Logo Kel 12 Cultura del viaggio
  • IN MEZZO AGLI ANIMALI – VIAGGIO FOTOGRAFICO

    BOTSWANA

  • IN MEZZO AGLI ANIMALI – VIAGGIO FOTOGRAFICO

    BOTSWANA

    icona orologio 11 GIORNI
    minimo 10 massimo 12 partecipanti
    icona valigia PARTENZE:

      2020

    • Dal   3  ottobre    al   13  ottobre  
    Sistemazioni
    Photography Expeditions - Viaggi Fotografici

    Scivolare sul delta dell'Okavango a bordo di un mokoro, la tradizionale canoa scavata in un tronco. E volare a bassa quota nella regione di Moremi, uno dei più bei paesaggi d’Africa. Godersi tramonti infuocati dalle mille sfumature. E dormire in confortevoli campi tendati con il verso delle iene a turbare il sonno. Incontrare leopardi, ghepardi e leoni. E osservare pellicani, ippopotami, elefanti e pesci tigre. Il viaggio della vita, per chi ama gli animali. Tra foreste di - continua -

    A PARTIRE DA: 4.960 €


    ITINERARIO

    Partenza dall’Italia nel pomeriggio con voli di linea per Johannesburg. Cena e pernottamento a bordo.

     

    Arrivo a Johannesburg di prima mattina e proseguimento con volo di linea per Maun. Dopo il disbrigo delle formalità di polizia e il ritiro del bagaglio. Volo per la regione di Moremi e il delta dell’Okavango. Il volo panoramico, che si svolge a bassa quota, offre l'opportunità impareggiabile di osservare un paesaggio unico al mondo: solo dall’alto infatti si riesce ad avere una visione veramente d’insieme di questo ecosistema unico al mondo. Cena e pernottamento in campo pre-allestito. La cena è prevista a tavola sotto la grande tenda ristorante.

     

     

    Questo safari è organizzato in campi tendati mobili pre-allestiti, il miglior modo per conoscere il Botswana incontaminato dove con il nostro gruppo saremo gli unici ospiti!

    I campi sono allestiti nel cuore della natura selvaggia, accessibili a tutti dai bambini alle persone di qualsiasi età. Questi safari sono stati studiati in modo tale da garantire massimo comfort e rispondere a esigenze di libertà e sicurezza ma comunque avventuroso in stile africano. Le tende possono essere doppie e singole, hanno ampie finestre con zanzariera e nel bagno privato annesso alla tenda c'è un bush-toilet e una doccia calda da campo ad uso esclusivo. I pasti alla sera vengono preparati sul fuoco dal cuoco locale. I safari vengono organizzati con un veicolo 4x4 aperto, lo staff garantisce l’efficienza e la pulizia del campo e delle tende in ogni momento e smontano il campo quando ci si sposta da un luogo all’altro. In tal modo vi potete rilassare e dedicare più tempo possibile alla ricerca degli animali e allo studio della flora del Botswana.

     

     

    Il Delta è un ecosistema unico situato al centro di una delle maggiori distese di sabbia del mondo, il Bacino del Kalahari, proprio come un’oasi in un territorio inospitale. La vegetazione è lussureggiante e l’avifauna è tra le più ricche dell’Africa. Il fiume Okavango ha la propria sorgente nell'Altopiano del Benguela in Angola e prima di penetrare in Botswana attraversa circa 1.300 km di sabbia, poi si allarga e si disperde formando tre corsi principali ed un infinito numero di ramificazioni: rivi, pozze e lagune di acqua incredibilmente limpida e pura che coprono una superficie di circa 16.000 kmq. I paesaggi dell'Okavango, le oltre 600 specie di animali e uccelli che vi abitano, la vita acquatica, tutto rende questa parte del continente africano, totalmente sconosciuta ai più, una delle mete più straordinarie. In questo connubio di terra e acqua è il vero trionfo della natura: pellicani, egrette, cicogne, aquile pescatrici, pesci tigre, coccodrilli, ippopotami, elefanti e anche, con un po’ di fortuna, predatori. Il vostro tour leader vi spiegherà del corretto comportamento da tenere al campo nelle ore notturne. Cena il 3° giorno e pensione completa il 4° giorno, pernottamenti in campo pre-allestito. Normalmente i safari si svolgono dal mattino presto (la sveglia è solitamente è molto presto al mattino, intorno alle 05.30) sino all’ora di pranzo e poi da metà pomeriggio sino al tramonto. Al tramonto è servito sempre un aperitivo. Ogni tenda accoglie due ospiti ed è fornita di letti, materassi e biancheria. Pranzi, cene e pernottamenti in campo pre-allestito.

     

     

     

    Si prosegue con gli automezzi verso la parte orientale della Riserva di Moremi situata proprio sulle sponde orientali del Delta dell'Okavango di cui ne incorpora ben il 20%. L’idea di creare una riserva in questa zona risale al 1961 e fu approvata ufficialmente nel 1965. L’area fu estesa nel 1976 per includere Chief’s Island e poi anche nel 1992. Moremi oggi ricopre 4.870 kmq ed è considerato uno dei più bei parchi d’Africa sia per i paesaggi - combina foreste di mopane e di acacie, piane alluvionali e lagune – sia per l’abbondanza della fauna africana: grandi lagune abitate da ippopotami e dove si recano a bere branchi di elefanti si alternano a radure con grossi branchi di zebre ed antilopi. Giornate dedicate ai foto-safari, alla scoperta del Delta in jeep e in mokoro, le piroghe “locali” condotte da esperti piroghieri (è prevista una uscita in mokoro di circa due ore e mezza). Molto probabili incontri con predatori come leoni e, più raramente, licaoni, ghepardi e leopardi. Durante l’inverno australe (la nostra estate) è necessario indossare indumenti caldi e antivento al mattino presto.

    Ricordiamoci sempre che siamo in mezzo alla natura selvaggia, non ci sono barriere tra noi e gli animali quindi bisogna sempre mantenere un comportamento adeguato seguendo le istruzioni del nostro Tour Leader e dei ranger.

     

    Continuazione fino a raggiungere la zona di Savuti, situata nel Chobe N.P. L'ambiente è qui più aspro ma la concentrazione di wildlife, a seconda delle stagioni, può essere molto alta: giraffe, elefanti, zebre, impala, tsessebe, antilope roan, antilope sable, gnu, kudu, bufali, facoceri, eland e … i relativi predatori! cioè leoni, iene, sciacalli, ghepardi e licaoni. Dal punto di vista geografico Savuti è un mistero, primo tra tutti l’enigma del Savuti Channel che nel corso degli ultimi 100 anni ha smesso e ripreso a fluire più volte e sempre senza motivo apparente; l’ultimo periodo di “secca” iniziato nel 1982 è terminato nel 2008!. Chobe è per estensione (10.566 kmq) il secondo parco del Paese ed ha un’altissima concentrazione di fauna selvatica. Il parco è diviso in 4 ecosistemi differenti: Serondela nell’estremo nord-est con le sue verdi pianure; Savuti a occidente; Linyanti nel nord-ovest e il caldo e arido hinterland al centro. Gli abitanti originari di questa zona, come del resto di questa parte del continente, erano i San, conosciuti in Botswana come i Basarwa. Erano cacciatori-raccoglitori che si muovevano da una zona all’altra alla ricerca di cibo e acqua. Essi furono poi raggiunti da gruppi di Basubiya e più tardi nel 1911 da un gruppo di Batawana. Il gruppo etnico più numeroso del Paese è costituito invece dagli Tswana, da sempre dediti alla pastorizia; la loro lingua è di origine bantù e si basa sull'uso di prefissi (bo = luogo, Botswana = paese degli Tswana). La prima idea di creare un parco nazionale per proteggere la fauna dall’estinzione e attirare visitatori risale al 1931 ma diventò realtà solo nel 1967 ed effettivamente Chobe divenne il primo parco nazionale del Paese. L’area fu estesa nel 1980 e anche nel 1987.  La notte al campo sicuramente risuonerà dei mille rumori della savana.

    Pranzi a pic nic, cene e pernottamenti in campo pre-allestito.

     

     

    Continuazione poi in direzione nord-est sempre attraverso Chobe attraverso il tipico "bush" ovvero la boscaglia che caratterizza le regioni dell'Africa Australe. Visiteremo la parte nord del Parco, quella che si sviluppa lungo le sponde del fiume omonimo (affluente dello Zambesi), in quanto anch’essa, a seconda delle stagioni, è molto ricca di vita animale grazie all'abbondanza e permanenza di acqua. Interessantissimi gli spettacoli dei grandi branchi di animali che si recano all'abbeverata sulle rive del fiume. La caratteristica principale di questo parco è la numerosa popolazione di elefanti (oggi in Botswana si presume ne vivano circa 120.000). Gli elefanti di Chobe seguono precise rotte migratorie, facendo spostamenti stagionali di oltre 200 km fra i fiumi Chobe e Linyanti, dove si concentrano prevalentemente nella stagione secca, e le “pans” nel sud-est del parco dove si disperdono invece durante le piogge. Questi pachidermi hanno la reputazione di essere tra i più massicci del continente africano per quanto riguarda le dimensioni del corpo, le zanne invece sono poco sviluppate. Naturalmente anche l’avifauna è particolarmente ricca: aquile pescatrici, oche selvatiche, cicogne, egrette, pivieri, pellicani, etc…

    Pranzi a pic nic, cene e pernottamenti in campo pre-allestito.

     

     

    Mattinata dedicata ad una crociera sul fiume Chobe. Al termine trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo di linea per Johannesburg. Quindi proseguimento per l’Italia con cena e pernottamento a bordo.

     

    Arrivo a casa …

     


     

     

         1. cucciolo di ghepardo                               2. Elefante                                   3. Ippopotamo a caccia

     

    APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

    Sistemazioni in campi mobili pre-allestiti: il campo è organizzato con tende igloo m. 3,00 x 3,00 x 1.80 con copertura impermeabile (ogni due persone) al cui interno ci sono due lettini da campo con materasso, lenzuola, cuscino, piumino e asciugamani; ogni tenda prevede annessa alla parte posteriore una doccia da campo con acqua riscaldata (tipo “bucket shower”) e un “bush toilet-wc” da campo a seduta Considerando il tipo di viaggio e la destinazione è necessario armarsi di una buona - CONTINUA -

    PERCHÈ CON KEL 12

    • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto Fotografo Kel 12
    • I campi sono organizzati con grandi tende igloo m. 3,00 x 3,00 x 1.80 con copertura impermeabile al cui interno ci sono due lettini da campo con materasso, lenzuola, cuscino, piumino e asciugamani. Ogni tenda prevede, annessa alla parte posteriore, una doccia da campo con acqua riscaldata e un “bush toilet-wc”.  I campi sono ad uso esclusivo dei gruppi Kel 12

     

     
     

    ESPERTI

      

    Esperto Kel 12

    • Dal 3  ottobre  2020 al 13  ottobre  2020

    GALLERY

    Richiedi preventivo








    Data Partenza:

    Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
    Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
    Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

     

    L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12