Logo Kel 12 Cultura del viaggio

LE PORTE DEL REGNO NEL DESERTO

ARABIA SAUDITA

icona orologio 9 GIORNI
minimo 8 massimo 16 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2020

  • Dal   29  febbraio    al   8  marzo  

"Non tutti gli uomini sognano allo stesso modo, coloro che sognano di notte nei ripostigli polverosi della loro mente, scoprono al risveglio la vanità di quelle immagini, ma quelli che sognano di giorno sono uomini pericolosi perché può darsi che recitano i loro sogni ad occhi aperti per attuarli…” In questa citazione dal suo capolavoro “Sette pilastri della saggezza” è rappresentata la filosofia di vita di uno dei personaggi - continua -

A PARTIRE DA: 4.850 €


ITINERARIO

Partenza da Milano Malpensa per l’Arabia Saudita con volo di linea diretto. Cena a bordo e arrivo in tarda serata a Riyadh. Accoglienza da parte del corrispondente locale dopo il disbrigo delle pratiche doganali. Trasferimento privato in hotel e pernottamento.

 

Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla visita di Riyadh.

Capitale dal 1932, è oggi una città moderna e funzionale, costellata da palazzi avveniristici e mirabolanti grattacieli, e conta più di 6 milioni di abitanti. Si trova a circa 600 metri di altezza, sull’altopiano del Najd, circondata da deserti roventi. Sono presenti più di 4.300 moschee, e per chi non è musulmano la pratica della propria religione deve avvenire in luoghi privati. Iniziamo con la vecchia città di Diriyyah, che si trova a circa 20 km dal centro. È uno dei siti archeologici più importanti, da cui deriva la dinastia saudita. Dal 2010 è patrimonio dell’umanità Unesco.

Rientrando in città, visitiamo il forte Musmak, costruito durante il regno di Abdullah bin Rashid nel 1895. Ci inoltriamo poi nel Dira Souq, famoso per la sua varietà di vecchi oggetti in rame e ottone, tra cui pugnali d'argento, gioielli e abiti beduini. Entrando dall'accesso principale, si sente sempre il profumo del legno di sandalo. Infine il Museo Nazionale, inaugurato nel 1999 per celebrare il centenario dell'unificazione saudita. Le sale espositive contengono testimonianze e reperti dall’età della pietra all’Arabia moderna.

Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

 

 

Prima colazione e trasferimento di prima mattina in aeroporto. Partenza con volo domestico per Al Jouf, nella zona nord-occidentale del Paese. All’arrivo, visita di Dumat al-Jundal. È un'antica città che significa "Duma della Pietra", questo era infatti il territorio di Duma, uno dei dodici figli di Ismaele. Visita della Moschea Omar, costruita tra il 634 e il 644 d.C.

Ci spostiamo poi per visitare la fortezza di Zaa'bal e infine Al-Rajajil, un gruppo di colonne in pietra che risalgono al periodo calcolitico.

Sistemazione in hotel, cena in ristorante e pernottamento.

 

Dopo la prima colazione, partenza per Tabuk, importante centro commerciale non distante dal confine con la Giordania. Il geografo greco Tolomeo, in alcune sue opere, fa cenno ad una località chiamata "Tabawa", situata nella parte nord occidentale della Penisola Arabica, che sembra coincidere con la Tabuk odierna. Visitiamo l’omonimo castello, risalente al 1559, che ospita oggi un museo. Interessanti sono alcuni manufatti del periodo ottomano. Al piano terra è presente una moschea, mentre all’esterno ci sono alcune cisterne che un tempo immagazzinavano l’acqua di una fonte da cui si dice abbia bevuto anche Maometto. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Colazione e partenza per Al Ula attraverso la meravigliosa e selvaggia Hisma Valley. Il paesaggio assomiglia molto a quello del vicino Wadi Rum, con dune di sabbia e imponenti formazioni rocciose. La giornata è interamente dedicata alla sua traversata, ricercando gli angoli più belli ed emozionanti, attraverso vallate, faraglioni di roccia e qualche insediamento beduino, con i quali, con un po' di fortuna, potremo condividere del chai o del caffè aromatizzato al cardamomo. Pranzo a pic lungo la via. Al termine della traversata, sistemazione in campo tendato fisso nei pressi di Al Ula. Cena e pernottamento.

Questa giornata sarà interamente dedicata alla visita del sito archeologico di Mada'in Saleh, un luogo di profonda bellezza e carico di suggestioni per il connubio estremo tra la natura e l’opera dell’uomo. Primo sito patrimonio Unesco dell’Arabia Saudita, nel 2008, anche conosciuto con il nome di Al Hijr, era nota ai tempi degli antichi greci, grazie alla testimonianza di Strabone, come Hegra. Sembra che i primi insediamenti risalgono attorno all’ VIII secolo a.C., ma è sotto il regno dei Nabatei che la città si espanse e, tra il 100 a.C. e il 75 d.C., furono realizzate tutte le principali opere che caratterizzano il sito. I Nabatei regnavano da Damasco a Gaza fino alle frontiere con lo Yemen, per conoscere poi un inesorabile declino con l’arrivo dei Romani, che conquistarono l’area corrispondente oggi alla Giordania per prendere il controllo delle principali rotte commerciali che in quest’area confluivano, dalla via della Seta a quella dell’Incenso, proveniente proprio dalla penisola Arabica. Ormai è accertato da alcuni ritrovamenti che fin qui si spinsero le truppe le truppe dell’imperatore Traiano, e che l’area probabilmente fece parte della provincia dell’Arabia Petrea, con capitale Petra.

I grandi sepolcri, con architetture ben squadrate ricavate dalle pareti della
montagna, conferiscono all'intero paesaggio un aspetto surreale. La più imponente delle tombe è la Qasr Farid, contraddistinta da una massiccia facciata monumentale. Da visitare anche il Diwan, sala del parlamento nabateo, costituita da un'immensa stanza ricavata nel cuore della roccia, cui si accede da uno stretto cunicolo.

Tempo permettendo, visita al museo di Mada'in Saleh, che raccoglie numerose iscrizioni di età preislamica. Visita anche alla Hijaz Railway station, la stazione della linea ferroviaria distrutta da Lawrence d’Arabia. Cena e pernottamento.

 

Sveglia molto presto per il trasferimento all’aeroporto di Medina. Volo interno per Jeddah e, dopo pranzo, pomeriggio dedicato alla visita della città. Situata nel Mar Rosso, la città era originariamente un villaggio di pescatori. Nel 647 d.C. il califfo musulmano ‘Uthman B. ‘Affan la trasformò in un porto per i pellegrini musulmani che vi transitavano durante il viaggio che li portava alla Mecca. Ancora oggi Jeddah è un crocevia per milioni di pellegrini che arrivano in aereo o via mare. Visita dello storico quartiere di Al Balad, il centro storico della città iscritto tra i patrimoni dell’umanità Unesco. In quetso luogo sorgono più di quattrocento palazzi storici, i più antichi dei quali risalgono a cinquecento anni fa. Visita di palazzo Nassif, un esempio straordinario di architettura Saudita, dimora privata di una delle più antiche famiglie di mercanti della città. Poi ci recheremo nel Suq, con le sue botteghe artigianali. Cena e pernottamento in hotel.

Prima colazione in hotel. Visiteremo di prima mattina il tradizionale mercato del pesce, con le barche dei pescatori appena arrivate, e la corniche. Ci sposteremo poi al museo Abdul Rauf Khalil, che ospita una ricca collezione di oggetti, testimoni della cultura millenaria del paese. Trasferimento al porto e imbarco a bordo di uno yacht, con il quale andremo alla scoperta delle isole circostanti o della zona costiera, con possibilità di effettuare dei bagni. Pranzo a bordo o prima dell’imbarco, a seconda del tempo utilizzato per effettuare le visite. Nel pomeriggio rientro in città, cena in ristorante e pernottamento in hotel.


 

Dopo la prima colazione trasferimento privato in aeroporto per il volo internazionale di linea diretto per l’Italia. Arrivo a Milano nel primo pomeriggio.


 

 

1. La moderna Riyadh

3. Il quartiere Al Balad

2. I palazzi di Jeddah

4. I paesaggi del nord - ovest

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

IMPORTANTE – LEGGERE CON ATTENZIONE Il viaggio è dedicato a viaggiatori esperti e consapevoli del contesto culturale in cui ci si trova. È pertanto richiesto un certo spirito di adattamento per quanto riguarda i servizi usufruiti e che potrebbero non corrispondere a quelli di standard occidentale o essere soggetti a modifiche non dipendenti dalla nostra volontà. È bene tenere in considerazione che, siccome il mercato turistico non è sufficientemente sviluppato e spesso non è in - CONTINUA -

PERCHÈ CON KEL 12

- IL VIAGGIO E' UNA NOVITA' ASSOLUTA IN UN PAESE CHE RAPPRESENTA UNA DELLE ULTIME FRONTIERE DA SCOPRIRE
 
- DUE NOTTI IN CAMPO TENDATO AD AL ULA, LA LEGGENDARIA PETRA PERDUTA NEL DESERTO
 
- HOTEL 5* A RIYADH E A JEDDAH E POSTO FINESTRINO GARANTITO DURANTE LE ESCURSIONI E I TRASFERIMENTI IN 4X4

ESPERTI

  

MARCO PATRIOLI

  • Dal 29  febbraio  2020 al 8  marzo  2020

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

 

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12