Logo Kel 12 Cultura del viaggio

TAGANT E ADRAR, COCCODRILLI DEL DESERTO E SABBIE MAURE

MAURITANIA

icona orologio 14 GIORNI
minimo 8 massimo 12 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

Da Matmata, rifugio degli ultimi coccodrilli del deserto, alle barcane e ai piccoli erg di El Katt e Tillyski, ricchi di reperti preistorici. E poi Chinguetti, una delle sette città sante per l'Islam. Infine il Parco Nazionale del Banc d'Arguin, dove le dune del Sahara finiscono per gettarsi nell'Oceano Atlantico. Un viaggio nel cuore della Mauritania, tra i Paesi africani più affascinanti per la bellezza del paesaggio. A bordo di 4X4, per vedere la sabbia declinarsi - continua -

A PARTIRE DA: 2.750 €


ITINERARIO

Partenza da Milano Malpensa con volo di linea su Nouakchott, via Tunisi o Casablanca. Arrivo in tarda serata nella capitale maura. Accoglienza in aeroporto e trasferimento in hotel. Pernottamento.

 

In mattinata partenza sulla strada asfaltata in direzione di Nema, dove piccoli villaggi si susseguono insieme ad accampamenti di nomadi tra dune bianche e rosa. Inizia così la nostra spedizione verso Est, verso il Tagant Nei prossimi giorni esploreremo le zone di Sbebir, un paleo-lago circondato da dune che si infuocano al tramonto, luogo prediletto dai pastori nomadi, risaliremo verso nord in direzione Moudjeria, città in pietra costruita nel 1900 dai francesi. Salendo sul passo di Echtef avremo un bellissimo colpo d'occhio sulla città e le dune da cui è attorniata. Il viaggio continua in direzione di Hussenya, una sorgente d'acqua circondata da palme e vegetazione, che si estende per un chilometro tra due montagne, come un miraggio nel deserto. Quindi Matmata ed il suo canyon, rifugio degli ultimi coccodrilli del deserto. Siamo nel cuore della regione del Tagant… esploreremo l’area prima di proseguire la spedizione verso Tidjidja, capitale della regione, attraverso paesaggi caleidoscopici: laghi sulle sponde dei quali vivono i nomadi pescatori, antichi siti paleo e neolitici, piccole oasi...Infine Rachid.

Campi con pernottamenti in tenda, pensione completa.

 

 

Da Rachid inizia la regione più affascinante, quella che rappresenta maggiormente il deserto nell'immaginario comune: inziano a vedersi grandi cordoni di dune, bianche, gialle o rosa, a seconda dei minerali che le hanno formate. Attraversiamo piccoli erg, scavalcando le barcane con i nostri fuoristrada, spesso fuori pista: le barcane infatti sono dune mobili che con il vento si spostano, obbligando guida e autisti a trovare sempre nuovi passaggi. Le giornate proseguono attraverso paesaggi fantastici: le dune si ricorrono e le possibilità di spunti per le foto sono innumerevoli! Percorrendo questa regione si ha la possibilità di entrare nella preistoria, tanti sono i siti neolotici che troviamo lungo il percorso: attenzione però che tutto deve rimanere sul posto! Da qualche tempo infatti le autorità sono diventate molto rigide e intolleranti per coloro che vogliono portare a casa strumenti litici e preistorici. Ma seguire l'itinerario da un sito preistorico all'altro, trovare una macina tra le dune, un'officina di ferro...sono emozioni uniche che ormai solamente in Mauritania è possibile avere per intere giornate che si susseguono. Come in un  ciclo  di continuità, i nomadi oggi vivono praticamente come i loro predecessori e quasi sempre nei pressi di antichi siti. Anche l'incontro con queste famiglie è un'esperienza indimenticabile, grazie all'ospitalità dei Mauri. Da Bu Abum lasciamo le dune per salire sulla falesia, cambiando completamente il paesaggio. Raggiungeremo infine Cinguetti, una delle sette città sante per l'Islam, dove si conserva uno straordinario patrimonio di manoscritti, che i proprietari si tramandano ormai da centinaia di anni, e dove finalmente possiamo assaporare il comfort di un auberge e una doccia calda. Campi con pernottamenti in tenda. A Chinguetti  pernottamento in auberge. Pensione completa.

Nb: la capacità ricettiva degli auberge è molto limitata quindi, a seconda del numero di partecipanti, il gruppo potrebbe essere suddiviso tra due differenti auberge. Il vostro capo spedizione deciderà per la migliore soluzione possibile

 

 

Al mattino partiamo in direzione di Terjit, visiteremo l'oasi con sorgenti naturali, e proseguiremo poi alla scoperta della Valle Blanche, percorrendo un oued, fiume a carattere torrentizio, tra la falesia e cordoni di dune. La spedizione continua alla volta di Benishab, un piccolo villaggio da cui si estrae acqua minerale che viene imbottigliata e distribuita in tutto il paese. Questo è il percorso obbligatorio per raggiungere il Banc d'Arguin, un altro gioiello del paese, uno dei parchi ornitologici più importanti al mondo. Campi e pernottamenti in tenda. Pensione completa.

 

Per colui che viene dal deserto ed un profumo ben noto: è l’Oceano, nuove emozioni, un altro mondo, dove si danno battaglia il giallo delle dune dalle creste imbiancate di conchiglie ed il blu molto scuro, quasi nero dei flutti. Si deve attendere che la marea si ritiri per poter correre con i veicoli sulla battigia dove la sabbia imbevuta è compatta e fornisce uno stupendo fondo stradale

 Il Parco Nazionale del Banc d'Arguin, nasce negli anni '70, si tratta di una vasta area della costa settentrionale della Mauritania. Le dune del Sahara giungono fino all'Atlantico, dando vita ad un contrasto spettacolare tra la sabbia bianca e gialla e il mare blu. Il modo migliore per raggiungere il Parco Nazionale è sicuramente quello di percorrerne la battigia, con le onde dell'oceano che lambiscono le ruote dei fuoristrada ma solo durante la bassa marea, se c'è l'alta marea non resta che aspettare! Il Banc d'Arguin è habitat ideale per migliaia di uccelli marini dell'emisfero australe e boreale, come gabbiani, cormorani, pellicani e fenicotteri. Questi si radunano proprio qui, sulla costa atlantica, per svernare e perché è uno dei tratti più pescosi dell'Atlantico. Ci sono anche foche, delfini e tartarughe. Nel Banc d'Arguin si trovano diversi villaggi di pescatori Imraguen, un'etnia che anticamente si è stabilita in questa zona. I Mauri invece, essendo nomadi, non praticavano la pesca e questo ha reso possibile agli Imraguen di ritagliarsi un loro spazio e di basare la loro sussistenza sulle tradizionali tecniche di pesca. Dedicheremo alcune ore ad un’escursione in barca su una delle isole e in fuoristrada raggiungeremo il villaggio di pescatori Imraguen di Iwik. Pernottamenti in campi tendati con tende Maure. I campi possono essere con o senza bagni e con o senza acqua. Il capo spedizione provvederà all'approvvigionamento dell’acqua per lavarsi.

 

 

 

 

Il 13° giorno arrivo a Nouakchott. Posata la prima pietra il 5 marzo 1958, la capitale del paese ha cominciato ad essere edificata a partire dal 1960 e la sua costruzione si può considerare ancora in completamento, dunque non presenta un grande interesse architettonico. Notevole invece l’animatissimo “port de pêche” e l’artigianato: tappeti di lana di cammello e montone bianca, beige, marron, grigia e nera dai disegni tradizionali molto sobri, stuoie finemente ricamate, oggetti e gioielli in osso ed ebano preziosamente intarsiati con fili d’argento, cofanetti incrostati d’argento cesellato. Cena libera. Pernottamento in hotel.

 

 

Trasferimento al mattino presto in aeroporto e partenza con volo di linea di rientro in Italia via Casablanca o Tunisi. L’arrivo a Milano Malpensa nel pomeriggio.

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

Viaggio in regioni poco battute, occorre preventivare eventuali disguidi e ritardiI trasferimenti sono effettuati con auto fuoristrada 4x4 Toyota Hilux dove trovano posto 3 passeggeri più l’autista – posto finestrino garantito. Per ragioni tecnico-operative l'itinerario potrà essere invertito o modificato dalla guida sul posto se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppoTrattasi di un viaggio spedizione ove il focus non è nell’accommodation bensì nel voler essere in certi - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

  • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto Kel 12
  • I trasferimenti sono effettuati con mezzi 4X4, dove trovano posto 3 passeggeri più l'autista
  • Kel 12 è stato il primo operatore a tornare in Mauritania nel 2015

 

 

GALLERY

Richiedi preventivo









Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12