• JAPAN EXPERIENCE

    GIAPPONE

  • JAPAN EXPERIENCE

    GIAPPONE

    Private Expeditions

    Durata 12 GIORNI
    Partecipanti MINIMO 2  PARTECIPANTI
    Partenze VALIDITÁ DAL 1  gennaio  2021 AL 31  dicembre  2021

    PREZZO BASE PER 2 PERSONE:  

    2.700€

    PREZZO BASE PER 4 PERSONE:  

    2.320€

    RICHIEDI UN PREVENTIVO

    PERSONALIZZA IL TUO VIAGGIO

    RENDILO UNICO SCEGLIENDO I SAPORI, LE ESPERIENZE E GLI HOTEL SELEZIONATI DAI NOSTRI ESPERTI

    Giappone

    JAPAN EXPERIENCE

    Un viaggio intenso in un paese ricco di storia e cultura. Tokyo, Kyoto, Hiroshima, Osaka e Takayama alle pendici delle montagne giapponesi. Ad ogni tappa avremo il tempo di vivere il ritmo e la quotidianità del popolo giapponese, muovendoci in metropolitana e in autobus di linea dove funzionalità ed efficienza provocheranno nel viaggiatore italiano una sana invidia. Ci tufferemo nei mercati locali dai colori vivaci e dai prodotti mai visti. Un Paese universo unico nel suo genere, nel quale ci immergeremo con l’intenzione di vivere la nostra esperienza con curiosità e grande rispetto.

    ITINERARIO

    Partenza con volo di linea per Tokyo. Pasti e pernottamento a bordo. 
    Arrivo a Tokyo, incontro con un’assistente parlante inglese (italiano secondo disponibilità) che sarà a disposizione per convalidare il Japan Rail Pass* e per il trasferimento in hotel con limousine bus collettivo. Le camere saranno disponibili dalle 14. Tempo libero a disposizione. Pasti liberi.Tokyo capitale del Giappone con 12 milioni e anche residenza, nel quartiere di Chiyoda, dell'imperatore. E’ una città fatta di numerosi nuclei urbani sviluppatisi intorno ad una stazione ferroviaria quindi difficile stabilire il vero centro della città in quanto Tokyo ha tanti centri quante sono le sue grandi stazioni, che fungono da luogo d'incontro, di socializzazione, ma anche di shopping e di ristorazione *NB:  Il vostro JR Pass vale 7 giorni dalla data di convalida, vi preghiamo di verificare in fase di emissione del documento che la data di convalida equivalga al terzo giorno della vostra permanenza a Tokyo. 
    Incontro al mattino con la guida locale parlante inglese (italiano secondo disponibilità) per la prima visita di Tokyo, utilizzando i mezzi pubblici: il Santuario del Meiji Jingu ed il quartiere di Harajuku ed Omotesando; il Santuario Sensoji, situato ad Asakusa, il più famoso e popolare di Tokyo. Il tour terminerà nel quartiere di Ginza. Pomeriggio tempo libero a disposizione. Pasti liberi e pernottamento in hotel.    Presa confidenza con i trasporti e la città suggeriamo nelle parti libere della giornata i seguenti “walking urbani” non esplorati durante la visita guidata. Alla scoperta della peculiarità e stravaganza dei suoi quartieri: Shibuya è la zona moderna, con grandi insegne pubblicitarie al neon che campeggiano sulle facciate dei grattacieli, locali alla moda, grandi catene di negozi e tanta, tantissima gente per le strade. Qui troverete la statua dedicata al cane Hachiko e lo Shibuya Crossing, un attraversamento pedonale che coinvolge l’intera piazza, con semafori che diventano verdi contemporaneamente per i pedoni provenienti da tutte le direzioni e che convogliano migliaia di persone sulle strisce pedonali (ordinatamente, è ovvio). Shinjuku è un altro quartiere moderno dove svettano i grattacieli più alti della città, in particolare si può salire sulle terrazze del Tokyo Metropolitan Government Offices, da cui si ha un’ottima vista panoramica (l’ingresso è gratuito). A Shinjuku, in mezzo a grattacieli e palazzi moderni, c’è anche una via che ha conservato il fascino della vecchia Tokyo, con ristoranti e negozi vicini l’uno all’altro, ognuno con la propria lanterna sull’uscio e con i menu scritti a mano. Si tratta di Omoide Yokocho il luogo perfetto per respirare un’aria più antica e tradizionale. La vita notturna di Shinjuku è più controversa, con il distretto a luci rosse e una clientela più “alticcia”, ma se siete degli appassionati del kitsch non potete perdervi una puntata al Robot Restaurant: l’esperienza più folle, assurda, colorata e psichedelica che proverete in Giappone.  Akihabara è il paradiso dei nerd e degli appassionati di elettronica. Qui troverete un’altissima concentrazione di negozi di gadget e di componenti per computer, ma anche di videogiochi e manga. Per le strade di Akihabara non mancano i cosplay, adolescenti vestiti e truccati come il proprio personaggio preferito di manga e anime. Quasi tutto qui è improntato alla cultura del kawaii: tutto deve essere tenero, dolce, adorabile! 
    Giornata libera a disposizione nella quale potrete proseguire con il “walking urbano” suggerito alla scoperta dei quartieri della capitale oppure dedicare l’intera giornata all’escursione a Nikko, uno dei più importanti centri della diffusione del buddhismo scintoista, dichiarato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.  Da oggi comunque è attivo il vostro JR Pass (vedi nota del primo giorno). Se rimarrete in città potrete usarlo per le tutta le tratte in metropolitana gestite dalla compagnia JR (Japan Railways la principale compagnia ferroviaria giapponese). Se sceglierete invece di andare a Nikko sara questo il vostro primo approccio con l’efficienza dei trasporti giapponesi. Nikko è un sito religioso e naturale di grande bellezza, conosciuto in modo particolare per il tempio Toshu-gu, dedicato a Tokugawa Ieyasu, primo Shogun del Giappone.Per la costruzione del tempio vennero chiamati tutti i più grandi maestri artigiani del Giappone, che intagliarono nel legno moltissime figure di animali simbolo di pace. Fra questi troverete anche le “three wise monkeys”, le tre scimmiette che simboleggiano “non vedere il male, non sentire il male, non parlare del male”. All’interno del santuario si trova inoltre la bellissima pagoda a 5 piani, già edificata con criteri antisismici e che serve ancora oggi come modello di costruzione per i nuovi grattacieli. Il tempio più importante di Nikko è il Rinnoji, dedicato al terzo shogun e incorniciato da uno splendido paesaggio montano. Questi due templi, insieme al Futarasan, rappresentano il complesso dei templi di Nikko riconosciuti dall’Unesco. Il santuario di Futarasan ospita il ponte sacro (Shinkyo) laccato di rosso che, in passato poteva essere attraversato esclusivamente dall’imperatore. Un altro luogo celebre è la cascata di Kegon, un magnifico salto di circa 97 metri visibile da diverse terrazze panoramiche.  Al termine della vostra giornata rientro in hotel e pernottamento. 
    Dopo la colazione trasferimento autonomo per la Tokyo Station (semplicemente Tokyo) partenza in treno per Takayama (utilizzando il Japan Rail Pass) con treno veloce fino a Nagoya dove si cambia e si raggiunge la cittadina di Takayama con treno espresso, (4h30 circa incluso il cambio a Nagoya), arrivo nel primo pomeriggio, trasferimento libero al Ryokan prenotato*.  Resto della giornata libero, vi suggeriamo di muovervi autonomamente a piedi (la città è piccola) per conoscere la parte vecchia e perdersi per le sue caratteristiche stradine acciottolate del periodo Edo, oppure potrete spingervi verso i templi edificati sulle vicine colline. Takayama è una splendida cittadina circondata dal magico scenario delle Alpi Giapponesi. Qui il tempo sembra essersi fermato: la sua ubicazione, isolata lontano dalla frenesia e caos delle grandi città, ha permesso di conservare l’anima più autentica della tradizione giapponese che si riflette nelle tipiche casette giapponesi dai tetti spioventi e nelle sue storiche distillerie di sakè.  *Abbiamo scelto Takayama per immergersi nel mondo dei “Ryokan”, iconici “gioielli” architettonici giapponesi, caratterizzati da pavimenti rivestiti di “tatami” (stuoie di vimini) e “futon” come letto. L’armonia è anche quella di trovare a vostra disposizione lo” yukata”, il tipico kimono e godere di un “onsen” privato (ambienti piacevoli e rilassanti, alimentati da sorgenti termali) e mangiare dell’eccellente cibo giapponese. 
    Gran parte della giornata libera nella quale suggeriamo diverse attività facoltative. Escursione a Shirakawago un antico villaggio nel cuore delle montagne formato da casette in legno dai tetti spioventi, costruite oltre 250 anni fa in stile “gassho-zukuri” (“mani in preghiera”), dichiarato dall’Unesco partimonio dell’umanità. Situato a circa 1 ora di bus da Takayama (5 complessive è il tempo necessario)  Oppure si puo rimanere in città e immergersi tra la rigogliosa vegetazione del posto seguendo la “passeggiata Higashiyama”, un piacevole percorso di 3,5 km che attraverserà i diversi templi della città, il parco Shyroyama, la collina boscosa e il sito dell’ex castello di Takayama.  Nel pomeriggio partenza per Kyoto (3h50 circa con cambio a Nagoya). Arrivo nell’antica capitale imperiale, trasferimento libero in hotel, sistemazione e pernottamento..  
    Kyoto fu capitale dell'impero giapponese per più di un millennio oggi è la città culturalmente più importante del Giappone, qui si trovano oltre 1000 templi buddhisti, circa 400 santuari shintoisti, palazzi imperiali, musei e giardini. Dopo la colazione, incontro con la guida locale parlante italiano o inglese (secondo disponibilità) per la prima mezza giornata di visita nell’area nord orientale di Kyoto, utilizzando i mezzi pubblici; l’antico tempio Kiyomizu-dera dal quale si gode di una bellissima vista sulla città ed è stato tra i luoghi finalisti per designare le “sette meraviglie del mondo moderno”; il templi Ginkaku-ji e Nanzen-ji uniti tra loro dal "il sentiero del filosofo" un vialetto lungo un placido canale costeggiato da alberi di ciliegi; infine sosta al Santuario Heian. Il tour finisce nel quartiere di Gion. Pomeriggio libero a disposizione. Pernottamento in Hotel. Presa confidenza con i trasporti e la città suggeriamo nelle parti libere della giornata i seguenti “walking urbani” non esplorati durante la visita guidata. I quartieri Gion e Pontocho sono perfetti per una passeggiata o per la cena. Il quartiere di Gion è storicamente famoso per le geisha. Qui si trovano tantissimi ristoranti, locali e club dove trascorrere la sera: provate gli yakitori, degli spiedini di pollo, o gli obanzai, dei piattini a base di verdure e frutti di mare. I vegetariani potranno provare lo Shojin Ryori, la cucina tradizionale dei monaci e della cultura zen, secondo cui non bisogna far del male a nessun essere vivente. Per un tocco più tradizionale provate le machiya, le case da tè tradizionali, mentre per la cena cercate chi propone kaiseki, un pasto tradizionale che include tante piccole portate. Per un approccio più culturale potete recarvi al Gion Corner, dove ogni sera si tengono esibizioni di arti tradizionali di Maiko e Geiko (le geisha di Kyoto), come danze e preparazione del tè. (gli spettacoli durano un’ora e iniziano alle 18.00) Restando in tema di cibo non lontano da Gion suggeriamo di spizzicare qualcosa fra le bancarelle del Nishiki market dove troverete letteralmente qualsiasi cosa della tradizione culinaria di Kyoto (orario 9-17.30). Anche a Kyoto non potevano mancare i giardini, il più antico di tutti è il Maruyama, famoso per la fioritura dei ciliegi.  
    Dopo la colazione, incontro con la guida locale parlante italiano o inglese (secondo disponibilità) per la seconda mezza giornata di visita questa volta nell’area nord occidentale di Kyoto, utilizzando i mezzi pubblici; il tempio più famoso è senz'altro il Kinkakuji, un tempio zen quasi interamente ricoperto da lamine d'oro e posizionato sulle sponde di un lago; Tempio Ryoanji appartenente alla setta Zen Rinzai, con il Suo famoso Giardino di Pietra; il Palazzo Imperiale che servì da residenza per le dinastie degli imperatori fino al 1868, anno in cui la capitale fu spostata a Tokyo; Pomeriggio libero a disposizione. Pernottamento in Hotel. nelle parti libere della giornata suggeriamo i seguenti “walking urbani” non esplorati durante la visita guidata. Ryoan-ji, edificato nel 1450, che deve la sua fama al giardino roccioso, una composizione di ghiaia bianca e 15 pietre, che molti considerano come la massima espressione del buddhismo zen Fra i palazzi più belli ricordiamo il castello Nijo, costruito dal primo shogun del periodo Edo (XVII secolo), che consiste in una serie di edifici collegati fra loro da corridoi con assi di legno "scricchiolanti", scelte apposta per segnalare la presenza di intrusi e invasori. Per respirare un'atmosfera tradizionale consigliamo i quartieri di Sannenzaka e Ninenzaka, dove le vie sono rimaste abbastanza inalterate nel corso degli anni. Qui troverete una grandissima quantità di negozietti e di caffetterie, dove potrete assaggiare il tè verde matcha (in tazza oppure sotto forma di gelati e dolcetti), oppure provare i celebri udon, una sorte di tagliatelle che possono essere servite in diversi modi: se asciutte si mangiano con le bacchette e si risucchiano (qui è considerata buona educazione!), se in brodo si beve direttamente dalla ciotola senza l'utilizzo di un cucchiaio. Consigliamo di visitare il santuario shintoista Fushimi Inari, famoso per il tunnel formato da migliaia di torii laccati di rosso che conducono nella foresta ai piedi del monte Inari, e ognuno di questi è stato donato da un'azienda o da privati, i cui nomi sono riportati sulle colonne.  Un simbolo ricorrente nel santuario è la volpe, considerata messaggero del dio Inari, il dio giapponese del riso e degli affari.  Daigoji Temple comprende un'area piuttosto vasta includendo pagode, sentieri nel bosco e il fotografatissimo Bentendo Hall, un tempietto ed un ponte laccati di rosso che sorgono sulle sponde di un lago. Chi volesse visitare anche i dintorni di Kyoto potrà raggiungere Arashiyama, dove si trova una bellissima foresta di bambù 
    Gran parte della giornata libera nella quale suggeriamo l’escursione a Nara. Dopo la colazione predisporre il bagaglio da spedire all’hotel di Hiroshima e prepararne uno piccolo per la giornata di escursione.Trasferimento libero alla stazione e partenza per Nara nella quale consigliamo una visita in autonomia. Il fulcro di Nara è il parco con il tempio di Todai-ji, la città è piccola e l’area del parco dista 2 chilometri dalla stazione. Nara, prima capitale del Giappone e per 74 anni una delle più straordinarie città dell’Asia e cuore del buddhismo zen. La maggiore attrattiva e sinonimo della città è il grande tempio di Todai-ji fondato dall’imperatore Shomu nel 745 ad oggi il padiglione principale Daibutsu-den è ancora il più grande edificio ligneo del mondo, questo accoglie la statua in bronzo di 15 metri del Buddha cosmico che presiede tutti i livelli dell’universo. Altra tappa d’obbligo a Nara è al Santuario Kasuga, uno dei siti scintoisti più famosi realizzato nel 710 come tempio tutelare dell’influente famiglia dei Fujiwara situato anch’esso nell’immenso Parco. Nel pomeriggio partenza in treno da Nara per Hiroshima con cambio alle stazioni di Tennoji e Shin Osaka oppure via Kyoto con cambio sempre a Shin Osaka (tempo di percorrenza per entrambi i routing è circa 3h) Arrivo ad Hiroshima trasferimento libero in hotel e pernottamento. 
    Giornata intensa dedicata alla memoria e alla sacralità dell’isola di Miyajima. Nel tardo pomeriggio pianificare un treno intorno alle 18 per Osaka (1h30 circa di treno veloce diretto). Arrivo, trasferimento libero e sistemazione in hotel. Pernottamento.  Dopo la colazione sistemare i propri bagagli per la spedizione all’hotel di Osaka e predisporne uno essenziale per la giornata di oggi. A Hiroshima è d’obbligo per chiunque arrivi fin qui visitare il memoriale della Pace e il museo della bomba. Al mattino si raggiunge a piedi (o mezzo pubblico, dipende dalla dislocazione del vostro hotel) questo particolare luogo dedicato al “tragico evento”. Il Museo costruito dall’architetto Kenzo Tange è veramente ben organizzato e di grande impatto emotivo. Nella tarda mattinata trasferimento all’isola di Miyajima (il tragitto piu comodo e veloce è dalla stazione di Hiroshima seguendo la JR Sanyo Line fino alla stazione Miyajima-guchi, da qui in 30 minuti di traghetto JR si raggiunge all’isola).Miyajima gustodisce il santuario shintoista di Itsukushima che si erge davanti al grande torii (porta purificatrice che porta al mondo shinto) uno dei santuario piu sacri di tutto il Paese, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO, nonché tesoro nazionale del Giappone. Il complesso risale al VI secolo. Al termine trasferimento autonomo alla stazione di Hiroshima seguendo esattamente il percorso dell’andata. Arrivo in serata, la giornata è stata intensa ma se volete distrarvi ad Osaka potete godervi la vivace della sua vita notturna “perdendovi” nel caos delle luci al neon dei ristoranti e  dei locali di Dotonbori. 
    Colazione in hotel. Incontro con la guida parlante inglese o italiano (secondo disponibilità): mezza giornata dedicata alla visita della città di Osaka (si effettua con mezzi pubblici). Osaka è una importante metropoli rinomata anche per la sua tradizione culinaria. Visita dell’antico castello costruito da Toyotomi Hideyoshi, il generale che unificò il Giappone, posto in posizione strategica su di una collina e l’Umeda Sky Building, sormontato dall’Osservatorio del Giardino Pensile da dove la vista su Osaka e sul porto è davvero mozzafiato! Pomeriggio libero. Pernottamento a Osaka. Nelle parti libere della giornata suggeriamo i seguenti “walking urbani” non esplorati durante la visita guidata, anche per le visite della mattina vi consigliamo l’acquisto di un Pass giornaliero per l’utilizzo dei mezzi pubblici.  Area della Baia dove è possibile visitare l’acquario Osaka Kaiyukan (il più grande del mondo) o salire sulla gigantesca ruota panoramica di Tempozan.  Se di templi non ne avete ancora abbastanza, vi consigliamo lo Shitennoji che si ritiene sia stato il primo tempio buddhista ad essere costruito in Giappone.  L’Hozenji è invece una piccola oasi di tranquillità ma potete venire qui anche la sera, quando il tempio è illuminato dalle lanterne e la via lungo i canali di Dotonbori si illumina e si anima di giovani. Potreste persino perdervi  nel mega supermercato Don Quijote, dove troverete un’infinità di cose magnificamente inutili e assurde come travestimenti da distributori di bibite, rossetti a forma di scettro di sailor moon, kit kat gusto wasabi… Possibilità di effettuare un’escursione a Kobe, grande porto internazionale famosa per il delizioso bue di Kobe e per il commercio di perle. Qui non perdetevi i quartieri di Sannomiya, centro nevralgico della città, Kitano con i suoi edifici occidentali e il ponte Akashi Kaikyo, il ponte sospeso più lungo del mondo. 
    Trasferimento in shuttle bus per l’aeroporto di Osaka in autonomia. Partenza con volo di linea per l’Italia.

    Perchè con Kel12?

    • Quarant’anni di esperienza in spedizioni e viaggi culturali
    • Staff locale gestito direttamente
    • Guide e assistenti in loco parlanti italiano (dove possibile)
    • Contatto per le emergenze h24 in italiano 
    • Pianificare il tuo viaggio “on demand” con i nostri Specialist, risorse interne al nostro staff che conoscono molto bene la destinazione e che metteranno a disposizione la loro professionalità al servizio dei clienti. Un servizio che non tutti possono offrire “on demand” e che noi mettiamo a disposizione on line su appuntamento

    Approfondimenti di viaggio

      Il clima in Giappone è distinto in quattro stagioni. La primavera, da aprile a maggio, è un ottimo periodo per visitare il Paese. L’estate (giugno-agosto) è piovosa, calda e molto umida. L’autunno è la stagione ideale per un viaggio in Giappone con temperature sui 18° e cielo sereno. In inverno il vento siberiano porta freddo e neve. Segnaliamo che la sistemazione in doppia è prevista in camere matrimoniali. Bisogna comunque considerare che generalmente in un tour del [...]