DESERTO DI ATACAMA E PATAGONIA CILENA

CILE

  • DESERTO DI ATACAMA E PATAGONIA CILENA

    CILE

    Viaggi con Esperto
    Durata 13 giorni
    Partecipanti minimo 10 massimo 12  partecipanti
    Partenze
      2024
    • Dal 8  ottobre  al 20  ottobre  
      Iscrizioni aperte
    • Dal 27  dicembre  al 8  gennaio  
      Garantita

    A PARTIRE DA:  

    6.390€

    Cile

    DESERTO DI ATACAMA E PATAGONIA CILENA

    Il Cile: un Paese lungo e sottile in cui la Natura ha concentrato ogni sua estrema bellezza. Arido e ghiacciato. Bagnato dall’acqua e bruciato dal fuoco dei vulcani. Un Paese che inizia con un deserto e finisce con ghiacciai millenari e  stretti che uniscono oceani, una miriade straordinaria di paesaggi che si alternano dal deserto di Atacama sino alla Patagonia.

    Dalla capitale Santiago voliamo nel “profondo” nord per il deserto di Atacama, tra i più aridi al mondo. Il paesaggio cambia totalmente dispiegandosi in rocce, vulcani, laghi salati abitati dai fenicotteri, pianure di cespugli impavidi che sfidano vento e calura, colline di cactus giganti e pascoli attraversati da tenere vigogne. San Pedro, piccolo villaggio di casette in adobe e strade sterrate, mantiene un sapore di autenticità e fa da base logistica per le escursioni. A El Tatio, il campo geotermico più alto del mondo, Madre Natura si esibisce in un’anteprima del purgatorio dantesco. Acqua che ribolle dalle viscere della terra e sbuffi di vapore… ci si va all’alba, quando la temperatura è bassa e il freddo condensa il vapore in colonne spettacolari.

    Itinerario di viaggio

    Partenza da Milano Malpensa con volo di linea per il Cile con scalo intermedio. Arrivo nella notte a Santiago del Cile. Pasti: a bordo.  
    Arrivo nelle prime ore del mattino a Santiago del Cile. Accoglienza da parte dell’organizzazione locale e partenza verso la costa per raggiungere la graziosa cittadina di Valparaiso attraverso la Valle Curacavi, famosa per la produzione di formaggi e della “chicha”, il succo d’uva fermentato. Arrivo in città e sistemazione in hotel per qualche ora di riposo dopo il lungo viaggio. Dopo il pranzo libero, incontro con la guida e inizio delle visite. Percorrendo la strada che costeggia il mare, arriviamo a Viña del Mar, chiamata anche "la città giardino" per i suoi bellissimi spazi verdi e ornamenti floreali. Rientro a Valparaiso e visita dei suoi quartieri più caratteristici. Valparaiso, fondata nel XVI secolo e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2003, si sviluppa su colline alle quali si accede attraverso un saliscendi di strade strette, lunghe scale e vari ascensori costruiti tra la fine del secolo XIX e inizi del XX. E’ caratterizzata da case variopinte che formano un paesaggio irresistibile per gli amanti della fotografia. Al termine della visita, rientro in hotel e pernottamento. Pasti: colazione a bordo, pranzo incluso e cena liberi. 
    Dopo la prima colazione, rientro a Santiago del Cile e visita della capitale cilena, fondata nel 1541 dal conquistatore spagnolo Pedro de Valdivia. Partendo dalla Cattedrale, si prosegue con il Palacio   de la Moneda, progettati entrambi dall’architetto italiano Gioacchino Toesca fatto venire appositamente dall’Italia; si continua con i quartieri più tradizionali del centro storico e il Patio Bellavista, zona bohémien che fonde architettura coloniale con negozi e vivaci locali alla  moda, frequentati giorno e notte. Terminata la visita, raggiungeremo il nostro hotel per il pernottamento. Pasti: colazione in hotel, pranzo incluso e cena libera. 
    Prima colazione e trasferimento in aeroporto in coincidenza per il volo per Calama, una cittadina al centro di un’area mineraria, da dove iniziamo il trasferimento in pulmino di un centinaio di chilometri fino a San Pedro de Atacama. La cittadina di San Pedro, investita da un rilevante flusso turistico, si trova in posizione strategica per visitare i luoghi più iconici del Norte Grande cileno e sarà dunque la nostra base per i prossimi giorni. La strada sale progressivamente finché all’orizzonte appare l’oasi di San Pedro de Atacama a 2.400 metri di altitudine, in uno dei deserti più aridi della terra ai piedi del Volcán Licáncabur. Arrivo e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio si effettua l’escursione alla Valle della Luna, dove gli agenti atmosferici hanno modellato il territorio in forme policrome e bizzarre. Attesa del tramonto e della magia delle sue luci sul deserto di Atacama, in prossimità di una immensa duna di sabbia color grigio cenere. Rientro a San Pedro e pernottamento.Pasti: colazione in hotel, pranzo libero e cena in hotel.   
    Dopo la prima colazione, partenza per la visita del sito di Pukará de Quitor, del XII secolo. E’ un’ importante fortezza difensiva della cultura Atacameña, situata a 3 km di distanza. Al termine, partenza per il sud di San Pedro, dove si trova la comunità atacameña di Coyo, insediamento risalente a circa 2.500 anni fa, le cui costruzioni circolari in fango con  tetti di paglia, rendono questo luogo uno dei siti archeologici più impressionanti di San Pedro de Atacama. Rientro nel pomeriggio a San Pedro de Atacama e pernottamento. Pasti: colazione in hotel, pranzo a box lunch e cena libera.  
    Partenza di buon mattino (verso le 7) per l’escursione al Salar de Atacama, una immensa distesa di sale di rara bellezza che si estende su una superficie di circa 300.000 ettari, per una larghezza di circa 100 km. All’interno del Salar si trova la laguna Chaxa, habitat ideale per i fenicotteri rosa e in questo luogo incantevole si farà la prima colazione. Si prosegue poi per le lagune di Miñiques e Miscanti che si trovano all’interno della ‘Reserva Nacional de los Flamencos’ a circa 4.300 m., due piccoli laghi splendenti coronati da vulcani e alimentati da fiumi sotterranei. Il colore blu cobalto delle acque contrasta con il rosso della terra., testimonianza del colossale fenomeno orogenetico che ha portato alla formazione delle Ande, dal Cile al Perù, creando ambienti simili anche a distanza di migliaia di chilometri. Si prosegue per il pittoresco villaggio di Socaire e poi per Toconao, un piccolo “pueblo” coloniale interamente costruito in liparite, una pietra di origine vulcanica. Rientro in hotel in serata e pernottamentoPasti: colazione in corso di escursione, pranzo in ristorante locale e cena libera.  
    Partenza prima dell’alba per i Geyser del Tatio, ambiente dalla bellezza surreale a 4.300 mt di altitudine: geyser, fumarole e piscine naturali di acqua calda bordate da residui salini colorati. E’ proprio il mattino il momento migliore per osservare, nell’azzurra limpidezza dell’altopiano, i fenomeni dovuti all’intensa attività vulcanica sotterranea, prima che i venti mattutini disperdano il vapore delle fumarole. Colazione in corso di escursione. Di ritorno, tempo a disposizione permettendo, si visiterà il pueblo di Machuca. Partenza per l’aeroporto di Calama per il volo per Santiago del Cile. Arrivo e al termine delle operazioni di sbarco a piedi raggiungiamo autonomamente il nostro hotel di transito in aeroporto in quanto domani mattina il volo per la Patagonia parte al mattino presto. Pernottamento.Pasti: prima colazione inclusa, pranzo e cena liberi.  Nota: l’ordine delle visite previste ad Atacama potrà subire una variazione in base alle condizioni climatiche della zona.  
    Il primo volo per Puerto Natales ci permetterà di sfruttare al meglio la nostra prima giornata in Patagonia. Colazione al sacco e imbarco sul volo delle 5.40. Intorno alle 09.00 raggiungiamo il capoluogo della dodicesima regione cilena quella denominata di Magellano e dell'Antartide Cileno. Partenza immediata per il Parco Nazionale Torri del Paine, un ambiente incontaminato dove le caratteristiche cime appuntite dei “Cuernos” del Paine si stagliano a incorniciare il paesaggio. Il parco comprende 242.000 ettari di sconfinati spazi aperti punteggiati da specchi d'acqua turchesi, foreste rigogliose, vivaci torrenti, ghiacciai e impetuose cascate. All'istituzione del Parco avvenuta nel lontano 1959 è seguita la dichiarazione dall'UNESCO come Riserva della Biosfera Mondiale nel 1978. Nell'area protetta vivono infatti volpi, guanachi, lepri, picchi, aquile, condor.e molte altre specie. Dedichiamo la giornata a un tour panoramico dei luoghi più suggestivi del parco. Il Lago Sarmiento, che deve il suo nome all'esploratore spagnolo Pedro Sarmiento de Gamboa, è uno specchio d'acqua dalla colorazione blu intensa che regala una splendida vista sulle guglie granitiche in lontananza. Il Lago Nordenskjold, dalle acque color smeraldo, lambisce la base delle colline ed è la sorgente delle spettacolari e roboanti acque del Salto Grande, che precipita verso il Lago Pehoe. La scena è racchiusa e dominata dalle tre maestose torri che formano il gruppo del Paine: enormi monoliti di granito erosi dal ghiaccio, dall’acqua e dai venti, le cui cime sono spesso incappucciate dalle nuvole. La Laguna Grey, punteggiata da piccoli e grandi iceberg dalle sfumature celesti alla deriva e l’omonimo ghiacciaio Grey sullo sfondo. Arrivo in serata in hotel e pernottamento. Pasti: prima colazione al sacco, pranzo in ristornate locale e cena libera. 
    Prima colazione e mattinata a disposizione per attività individuali o per la navigazione facoltativa sul Lago Grey alla scoperta dell’omonimo ghiacciaio, da cui si staccano pezzi di ghiaccio che si possono osservare alla deriva sulle acque del lago (costo dell’escursione su richiesta da prenotare e saldare al momento della conferma del viaggio). Nel pomeriggio rientro in pulmino a Puerto Natales con sosta alla grotta di Milodon, un insieme di caverne, considerate Monumento Naturale, dove nel 1896, furono scoperti i resti di animali preistorici, tra cui il celebre Milodon, una sorta di gigantesco bradipo vissuto probabilmente nel Pleistocene superiore. Arrivo in hotel in serata. Pasti: prima colazione inclusa, pranzo e cena liberi. 
    Puerto Natales, cittadina di oltre ventimila abitanti dell'estremo sud del Cile, è situata su una riva del Canal Señoret, uno degli innumerevoli canali dell'Oceano Pacifico che si insinuano tra le remote montagne della Patagonia, tra il Golfo Almirante Montt ed il Seno de Última Esperanza. La zona era abitata già almeno seimila anni fa dalla popolazione Kawesqar, ma fu scoperta dagli europei solamente a metà del XVI secolo grazie all'esploratore spagnolo Ladrilleros, in cerca di un passaggio per lo Stretto di Magellano. Tre secoli più tardi gli inglesi si addentrarono nuovamente nei canali della regione e sul finire dell'Ottocento iniziarono a stabilirsi i primi coloni provenienti dal Vecchio Continente. Al principio del XX secolo Puerto Natales divenne un importante centro per l'allevamento ovino e bovino, ma la sua importanza è divenuta sempre maggiore con il passare degli anni soprattutto grazie all'afflusso turistico dato dalla presenza, nelle vicinanze, di luoghi di straordinaria bellezza come il Parco Nazionale Torres del Paine, ma anche dalla prossimità allo spettacolare Parco Nazionale Los Glaciares, aldilà della frontiera, in Argentina. E' quindi la natura la grande attrazione di Puerto Natales e oggi ne avremo un primo assaggio, ripercorrendo parte della rotta percorsa dall’esploratore Ladrilleros. Di buon mattino trasferimento al porto e inizio della navigazione verso il fiordo Ultima Speranza. La rotta è suggestiva ed emozionante e offre la visione dei maestosi picchi ricoperti da ghiacciai, delle foreste dal verde intenso, e se si è fortunati si può avere la possibilità di ammirare i leoni marini stesi sulle rocce, cormorani e condor che spiegano le loro ali e sfiorano le cime innevate. Il ghiacciaio Balmaceda si trova a un’altezza di 2035 metri mentre il ghiacciaio Serrano è caratterizzato da una sorprendente laguna, dove galleggiano giganteschi iceberg e il ghiaccio è di un colore blu intenso. Sbarco al ghiacciaio Serrano e inizio della breve passeggiata che ci porterà a osservare le monumentali pareti di ghiaccio. Nel pomeriggio rientro in albergo. Pernottamento in hotel. Pasti: prima colazione inclusa, pranzo in corso di escursione e cena libera.  Nota: l’ordine delle visite previste in Patagonia potrà subire una variazione in base alle condizioni climatiche della zona.  
    Dopo la colazione, trasferimento per l’aeroporto di Puerto Natales e imbarco sul volo per Santiago. Arrivo e trasferimento in hotel posizionato in una zona centrale permettendoci così di poter sfruttare ancora del tempo in città. Visitiamo la zona moderna di Santiago del Cile raggiungendo la collina di San Cristobal, in funivia, per avere così una vista panoramica  di quest’area molto suggestiva e ricca di vita tra gallerie d’arte, negozi e ristoranti. Rientro in hotel al termine della visita e pernottamento. Pasti: prima colazione inclusa, pranzo e cena liberi. 
    Prima colazione in hotel e partenza in termo utile per l’imbarco sul volo di rientro in Italia. Pernottamento e pasti a bordo. 
    Arrivo in Italia in mattinata.     Lagune Altoplaniche   2. Laguna Chaxa   3. Parco delle Torri del Paine 

    Perché con noi

    Itinerario che permette di scoprire la grande varietà paesaggistica del Cile Tour consotto da un nostro Esperto dall'Italia Tutti i servizi sono privati ed esclusivi per il nostro piccolo gruppo Esplorazione del Parco delle Torri del Paine  Esplorazione del Deserto di Atacama 

    I nostri esperti

    DA ASSEGNARE

    Dal 8  ottobre  2024 al 20  ottobre  2024

    PAOLO PETRIGNANI

    Dal 27  dicembre  2024 al 8  gennaio  2025

    Approfondimenti di viaggio

     L’IMPEGNO PER UN TURISMO SOSTENIBILEPromuoviamo lo sviluppo di una coscienza sostenibile da sempre. Da molto prima che la parola sostenibilità diventasse tendenza. Favorire un turismo che non consuma, sfiora e valorizza ciò che incontra. Visitare i luoghi cercando di lasciare tracce minime del proprio passaggio sono tra i primi punti della nostra “Carta Etica del Viaggio e del Viaggiatore”, documento redatto nel 2006 e consegnato a tutti i viaggiatori prima della partenza, in cui [...]