Sigiriya

 

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

 L’ordine delle visite ed escursioni in ciascuna località può essere soggetto a variazioni per motivi di opportunità contingenti, senza compromettere le peculiarità del viaggio.I tempi di percorrenza riportati nel programma sono indicativi e dipendono dal traffico/condizioni delle strade/soste fotografiche richieste dal gruppo.Nei templi si entra senza scarpe (si possono indossare calze). Le mance non sono incluse nella quota di partecipazione. Prevedere 80 euro a persona da dividere - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

  • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto Kel 12
  • Il viaggio è ben bilanciato nei tempi, con una durata ideale per evitare  corse affannate
  • Il viaggio tocca sei degli otto Patrimoni UNESCO nel Paese

ESPERTI

  

PAOLO GHIRELLI

  • Dal 18  novembre  2018 al 30  novembre  2018
  

TIZIANA SOLDATI

  • Dal 27  dicembre  2018 al 8  gennaio  2019
  

Esperto Kel 12

  • Dal 10  febbraio  2019 al 22  febbraio  2019
  • Dal 16  marzo  2019 al 28  marzo  2019
  • Dal 26  dicembre  2019 al 7  gennaio  2020

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12