Logo Kel 12 Cultura del viaggio

Simona Quaglia

Simona Quaglia

A 17 anni è andata a vivere per un anno in Alaska, esperienza che le ha cambiato radicalmente la vita. Al rientro, desiderosa di conoscere altre culture e lingue, ha intrapreso un percorso di studi in Lingue e Letterature Orientali, laureandosi in Hindi e Sanscrito all'Universita' di Ca' Foscari. Dopo un primo viaggio in India ne ha fatti diversi altri, afflitta da un amore smisurato per il Subcontinente Indiano. Dopo aver vissuto per quasi un anno in India, nel 2005 è rientrata in Italia e ha cominciato a collaborare con diversi Tour Operator Italiani occupandosi di programmazione viaggi in India ed in Africa. Nel 2006 ha affrontato il suo primo viaggio in Botswana, seguito da diversi viaggi in Namibia, Sudafrica, Mozambico, Zambia e Kenya. La passione per la natura, gli ecosistemi incontaminati, la fauna di questi paesi diventa ad un certo punto così prepotente che nel 2010 si trasferisce a vivere in Botswana e lavora per una società che possiede diversi campi tendati di lusso nel Makgadikgadi Salt Pans.

Ha avuto la fortuna e il privilegio di essere stata a contatto per diversi anni con l'enciclopedica conoscenza a livello naturalistico, antropologico (e molto altro) con quella che viene definita a livello internazionale "la migliore guida vivente per il safari" e questo ha influito molto sulla sua conoscenza e passione per il bush.

Per Simona c'è un momento speciale nella savana – al calare del sole, quando il polmone verde del mondo smette di produrre ossigeno e si addormenta.
In quell'attimo tutto si ferma e l'odore intenso e delizioso del bush impregna l'aria. Quei 5 minuti sono pura, intensa comunione con la natura, risveglio di un ancestrale istinto di appartenenza.