Logo Kel 12 Cultura del viaggio

LA FESTA DEI COLORI IN RAJASTHAN

INDIA

icona orologio 14 GIORNI
minimo 10 massimo 16 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2020

  • Dal   5  marzo    al   18  marzo  
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

Un viaggio in India per assistere al Festival di Holi, una delle più antiche celebrazioni hindu della stagione primaverile. Un evento che coinvolge tutto il Paese, durante il quale adulti e bambini si lanciano addosso, reciprocamente, secchi di vernice o polvere colorata. La manifestazione è lo spunto per un viaggio nel Rajasthan, l’India più colorata e fiabesca. A visitare i luoghi più iconografici del Paese, intrisi di un romanticismo quasi surreale. Il tour - continua -

A PARTIRE DA: 3.300 €


ITINERARIO

Al mattino partenza per Delhi con voli di linea via Dubai.

Arrivo verso le due e mezza di notte e trasferimento in hotel per un meritato riposo.


 

Dopo il riposo e la colazione, partenza per lo Shekawhati, “il deserto dipinto” famoso per l’eredità culturale della ricca comunità Marwar proprietaria delle haveli affrescate. La maggior parte di queste magioni fu costruita fra il 1860 e il 1900 dai Bania, facoltosi mercanti dello Shekawhati che si erano avventurati a Calcutta e nei nuovi centri commerciali indiani. Il successo negli affari sviluppò un desiderio di predominio architettonico. Con il passare del tempo le haveli cominciarono ad essere trascurate e oggi le cittadine della regione sono divenute strane città fantasma, gremite di splendide dimore abbandonate con la più alta concentrazione di affreschi del mondo.

Pranzo in ristorante lungo il percorso.

Dopo il pranzo, proseguimento per Mandawa, nel cuore della regione dello Shekawhati, famosa appunto per i suoi forti e le sue haveli.

All’arrivo a Mandawa, sistemazione in hotel.

Pensione completa (pranzo in ristorante lungo il percorso, cena in albergo).

 

N.B. In questa giornata è prevista la visita di alcune Haveli. In caso di tardo arrivo a Mandawa dovuto al traffico la visita sarà spostata alla mattina successiva.

 

 

Dopo la colazione, visita delle antiche e meravigliose haveli dei dintorni, nell’atmosfera fiabesca di un mondo che ad ogni passo evoca la presenza della tradizione Rajput. Dopo il pranzo, proseguimento per Bikaner, situata nel deserto del Thar, in un orizzonte sconfinato e irreale, punteggiato qua e là da piccoli villaggi costruiti in argilla e da carovane di cammelli. Bikaner mantiene la grandezza medioevale che permea la vita quotidiana della città. Chiamata anche ‘il paese dei cammelli’, la città si distingue per i migliori cammelli da corsa del mondo e si fregia di avere il più grande Centro di Ricerca e Conservazione dei Cammelli nel mondo.

Arrivo e sistemazione in hotel.

Pranzo a Mandawa, cena e pernottamento in hotel.

 

Dopo la prima colazione si visita il Forte di Junagarh. Eretto nel 1588 dal Raja Raj Singh, racchiude all'interno di massicci bastioni di arenaria splendidi palazzi con graziosi padiglioni da cui troneggiano numerose balconate. La parte più antica del complesso, Lal Niwas, è uno spettacolo di decorazioni floreali stilizzate in rosso e oro.

Dopo il pranzo partenza per Jaisalmer, la città più occidentale del Rajasthan ubicata in pieno deserto. Il deserto del Thar è al mondo quello con la maggiore pressione antropica e animale; sul suo territorio vivono 8 milioni di persone e 16 milioni di animali, fra cui 650 mila dromedari. La vista di Jaisalmer si presenta come un miraggio di torrioni ocra sulla sommità di un colle che domina la piana. Arrivo a Jaisalmer e sistemazione in hotel.

Pensione completa. Pranzo in hotel a Bikaner, cena e pernottamento in hotel.

 

In mattinata, visiteremo Jaisalmer, una meravigliosa città che si legge attraverso i suoi numerosi monumenti, le incredibili haveli di filigrana, le piazzette, i templi. In questo luogo magico, tutto, dall’architettura delle case e dei templi, ai volti e costumi della gente, riporta indietro nel tempo. La visita si rivela, dunque, altamente suggestiva.

Nel pomeriggio, visita del villaggio di Kuldhara, “villaggio fantasma” da più di un secolo, precedentemente la dimora di un gruppo di bramini. Successivamente, visita a Badabagh, il cenotafio della famiglia reale.

Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in hotel.

 

La mattinata sarà dedicata al Festival di Holi, famoso in tutto il mondo.

Una delle più antiche celebrazioni hindu della stagione primaverile, conosciuta anche come la “festa dei colori”, della gioia, del divertimento.

I festeggiamenti prevedono canti, balli e lancio di polvere colorata per le vie delle città e dei villaggi. Le persone con i volti dipinti si trasformano in veri e propri arcobaleni e si buttano reciprocamente addosso secchi di vernice o polvere colorata.

Nel pomeriggio, partenza per Jodhpur, la “città azzurra”, che si frastaglia intorno alle pendici irregolari della sua rocca. L’azzurro, il colore degli dei, un tempo distingueva le case dei brahmini, la casta sacerdotale egemone nella società indiana.

Pensione completa e pernottamento in hotel.

 

Dopo colazione, visita del Forte Mehrengarh, oggi sede di un interessante museo. Arroccato su un declivio roccioso, si staglia imponente e maestoso con le sue mura, le torri cilindriche e le sette porte fortificate. L'ultima di esse, la Laha Pol (porta di ferro), riporta le impronte delle Rani della città sacrificatesi sulla pira dei loro sposi nella cerimonia del sati. Si visiterà inoltre il mausoleo di Jaswant Thanda ed i cenotafi della famiglia reale (il miglior luogo da dove fare foto al Forte ed alle case azzurre).

Al termine della visita, partenza per Udaipur.  Lungo il percorso verrà effettuata la visita al superbo Tempio di Ranakpur, dedicato ad Adinath, il primo dei Tirthankaras jain (il tempio apre alle ore 11,30). L'aspetto disadorno dell'esterno non prepara all'incredibile esplosione di complessità architettonica e artistica degli interni. Entrando, gradualmente la vastità della struttura, gli equilibri architettonici e la simmetria avvolgeranno completamente il visitatore. La visita, che si effettua rigorosamente a piedi nudi, consente di ammirare i ricchi ornamenti, la delicatezza e l'accuratezza delle sculture, le proporzioni gigantesche delle 1444 colonne, ognuna decorata con motivi unici.

Arrivo ad Udaipur, la “città dell’aurora” sospesa nel mito e nella storia, fantastica e leggendaria, romantica e raffinata.

Pensione completa e pernottamento in hotel.

 

Fondata nel 1568 dal maharana Udai Singh, la città di Udaipur compete con le più famose creazioni dei Moghul per l’eccentricità, la squisita eleganza e la superba creatività. Appena si valica il Tripolia Pol, una delle porte d'accesso al Palazzo di Città, si ha l'impressione di entrare nel mondo incantato delle fiabe d’Oriente. Esso immette nella corte d’onore del City Palace, un tempo fastosa dimora dei sovrani del Mewar e oggi museo. Arroccato su una collina affacciata sul Lago Pichola, il complesso edificio si presenta come un miscuglio di severa architettura militare rajput all'esterno e di sontuosa arte decorativa all'interno.

Pensione completa e pernottamento in hotel.

 

Si parte presto alla volta di Jaipur. Lungo il percorso visiteremo Pushkar, tranquilla cittadina con l'unico tempio dell’India dedicato a Brahma e 52 ghats che si affacciano sul pittoresco lago sacro. Una volta all’anno fra ottobre e novembre si trasforma in un importante luogo di pellegrinaggio.  Nel tardo pomeriggio arriveremo a Jaipur, conosciuta come la 'città rosa' per il colore dei suoi edifici nella zona vecchia. Insieme a Delhi ed Agra fa parte del cosiddetto "Triangolo d'Oro" dell’India ed è stata la prima città costruita secondo un assetto urbano definito dal famoso re-astronomo Sawai Jai Singh.

Pensione completa. Pranzo in ristorante a Pushkar, cena e pernottamento in hotel.

 

Al mattino ci recheremo alla famosa Fortezza di Amber che dista 11 chilometri da Jaipur e dall’alto di una collina si riflette nel lago Maota. Noi vi accede in jeep (scegliamo questo mezzo di trasporto invece degli elefanti, sia perché in questo caso non è necessario fare la coda e anche perché non siamo d’accordo sullo sfruttamento degli elefanti). Il panorama sulla vallata è splendido ma ancor più stupefacente è lo spettacolo delle architetture moghul e delle decorazioni che culminano nei mosaici formati da specchi e stucchi del “Palazzo del piacere”. Al pomeriggio le visite di Jaipur proseguono con l’osservatorio astronomico, Jantar Mantar, fatto costruire dal Maharaja Jai Singh nel XVIII secolo, il famoso Palazzo dei Venti ed il Palazzo di Città che custodisce preziose collezioni di costumi, miniature, tappeti e armi moghul.

Pensione completa e pernottamento in hotel.

 

Trasferimento ad Agra. Lungo il percorso faremo tappa a Fatehpur Sikri, la nuova capitale voluta da Akbar e dopo pochi anni abbandonata per ragioni non totalmente chiarite. Quasi perfettamente conservata, questa città fantasma progettata secondo schemi persiani e hindu, restituisce la visione dello stile di vita moghul all’apice del potere.

Al nostro arrivo ad Agra, visiteremo il Taj Mahal, il monumento alla più grande storia d’amore mai raccontata. Alla morte della sua amata moglie, il sultano Shahjehan le costruì nel 1631 questo meraviglioso memoriale al quale lavorarono circa 20.000 uomini per 17 anni. Si tratta di una meravigliosa costruzione in marmo bianco e pietre preziose che non ha eguali al mondo e che è sicuramente il monumento più famoso dell’India.

Pensione completa, cena e pernottamento in hotel.

 

Dopo colazione, visiteremo il Forte di Agra, dietro i cui bastioni si celano i palazzi che raccontano la storia dell’Impero Moghul. La parte più impressionante del Forte è il Dewan-e.aam, dove l’imperatore sedeva sul trono per dispensare favori e pareri ai suoi sudditi e il Dewan-e-Khas, dove riceveva i dignitari provenienti dai paesi stranieri.

Pranzo ad Agra. Dopo il pranzo, partenza per Delhi e trasferimento in hotel.

Cena e pernottamento in hotel.

 

Delhi, la capitale indiana adagiata sulle rive del fiume Yamuna, è diventata una delle cinque città più popolose al mondo ed è oggi la grande città più cosmopolita e con la crescita più rapida di tutto il Paese. I suoi abitanti usufruiscono di una delle migliori reti di metropolitana al mondo, alla quale saranno aggiunte altre 50 stazioni nei prossimi 15 mesi. Non c'è da sorprendersi dunque se l'intera città è un cantiere ma, nonostante l'incredibile velocità del cambiamento in atto, Delhi continua a vantare un patrimonio verde e una ricchezza artistica tra i più consistenti al mondo, rispetto alle altre metropoli del pianeta. Visiteremo i monumenti più significativi iniziando dalla Old Delhi. Con le sue strade tortuose, le mille botteghe, le professioni improbabili, è uno spaccato fedele delle tante realtà del Paese. Visita alla maestosa Jama Masjid, la più grande moschea indiana e uno dei più grandi capolavori architettonici della nazione. Fu l’opera conclusiva di Shan Jahan del 1656, e vi si accede attraverso un’imponente scalinata dalla quale si domina l’intera città vecchia. Proseguiremo per la New Delhi e attraversando la zona del Parlamento e dei Palazzi ministeriali arriveremo alla Porta dell’India. Visiteremo il complesso archeologico del Qutub Minar, con il magnifico minareto del XII secolo, eccellente esempio di architettura afgana.

Pranzo in ristorante con specialità tipiche della cucina indiana, cena all’hotel Le Meridien con camere a disposizione per rinfrescarsi prima del trasferimento in aeroporto.

 

Volo per Milano. Pasti e pernottamento a bordo. L’arrivo a Milano è previsto in tarda mattinata.

 


 

 

 

 

  1. Jaipur Palazzo dei venti    2.  Forte di Mehrangarh  3.  Agra Taj Mahal

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

 Durante i festeggiamenti di Holi (6° giorno) è raccomandabile avvolgere le apparecchiature fotografiche in sacchetti di plastica per metterle al riparo da improvvisi ed imprevedibili lanci di acqua colorata. Il viaggio si svolge su strade asfaltate ma con fondo stradale spesso danneggiato pertanto i tempi di percorrenza riportati nel programma sono indicativi. Le videocamere e le macchine fotografiche, pagano "tassa d'ingresso" ai monumenti. APPARECCHIATURE SATELLITARI E - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

  • Il tour è completo e non tocca solo il Rajasthan ma anche Agra con il Taj Mahal e Delhi
  • A Jaisalmer si prende parte alle celebrazioni del Festival di Holi

ESPERTI

  

GIULIA RENATA MARIA BELLENTANI

  • Dal 5  marzo  2020 al 18  marzo  2020

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12