Logo Kel 12 Cultura del viaggio

SICILIA, VAL DI NOTO E PATRIMONI UNESCO

ITALIA

icona orologio 7 GIORNI
minimo 8 massimo 14 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2018

  • Dal   13  ottobre    al   19  ottobre  
  • 2019

  • Dal   18  marzo    al   24  marzo  
  • Dal   29  aprile    al   5  maggio  
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

C’è Siracusa, il centro più importante della Magna Grecia, con il suo Parco Archeologico. E Noto, soprannominata “giardino di pietra” per la magnificenza delle chiese e dei palazzi nobiliari. E ancora: Palazzolo Acreide, città barocca dalle radici greche. E Ragusa Ibla, Scicli e Modica. Tappe di un viaggio alla scoperta di un territorio ricco di cultura e paesaggi bucolici, tra storie e curiosità locali. E che non si limita a ricercare capolavori - continua -

A PARTIRE DA: 1.730 €


ITINERARIO

Arrivo in autonomia all'aeroporto di Catania e trasferimento libero a Siracusa (c'è un bus che collega in 1 ora l'aeroporto a Siracusa. Transfer privato su richiesta).
Sistemazione in Hotel 4* nel centro storico di Siracusa.

Cena libera.

 

Incontro con la nostra guida culturale locale presso la hall dell'hotel.

La mattina visita di Siracusa: per circa due secoli la città più potente del mondo conosciuto. Questa supremazia venne messa in discussione solo dai greci, etruschi e cartaginesi, che tuttavia la città sconfisse, prima di essere successivamente soggiogata da Roma. Oggi, la città vecchia, Ortigia, e il suo grande Parco Archeologico sono tappe essenziali di qualsiasi viaggio in Sicilia. “La città costruita su un isolotto e separata dalla terraferma…è piccola, graziosa, poggiata sulla costa, con giardini e passeggiate che scendono fino agli arenili”.

L'isola di Ortigia, collegata con la terraferma e la città moderna da due strade sopraelevate, è stata il centro di Siracusa per circa 2700 anni. Dopo un periodo di abbandono, questo quartiere ha visto una forte rinascita segnata da progetti di restauro, l’apertura di ristorantini e locali alla moda e piccole botteghe di artigianato che hanno rivitalizzato l'intera area. Lungo la nostra passeggiata vedremo i resti del tempio di Apollo (565 a.C. Circa) il primo in stile dorico ad essere stato costruito dai Greci in Sicilia. Passando da Piazza Archimede arriveremo a Piazza del Duomo con la splendida facciata del Duomo: una delle opere più importanti del barocco italiano, aggiunta dopo il terremoto del 1693 che distrusse quella normanna. Il Parco Archeologico di Siracusa fu costruito molto tempo dopo la fondazione di Ortigia e del resto della colonia. Appena entrati ci troviamo di fronte ad uno dei reperti più importanti: l'ara di Gerona II (241-217 a.C.), ampio altare sacrificale dove si immolavano fino a 350 tori al giorno. Con i suoi 200 metri di lunghezza era il più grande della Magna Grecia. Sopravvissuto in splendide condizioni è il Teatro Greco un anfiteatro sbozzato nella pietra, tra i più grandi e spettacolari del mondo antico.

Iniziato nel VI sec a.C., sebbene la maggior parte della struttura risalga al III sec. a.C., fu ampliato per contenere fino a 15.000 spettatori. In quest'area si trova la Latomia del Paradiso la più estesa della dozzina di cave locali da cui si estraeva il calcare per la costruzione della città antica e per le esportazioni nei vari porti del Mediterraneo. Entreremo nella gigantesca caverna chiamata Orecchio di Dioniso che lascia ancora intuire la dimensione delle cave, utilizzate in passato anche come prigioni.

Cena libera e pernottamento in Hotel 4* a Siracusa.

 

Giornata intera dedicata alla visita di Noto: archeologia barocca e natura, sfarzo architettonico e pittoreschi quartieri popolari sono gli ingredienti peculiari della giornata.

La storia inizia da Noto antica, distrutta dal terremoto nel 1693 che ne decretò il successivo abbandono. Il sito ci permetterà di ricostruire la storia della città per poi arrivare alla città barocca costruita nel '700 dove, passeggiando per le vie del centro, visiteremo i luoghi più suggestivi della perla barocca, ricamata nel tenero calcare mielato:la sua urbanistica arieggia di più delle grandi ville romane, gli accorgimenti, gli squarci improvvisi, le prospettive a perdita d’occhio, le terrazze, gli inviti fanno della città un giardino di pietra”.

 

Per la ricostruzione di Noto furono chiamati grandi architetti, quasi tutti formatisi a Roma e infatti il motivo d'ispirazione è quello del barocco romano, seppur rivisitato. Il risultato superò le attese e la ricostruzione diede vita ad un lavoro stupendo anche se diverso di città in città: dal barocco grigio scuro di Catania, in cui fu utilizzata la pietra lavica, alle luminose architetture di Noto dalla tinta color miele. Una passeggiata sarà l'occasione per godere di questo elegante centro storico su cui si affacciano alcuni dei più bei esempi di barocco siciliano, che valse a questa città l'iscrizione tra i Patrimoni Unesco.

Visiteremo Palazzo Nicolaci di Villadorata, edificio nato come residenza nobiliare urbana della famiglia Nicolaci, la quale ha mantenuto la proprietà di un’ala, cedendone l’altra al Comune di Noto. Il palazzo è decorato da diverse balconate con decorazioni magnificamente realizzate e rinchiuse dalle sinuose inferriate ricurve. Tra le figure delle decorazioni troviamo sirene, sfingi, ippogrifi, cavalli alati ed altro. Tutte queste decorazioni conferiscono una particolare armonia a tutto l’edificio.

Rientro a Siracusa. Cena libera. Pernottamento in hotel 4*.

 

Incontro con la guida nella hall dell'hotel e trasferimento in pulmino privato per la visita della perla degli Iblei orientali: Palazzolo Acreide e poco distante l’antica Akrai. La nostra visita inizia dall’Akrai, uno dei parchi archeologici più suggestivi della zona e prima colonia fondata dai siracusani qui potremo osservare: il teatro, il bouleterion, le latomie dell’intagliata e dell’intagliatella.

La città di Akrai, ubicata ad ovest rispetto alla moderna Palazzolo Acreide, la più antica delle subcolonie di Siracusa, secondo Tucicide, fondata 70 anni dopo la fondazione della madrepatria, si trova nella zona più occidentale dell’altipiano posto tra le due valli del Tellaro a sud e dell’Anapo a nord ed occupava un posto strategico che consentiva il controllo dell’entroterra. L’impianto urbano sembra avere avuto tre fasi edilizie: di età arcaica, di età ellenistica e di età romana. Ad ovest la platea terminava in una piazza, anch’essa pavimentata, mentre sul lato est costeggiava la scena del teatro che era quindi inserito nello schema urbano. Gli scavi archeologici di inizio '800 hanno riportato alla luce il teatro, scoperto nel 1824 da G. Judica a cui si deve lo scavo della scena, dell’orchestra, dei gradini più bassi della cavea, ma anche interventi di restauro e la ricostruzione della cavea fino al dodicesimo gradino. Ad est del teatro sono le latomie dell’Intagliata e dell’Intagliatella. Si tratta di cave di pietra, trasformate di età cristiana e bizantina in sepolcreti ed abitazioni. L’Intagliatella, che ha uno sviluppo ad “I”, aveva anche sulla fronte della latomia degli incavi che alloggiavano delle tavolette o pinakes, con scene relative al culto degli eroi.

Successivamente passeggeremo tra le vie di Palazzolo Acreide, inserita nella lista dei siti Patrimonio Unesco, con i suggestivi scorci e gli edifici barocchi per scoprire i luoghi ed i monumenti più significativi.

Nel cuore della città visiteremo la Casa–Museo Antonio Uccello: il museo ammirato da tutti i forestieri, conserva importanti testimonianze della civiltà materiale e immateriale Iblea.

Rientro a Siracusa. Cena libera. Pernottamento in hotel 4*.

 

Incontro con la guida nella hall dell'hotel e trasferimento in pulmino privato a Vendicari.

In mattinata ci sposteremo a sud per una passeggiata nella Riserva naturale di Vendicari: una facile escursione ci porterà ad attraversate la riserva, ricca di testimonianze archeologiche dove “fra le grandi erbe volteggiano, ondeggiano, galleggiano innumerevoli libellule dalle ali di vetro”. Ingresso centrale della riserva per raggiungere la torre sveva e i resti della tonnara di età ellenistica.

Ci sposteremo ancora più a sud per scoprire Marzamemi, uno dei borghi marinari più belli d'Italia: “al tramonto del sole guardate nella rada, un piroscafo appena arrivato porterà i vostri pensieri verso l’Africa”

Nel pomeriggio visita della villa romana del Tellaro con splendidi mosaici di età imperiale, particolarmente interessante la sala della caccia.

Rientro a Siracusa.

Cena libera e pernottamento in Hotel 4* a Siracusa.

 

Incontro con la guida nella hall dell'hotel e trasferimento in pulmino privato.

Visiteremo Ragusa Ibla che si inerpica “in strade storte, anguste e rovinose dove la piazza è grande, animata e copiosa di eccellenti e vistosi palazzi con la chiesa di San Giorgio che si può annoverare tra gli edifici con un grado di appariscenza e grandezza non comune”.

A seguire visita di Scicli “con le piazze, le strade, gli edifici di ogni maniera che annunziano un notevole grado di pubblica ricchezza”.

Nel pomeriggio Modica “città dove il teatro è il paese, con le sue cento chiese, i suoi campanili, con le sue forme barocche simili alle crete di Caltagirone, odorosa di gelsomino sul far del tramonto nelle tortuose scalinate e nelle piazze dal profilo avventuroso”.

A Modica dolci assaggi di ricami di cioccolato.

Rientro a Siracusa. Cena libera e pernottamento in Hotel 4* a Siracusa.

 

Mattinata libera per il rientro alle città di provenienza.


 

 

 

 

1. il Barocco di Noto 2. Siracusa, Duomo 3. Marzamemi, la Cialoma

 

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

 L’itinerario prevede spostamenti a piedi e passeggiate che non richiedono particolare allenamento.Le soste pranzo si effettuano in pasticcerie, gastronomie o trattorie per gustare i piatti tipici della tradizione locale.L’ordine delle visite potrebbe subire piccole variazioni in funzione degli orari di apertura/chiusura dei vari siti culturali inclusi nel programma. L’aeroporto di Catania è collegato con la città di Siracusa con: 1) bus-navetta (percorrenza 1,30 ora circa), - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

  • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto Kel 12
  • Si visitano numerose località patrimonio Unesco, da Noto a Ragusa fino a Modica
  • Durante il tour, la guida arricchisce l’esperienza con storie e curiosità locali

ESPERTI

  

CORRADO ARATO

  • Dal 13  ottobre  2018 al 19  ottobre  2018
  • Dal 18  marzo  2019 al 24  marzo  2019
  • Dal 29  aprile  2019 al 5  maggio  2019

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12