Logo Kel 12 Cultura del viaggio
  • INEBRIANTE PROVENZA

    FRANCIA

  • INEBRIANTE PROVENZA

    FRANCIA

    Viaggi con Esperto

    Durata 8 GIORNI
    Partecipanti MINIMO 6 MASSIMO 16  PARTECIPANTI
    Partenze

      2021

    • Dal 25  aprile  al 2  maggio  
    • Dal 30  maggio  al 6  giugno  
    • Dal 5  settembre  al 12  settembre  
    • Dal 31  ottobre  al 7  novembre  
    • Dal 5  dicembre  al 12  dicembre  

    A PARTIRE DA:  

    2.880€

    RICHIEDI UN PREVENTIVO

    Francia

    INEBRIANTE PROVENZA

    Questo viaggio è diverso, diverso dai classici tour della Provenza, dai viaggi in auto all’avventura, diverso da tutto ciò che siamo abituati a leggere in un tour di questa regione. Eppure ci permette di cogliere quegli aspetti della Provenza che sono nell’immaginario di tutti: i grandi vini, il coinvolgente effluvio della lavanda, i castelli nelle campagne, il fascino vintage di Saint Tropez, le abbazie cistercensi, i porticcioli dalle case pastello e le scogliere di calcare bianco delle Calanques. A fare la differenza… tutto il resto! Abbiamo scelto di soggiornare in tenute vinicole, alcune più semplici, dal fascino autentico, altre davvero incredibili e con servizi di lusso. Ogni tenuta ci aprirà le porte della sua cantina con degustazioni delle loro migliori etichette, ma non solo, avremo anche modo di vivere alcune esperienze interessanti: passeggeremo tra le campagne di Bandol, cucineremo specialità provenzali, faremo un’uscita in barca per vedere le Calanques, visiteremo il mercato di Saint Tropez, e a chiudere il viaggio: una cena nel ristorante stellato dello chef Louis Rameau. Un viaggio che ha l’intento di farci vivere il meglio di questa affascinante regione della Francia fuori dai percorsi più classici, avvolti da un inebriante profumo d’uva.

    ITINERARIO

    Arrivo a Nizza e trasferimento di circa 40 minuti a Le Closes des Roses, una tenuta vinicola nella zona di Fréjus. I loro vigneti sono tra i pochi in Francia a crescere su un terreno vulcanico; la roccia rossa, caratteristica de l’Esterel, contribuisce alla ricchezza e al carattere del vigneto. Sistemazione nelle camere riservate. Visita dei vigneti e della cantina con enologo. Degustazione di vini. Cena nella tenuta.  
    Prima colazione nella tenuta. Al mattino, partenza in direzione di Draguignan, la città del drago. Questa incantevole cittadina muove i suoi primi passi quaranta secoli fa e a testimoniarlo il dolmen della fata, poi la sua storia continua in epoca romana con un insediamento di poderi agricoli nel terreno di proprietà di Draconius ed ancora nel sesto secolo il primo luogo di pellegrinaggio: la cappella di Sant’Ermentario, colui che sconfisse il drago. Nel Medioevo la città fiorisce diventando un vero e proprio borgo fortificato. Nel periodo più recente la città ha visto la nomina come “Città porta del Parco Naturale Regionale del Verdon”, un’etichetta che contribuisce allo sviluppo del turismo nella zona. Tempo a disposizione per scoprire il centro storico della città con la bella Torre dell’Orologio. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita della tenuta vinicola Chateau Font du Broc che vanta uno dei vigneti più belli della Provenza. La proprietà si estende per cento ettari dove cavalli, vigneti ed uliveti condividono questi luoghi magici. La cantina, a 20 metri di profondità, è un capolavoro di architettura di ispirazione cistercense. Degustazione dei vini, tutti certificati biologici. Al termine, proseguimento per Chateau Saint-Esprit, la tenuta dove si trascorrerà la notte. Visita della cantina, dei vigneti e degustazione. Cena nella tenuta. 
    Prima colazione nella tenuta. Il mattino sarà dedicato alla scoperta dei sapori tradizionali della Provenza, con una lezione di cucina tipica. Pranzo. Nel pomeriggio, visita della meravigliosa Abbazia Cistercense di Le Thoronet. Costruita nel 1136, l’abbazia di Le Thoronet è un capolavoro dell’arte romanica provenzale, celebre per la sua acustica eccezionale e la purezza della sua architettura. Tutto il complesso esprime con forza la semplicità e il rigore ispirati da San Bernardo; il chiostro, la chiesa e gli altri ambienti suscitano serenità e si prestano alla meditazione. Le Thoronet è, insieme alle abbazie di Senanque e Silvacane, una delle “tre sorelle provenzali”. Dal 1840 è nella lista dei monumenti con alto valore storico di Francia. Dopo la visita, proseguimento per la tenuta vinicola La Font des Pères a Bandol. All’arrivo, i più “attivi” potranno dedicare del tempo ad un trekking nei pressi della tenuta, alla scoperta dei paesaggi provenzali e dei vigneti. Gli altri avranno del tempo a disposizione per rilassarsi e cambiarsi d’abito. Il gruppo si incontrerà nuovamente per la visita della cantina ed una degustazione d’aperitivo. Cena nella tenuta. 
    Prima colazione nella tenuta. Partenza al mattino per la visita di Cassis. Frédéric Mistral diceva “Chi ha visto Parigi, se non ha visto Cassis, non ha visto niente”. Con queste parole, il premio Nobel della letteratura, riesce perfettamente a trasmettere il fascino di questa città: un magico borgo di pescatori che ha attratto nel tempo molti artisti come Paul Signac, Monticelli e ovviamente lo stesso Mistral che ambienta qui uno dei suoi poemi. Circondata da rinomate località balneari, riesce a rimanere fuori dai circuiti del turismo di massa e a mantenere un fascino autentico. Il suo centro storico è fatto di case colorate in colori pastello, negozietti di prodotti tipici e di artigianato. La zona del porto vecchio è la più suggestiva, qui si possono vedere piccole imbarcazioni e pescatori intenti a sbrogliare le reti alternarsi ad eleganti barche a vela. Lungo la banchina, numerosi caffè, banchi di pesce e ristorantini. A dominare la città dall’alto, il castello arroccato sul promontorio alle spalle del centro urbano. Tempo a disposizione per scoprire i migliori scorci della città. Pranzo libero. Nel pomeriggio, gita in barca per apprezzare la località più spettacolare della zona: il parco nazionale delle Calanques, massicci rocciosi di grande impatto visivo, costituiti da calcare bianco che vanno a formare dei piccoli fiordi con baie nascoste incantevoli. La visita in barca è sicuramente il modo migliore per apprezzare questo paesaggio naturale unico. Se si è fortunati da trovare una giornata di sole i colori saranno pazzeschi. I raggi di sole mettono in risalto il bianco delle rocce a picco sul mare contrasta in basso con le acque blu cobalto e in alto con il verde intenso dei pini marittimi. Rientro alla tenuta e cena.  
    Prima colazione. Al mattino, partenza in direzione di Saint-Maximin-la-Sainte-Baume, un comune francese che prende il nome da San Massimino, vescovo di Aix En Provence. La città appare nominata da Jacopo da Varazze nella sua “Legenda Aurea”, una raccolta di storie della vita ci circa 50 santi e delle principali feste cattoliche. Secondo la tradizione, Maria Maddalena dopo aver vagato per mare su una barca senza remi, sarebbe approdata sulle coste francesi della Provenza e avrebbe scelto di rifugiarsi in una grotta del massiccio di Sainte-Baume. Nel 1279, Carlo II d’Angiò per ispirazione celeste si mise alla ricerca delle spoglie di Maria Maddalena e sul luogo del ritrovamento fece costruire una basilica ed un convento domenicano. La costruzione impiegò diversi anni e il progetto venne spesso modificato. La basilica venne completata nel 1532, ma le modifiche continuarono tra modifiche e restauri conservativi fino al 1993. Oggi questa basilica è monumento storico di Francia. Visita. Tempo a disposizione per il pranzo e per scoprire il centro di Saint-Maximin-la-Sainte-Baume. Nel pomeriggio visita di Chateau de L’escarelle, una tenuta di 1000 ettari con all’interno un vigneto di 100 ettari tra le verdi colline della Provenza. Le viti sono piantate su un terreno costituito da ciottoli calcarei in terrazzamenti che si estendono fino ai 500 metri di altitudine seguendo la conformazione delle colline. Questa variazione di altitudine contribuisce alla produzione di vini molto espressivi e definisce il gusto unico e sofisticato di Escarelle. Qui, grazie all’impegno del proprietario della tenuta, Yann Pineau, si sono intrapresi diversi progetti per la conversione dell’intera proprietà in agricoltura biologica e per la promozione di turismo enologico e naturalistico. Insieme alla lega francese per la protezione degli uccelli e al fondo ITANCIA Endowment, si è sviluppato un progetto di conservazione delle farfalle: 95 specie vivono qui con spazi a loro dedicati e un sistema di monitoraggio a lungo termine. Visita della casa delle farfalle. A seguire visita della cantina, una delle più tecnologicamente avanzate della Provenza. La varietà di uve è selezionata per ogni appezzamento e comprende: Mourvedre, Grenache, Cinsault, Syrah e Rolle. Degustazione di alcune tra le proposte del vigneto: rosati fruttati ed eleganti, bianchi agrumati, rossi di alta gamma affinati in botti di rovere. Al termine proseguimento per Chateau Saint-Roux, sistemazione nelle camere riservate. Visita della cantina e degustazione. Cena a la Table de Saint-Roux, ristorante della tenuta, dove lo Chef Guillaume Rigaudias vuole riunire gli ospiti attorno ad una cucina familiare, con materie prime di stagione raccolte dall’orto biologico o provenienti da produttori locali.  
    Prima colazione. Giornata dedicata alla visita dell’incredibile giardino di Gilles Clément, non un semplice giardino ma un “giardino di paesaggi mediterranei”, un viaggio che esalta la biodiversità delle regioni del mondo che hanno un clima mediterraneo. Questo, quindi, non è propriamente un giardino botanico, piuttosto un susseguirsi di ambienti di diverse regioni che compongono un unico mosaico. Qui, la disposizione non è pianificata, “come se la ricerca, come ingrediente attivo, dovesse sempre avere la precedenza sulla disposizione. Come se la pedagogia che è inevitabilmente associata ad essa, dovesse avere la priorità sulla mera decorazione e sulle piacevoli passeggiate.” (Gilles Clément, Une école buissonnière). Al termine della visita guidata, pranzo al ristorante Café des Jardiniers ospitato su una terrazza nel cuore dei giardini. Lo chef lavora con prodotti stagionali e di provenienza locale con enfasi sulle piante (verdure, semi, spezie…) e sul pesce. Rientro nel primo pomeriggio allo Chateau Saint-Roux e tempo a disposizione prima della cena. Cena a la Table de Saint-Roux.  
    Prima colazione. Si lascia la tenuta per dirigersi verso il Golfo di Saint-Tropez, uno dei centri più attivi dell’avanguardia pittorica all’inizio del XX secolo. Nel 1892 Paul Signac lascia la Bretagna per trasferirsi in un piccolo borgo di pescatori dalle case colorate: Saint-Tropez. Lui è il primo dei numerosi artisti che sceglieranno di soggiornare qui come Matisse e Marquet. Ma il suo fascino venne celebrato anche da scrittori e poi in particolare dal cinema che, a partire dagli anni ’30 (ma maggiormente con il film “piace a troppi” del 1957 con Brigitte Bardot) rese Saint-Tropez il luogo cult per eccellenza. Un luogo mitico, centro del jet set internazionale. Oggi l'arte e la cultura si esprimono in particolare al museo dell'Annonciade, che espone opere di Signac, Braque, Delaunay, Matisse e altri puntinisti e fauve. Il museo, originariamente cappella di Notre-Dame de l’Annonciade, fu inaugurato nell’estate del 1955 per volontà di Georges Grammont collezionista dell’epoca, a testimonianza del ruolo storico svolto da Saint Tropez nell’arte del XX secolo. Visita della collezione. Al termine passeggiata alla scoperta della città; il sabato è il giorno del mercato, un’occasione unica per immergersi nell’atmosfera sognante di questa cittadina mediterranea. Tempo libero per il pranzo. Nel pomeriggio, giro in barca nel golfo per scoprirne le baie nascoste, le ville di lusso delle star internazionali e il fascino della città dal mare. Trasferimento allo Chateau de Berne, visita dei vigneti, della cantina che permette di affinare 750.000 bottiglie l’anno e degustazione con sommelier. Sistemazione nelle camere riservate all’interno della tenuta. Cena di arrivederci nel ristorante stellato Jardin de Berne.  
    Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Nizza in tempo utile per il volo di rientro, non incluso.  

    Perchè con Kel12?

    • Un tour dedicato agli amanti del vino e del fascino della Provenza
    • Si soggiorna in tenute vinicole di grande fascino
    • Tour con esperto
    • Cena nel ristorante stellato dello chef Louis Rameau

    I nostri esperti

    ANGELICA PASTORELLA

    Dal 25  aprile  2021 al 2  maggio  2021

    Dal 30  maggio  2021 al 6  giugno  2021

    Dal 31  ottobre  2021 al 7  novembre  2021

    FABRIZIO DEMBECH

    Dal 5  settembre  2021 al 12  settembre  2021

    Dal 5  dicembre  2021 al 12  dicembre  2021

    Approfondimenti di viaggio

    L’IMPEGNO PER UN TURISMO SOSTENIBILEPromuoviamo lo sviluppo di una coscienza sostenibile da sempre. Da molto prima che la parola sostenibilità diventasse tendenza. Favorire un turismo che non consuma, sfiora e valorizza ciò che incontra. Visitare i luoghi cercando di lasciare tracce minime del proprio passaggio sono tra i primi punti della nostra “Carta Etica del Viaggio e del Viaggiatore”, documento redatto nel 2006 e consegnato a tutti i viaggiatori prima della partenza, in cui si [...]