CUBA LIBRE

CUBA

  • CUBA LIBRE

    CUBA

    Viaggi Su misura
    Durata 11 giorni
    Partecipanti minimo 2  partecipanti
    Partenze validità dal 1  gennaio  2021 al 31  dicembre  2023

    PREZZO BASE PER 2 PERSONE:  

    3.360€

    PREZZO BASE PER 4 PERSONE:  

    2.860€

    c

    Cuba

    CUBA LIBRE

    Un itinerario per capire lo spirito della vita di questa isola caraibica, senza pregiudizi o banali certezze. La Habana, la più grande e più bella delle capitali caraibiche. Con il suo centro storico (“La Habana Vieja”) dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. La Valle dI Viñales dove si coltiva il miglior tabacco del mondo, Cienfuegos, cittadina neoclassica chiamata la “Perla del Sud” genuina e allegra anima caraibica, Trinidad, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco per lo splendido centro coloniale, perfettamente conservato e infine avremo il tempo di concederci un po’ di relax sulle spiagge bianchissime di Cayo Santa Maria prima di rientrare all’Habana.

    Ascolta ora la puntata di "Frammenti di Viaggio", il podcast di Kel 12, dedicata a Cuba.

    Personalizza il tuo viaggio

    Rendilo unico scegliendo i sapori, le esperienze e gli hotel selezionati dai nostri esperti

    Itinerario di viaggio

    Arrivo a l’Avana, incontro con il nostro assistente parlante italiano e trasferimento in hotel, sistemazione e pernottamento. 
    Prima colazione in hotel, incontro con la nostra guida parlante italiano e intera giornata dedicata alla visita del centro storico dell'Avana.Avana la capitale e maggior polo turistico e centro culturale di Cuba. Iniziamo le visite dal Campidoglio Nazionale, riaperto dopo lavori di restauro. Si tratta di uno degli edifici più emblematici della città, simile al Campidoglio di Washington DC, ma molto più ricco nei dettagli. E’ sede del Ministero della Scienza e dell'Ambiente.  Un’ampia scalinata conduce all’interno. Ci soffermeremo al famoso chilometro zero, la Sala de los Pasos Perdidos al centro della quale si erge la Statua della Repubblica, la Camera dei deputati. Il Teatro Marti, ubicato di fianco, è un altro bellissimo edificio degno della nostra attenzione. Dopo decenni di chiusura è stato riaperto mantenendo la sua semplicità e lo stile romanico. Fu inaugurato nel 1884 e grazie alla sua posizione e all’ottima acustica, ottenne una grande popolarità. Sede delle “zarzuelas” cubane, commedie musicali che hanno preceduto i cabaret, è diventato il "teatro bufo”, la satira usata per deridere spesso le autorità durante l’epoca coloniale. Il Gran Teatro dell’Avana, che osserviamo dall’esterno, è la sede della Scuola di Balletto Classico Cubano, riconosciuto al mondo tra i migliori. Nel pomeriggio ci recheremo presso il Centro d’Informazione dello Storiografo della città dove incontreremo lo specialista che ci illustrerà il progetto sociale e sostenibile che si sta sviluppando nel centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.  Si proseguirà a piedi verso la Plaza de Armas; la Plaza de la Catedral con la sua meravigliosa costruzione barocca sede dell'Arcidiocesi di San Cristóbal de la Habana;  la Plaza Vieja dotata di una complessa architettura urbana; la Plaza de San Francisco ricavata da un'antica insenatura ricoperta dall'acqua della baia e dedicata a San Francesco D'Assisi. Al termine delle visite potete concludere al meglio la nostra giornata sorseggiare un Daiquiri ghiacciato al celebre “Floridita”, storico bar e ristorante de La Habana del quale anche Hemingway era diventato assiduo frequentatore. Rientro in hotel e pernottamento.
    Prima colazione in hotel. Intera giornata libera all’Avana, consigliamo un walking tour in autonomia ripercorrendo con i vostri tempi le piazze e gli angoli del centro storico e vi suggeriamo verso il tramonto di raggiungere il Malecon attraverso il Paseo del Prado.  Oppure potrete seguire un vostro percorso attraverso i luoghi non esplorati durante la visita guidata.   Museo Nazionale delle Belle Arti, ventiquattro sale in cui si espongono collezioni d’arte antica, opere di maestri di tutti i tempi ed esposizioni temporanee Palazzo Presidenziale, un edificio neoclassico costruito ai primi del 1900 e decorato da Tiffany & Co che fu sede del governo prima e dopo la Rivoluzione. Il palazzo venne dichiarato Monumento Nazionale e divenne il domicilio permanente del Museo della Rivoluzione nel 1974.   All’Habana Vieja rione popolare di Cayo Hueso, il Callejon de Hammel che è il cuore della cultura afro-cubana nella  capitale. Unico nella sua singolarità, dal 1990 offre una galleria d'arte a cielo aperto; un’esplosione di colori dell’artista Salvador Gonzales.   Museo del Rhum della Fondazione Havana Club per conoscere il processo di produzione dalle piantagioni di canna da zucchero alle celebri bottiglie di rhum cubano. Possibilità di una degustazione verticale di rhum, per comprendere la diversità di profili aromatici di questa bevanda, a seconda del tipo di distillazione e dell'invecchiamento.  Plaza de la Revolucion, dove hanno luogo i raduni e comizi politici tenuti da importanti figure politiche tra cui Fidel Castro. Nella piazza si trovano gli edifici di varie istituzioni locali, tra cui il palazzo del Ministero degli Interni sulla cui facciata dominano le iconiche gigantografie dei due eroi della rivoluzione cubana: Che Guevara e Camilo Cienfuegos.  Cristo de La Habana, imponente scultura realizzata da una scultrice cubana con marmo di Carrara e che dall’alto della collina domina la sottostante baia con il “Complejo Morro-Cabana”, costituito dal “Castillo” e la “Fortaleza San Carlos de La Cabana”, questo pittoresco complesso di fortezze sul mare anticamente aveva la funzione di difendere la città da attacchi di pirati e corsari, attratti dalle ricchezze trasportate dalle navi spagnole. Palacio de los Capitanes Generales (“Museo de la Ciudad”), edificio risalente al 1791 ed ex sede del Governo di Cuba, ancora oggi uno dei meglio conservati e più belli della città. Qualche idea per la sera: Per sentire il calore della città e per entrare nel suo spirito, vi suggeriamo di raggiungere al tramonto il lungo Malecon e successivamente dirigervi alla mitica Bodeguita del Medio per assaporate un mojito coi fiocchi. Per la cena possiamo prenotare attraverso il nostro corrispondente “La Guarida”, un Paladar (ristorante locale) servito da set per le riprese del famoso film cubano “Fragola e cioccolato”. Tra rampe di labirintici “comedores” qui hanno cenato tante personalità internazionali di rilievo, dotata di un particolare e ricca cucina nonché con una assoluta atmosfera, rimarrà indelebile nel ricordo. Trasporto e cena a “la carte” sono esclusi dal servizio di prenotazione. 
    Colazione in hotel. Partenza in auto alla volta della Valle de Viñales, la provincia più occidentale di Cuba dove si coltiva il miglior tabacco del mondo. Durante il viaggio sarà possibile ammirare vallate di palme, tra cui le palme reali (albero nazionale di Cuba). Sosta al “Mirador Los Jazmines”, miglior punto panoramico per godersi una vista mozzafiato su tutta la splendida valle di Vinales disseminata di bellissimi "Mogotes",  formazioni rocciose con le pareti verticali e la parte superiore arrotondata, uniche a Cuba. Un vero paradiso naturale, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Nella parte bassa della valle si possono trovare campi sterminati di coltivazioni di tabacco ed è proprio qui che faremo tappa a un “Despalillo del Tabaco”, luogo in cui viene tolta la venatura centrale alle foglie di tabacco nel processo di produzione dei famosi sigari cubani. Nella zona potremmo ammirare il sorprendente e variopinto “Mural de la Prehistoria”, dipinto sulla pendenza di uno dei numerosi “mogote” (colline) della regione, spicca questo enorme murales (alto 120m e largo 80) raffigurante dinosauri, mostri marini, serpenti e umani a simboleggiare la teoria dell’evoluzione. Sistemazione in hotel e pernottamento. 
    Dopo la colazione di buon mattino incontro con la guida e partenza per Cienfuegos, arrivo in tarda mattinata, sistemazione in hotel e resto della giornata dedicato alla visita della città. Cienfuegos con il suo nucleo urbano architettonicamente omogeneo, ricco di facciate classiche ed esili colonne che creano un'atmosfera che ricorda la Francia del XIX secolo.  Conosciuta per la sua bellezza anche come la “Perla del Sud”, questa piccola cittadina armonizzata da una genuina e allegra anima caraibica è anche la culla di Benny Morè, musicista cubano per eccellenza. Si visiterà il suo variopinto e caratteristico Centro Storico percorrendo le sue strette stradine lastricate e viali eleganti, costeggiati da edifici coloniali in cui risaltano le tonalità del verde e turchese, passando dal Teatro Tomàs Terry, l’Arco di Trionfo, l’Edificio del Governo, il Collegio di San Lorenzo e la Cattedrale e concludendo nella zona residenziale di Punta Gorda che si trova spostandosi verso la costa e dove si possono vedere magnifiche ville signorili in perfetto stile art nouveau costruite nei primi del Novecento tra i quali il “Palacio de Valle” meraviglioso edificio commissionato nel 1917 dallo spagnolo Acisclo del Valle Blanco che combina e fonde perfettamente gli stili architettonici barocco e moresco. Qui non può mancare una sosta sulla terrazza del ristorante, da dove potrete godere di una meravigliosa vista panoramica mentre sorseggiate un dissetante mojito. Rientro in hotel e pernottamento.
    Dopo la colazione incontro con la guida e partenza per la città museo di TrinidadPatrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1988, che con le sue fastose case e palazzetti ben conservati di influenza barocca e neoclassica abbelliti da portoni in legni preziosi, balconi ornati e tegole dal peculiare colore rosso, risalta con il suo splendore originale come cittadina. Arrivo e giro orientativo della “città coloniale di Cuba dai mille colori” in cui potrete entrare nell’anima del popolo cubano e toccare con mano la storia che plasma questa isola. Tappa alla “Taberna la Canchanchara”, bar rinomato per l’omonimo cocktail della casa (ottenuto con rum, limone, miele e acqua) e dove spesso si può assistere a jam session e prendere parte a balli improvvisati. Sistemazione in hotel. Tempo libero a disposizione e pernottamento.
    Colazione, incontro con la nostra guida e gran parte della giornata dedicata alla visita di Trinidad. Partenza per la visita della città coloniale passando per la Chiesa e Piazza di Santa Anna, la Chiesa ed il Convento di San Francisco de Paula, l’Ermita de la Popa, il Cabildo de los Congos Reales de San Antonio, la Casa de Aldemán Ortiz (oggi Galleria d’ Arte), la ben conservata Plaza Mayor, la chiesa della Santissima Trinidad e le ceramiche di Taller Alfarero che è la fabbrica dove operai esperti producono le caratteristiche ceramiche trinitarie. Ingresso al Museo Romantico che è il primo museo inaugurato nella città e anche uno dei palazzi più belli dell’isola, e visita anche al Museo Municipal che conserva importanti testimonianze della storia della città. Così come il centro città, meritano di essere esplorati anche i suoi dintorni. Nello specifico, faremo tappa alla “Valle de los Ingenios”, dalle cui piantagioni di canna da zucchero e tabacco deriva la prosperità di Trinidad. In queste terre transitarono oltre 30.000 schiavi africani per lavorare nei diversi campi e zuccherifici dell’area. La “Torre Manaca Iznaga” è una delle principali attrazioni della valle, situata nell’omonima piantagione, che con i suoi 44 m aveva la funzione di sorvegliare gli schiavi al lavoro e radunarli lì sotto al suono della campana. Oggi è possibile salire in cima alla torre e ammirare il panorama circostante. Nel pomeriggio rientro i hotel e tempo libero a disposizione.
    Colazione in hotel e partenza per Cayo Santa Maria. Sosta lungo il percorso a Santa Clara, sebbene non sia una città architettonicamente interessante è una tappa inevitabile per il suo valore storico e simbolico. È a Santa Clara che vennero segnate definitivamente le sorti della rivoluzione cubana. La battaglia che vi si svolse dal 29 dicembre al 1 gennaio 1959 e che vide la sconfitta delle truppe governative di Batista da parte di quelle rivoluzionarie guidate d Ernesto Guevara, è sintetizzata dalla rocambolesca conquista del treno che portava munizioni e rinforzi ai governativi, oggi visibile nel museo a cielo aperto che si trova a nord est della città. E’ proprio per questo che la città fu scelta per ospitare il mausoleo di Che Guevara, che raccoglie le spoglie del rivoluzionario e di altri suoi compagni combattenti, uccisi nel 1967 durante il tentativo di stimolare una rivolta armata in Bolivia. Le spoglie del Che furono riconsegnate dalla Bolivia nel 1997. Il luogo è uno di quelli dove meglio si respira la storia degli ultimi cinquant’anni dell’isola. Una distesa imponente e l’immensa statua del Che accolgono i visitatori. Prima di lasciare Santa Clara faremo una breve visita panoramica della cittadina e della sua piazza principale che ospita una delle più importanti chiese dell’isola. Al termine si prosegue per i Cayos incrociando per Remedios, piccola e tranquilla cittadina coloniale situata nella provincia di Villa Clara che possiede un ricco patrimonio storico e culturale riconosciuto dall’UNESCO. Arrivo a Cayo Santa Maria, sistemazione al resort e tempo libero a disposizione. Pernottamento.
    Intera giornata libera a disposizione da passare in questo piccolo ma sublime lembo di terra, tra litorali di sabbia bianchissima e acque cristalline collegato alla grande isola da una strada rialzata, dove il blu cielo si confonde con quello del mare.Cayo Santa Maria fa parte dei “Jardines del Rey”, arcipelago dichiarato Riserva della Biosfera dall’UNESCO e che un tempo era usata da pirati e corsari come punto d’acceso per l’attracco illegale di navi negriere. Relax e tempo libero. Pernottamento Qualche idea alternativa al completo relax Giornata in Catamarano (escursione collettiva):  Ore 8.30 dalla marina del cayo imbarco su catamarani d’ultima generazione navigando tra gli isolotti dei “Jardines del Rey”,  riconosciuto per il suo colore e i fondi marini. Visita durante la traversata, alla nave San Pascual, barca incagliatasi durante la prima metà del secolo XX. Durante la navigazione Open bar di bevande e cocktail nazionali. Nell’escursione sono inclusi il pranzo a base di aragosta e un piccolo rinfresco durante il tragitto. Tempo libero per bagni, snorkeling e relax,  prima del rientro a vela intorno alle 16.30 al resort.
    Colazione in hotel e mattina a disposizione per le ultime attività balneari. Entro le ore 12h00 trasferimento privato senza guida verso la capitale. Arrivo e sistemazione in hotel.
    Colazione in hotel e mattina a disposizione per le ultime passeggiata libere all’Avana. Rilascio della camera entro le 12 e trasferimento privato in aeroporto in tempo utile secondo il vostro piano voli e rientro in Italia. 

    Perché con noi

    • Quarant’anni di esperienza in spedizioni e viaggi culturali
    • Staff locale gestito direttamente
    • Guide e assistenti in loco
    • Contatto per le emergenze h24 in italiano
    • Pianificare il tuo viaggio “on demand” con i nostri Specialist, risorse interne al nostro staff che conoscono molto bene la destinazione e che metteranno a disposizione la loro professionalità al servizio dei clienti. Un servizio che non tutti possono offrire “on demand” e che noi mettiamo a disposizione on line su appuntamento.
     

    Approfondimenti di viaggio

      Cuba è un Paese complesso, con una situazione economica e tecnologica particolare (Internet praticamente non c’è); culturalmente e storicamente ricco e finanziariamente povero. Sebbene sia da anni una meta di turismo soprattutto per quanto riguarda il mare, le infrastrutture turistiche, al di fuori della capitale e delle spiagge, sono poche e spesso avrebbero bisogno di una buona manutenzione. Il Paese sta vivendo un momento storico di grande apertura e c’è molto interesse [...]