Logo Kel 12 Cultura del viaggio
  • LUNGO IL CORSO DEL GRANDE RENO

    GERMANIA

  • LUNGO IL CORSO DEL GRANDE RENO

    GERMANIA

    icona orologio 11 GIORNI
    minimo 8 massimo 14 partecipanti
    icona valigia PARTENZE:

      2021

    • Dal   28  aprile    al   8  maggio  
    • Dal   20  giugno    al   30  giugno  
    • Dal   7  agosto    al   17  agosto  
    • Dal   14  ottobre    al   24  ottobre  

    VIAGGIO DISPONIBILE ANCHE IN INDIVIDUALE

    Il Reno è uno dei fiumi più lunghi dell'Europa, Nasce nelle Alpi svizzere, per un breve tratto scorre lungo il confine tra Svizzera, Liechtenstein e Austria, poi attraversa il lago di Costanza e tocca la Francia per attraversare nella sua ultima parte i Paesi Bassi, sfociando infine nel Mare del Nord. Ma per la maggior parte del suo corso attraversa la Germania. Ed è qui che offre il meglio di sé, questo tratto del fiume è oggi una delle parti - continua -

    A PARTIRE DA: 2.980 €


    ITINERARIO

    Arrivo a Friburgo e trasferimento indipendente in hotel. Nel tardo pomeriggio incontro con il nostro Esperto, aperitivo di benvenuto e quindi cena tradizionale tedesca in ristorante. Pernottamento in hotel.

    Visita della città di Friburgo che, situata nel cuore delle Foresta Nera, offre una combinazione perfetta tra natura e cultura, tra tradizione e modernità. Si tratta di una vivace città universitaria, conosciuta per il suo clima temperato e per il suo centro storico ricostruito dopo la seconda guerra mondiale, con le sue stradine acciottolate fiancheggiate da edifici in stile gotico, rinascimentale e barocco, riccamente decorati, e attraversato da pittoreschi canali (bächle) dove l’acqua scorre all’aperto.  Con una vistosa guglia di 116 m, la Cattedrale di Friburgo, uno dei pochi edifici sopravvissuti ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale, costruita tra il XIII e il XIV secolo in stile gotico, domina la piazza centrale di Münsterplatz, dove si affacciano numerosi altri edifici colorati. La piazza ospita anche un mercato agricolo con bancarelle che vendono una grande varietà di prodotti. Ricca di parchi e immersa nella natura, per la sua devozione alle tecniche solari ed ambientali la città è diventata la ‘Green City’, il modello di città sostenibile. Una passeggiata nel centro storico, nei giardini e nei quartieri verdi permetterà di godere dell’atmosfera speciale di questa città. Nel pomeriggio escursione a Breisach am Rhein, graziosa cittadina ad una ventina di chilometri da Friburgo, che si affaccia sul fiume Reno, ai confini con la Francia. Al termine rientro in hotel. Pranzo e cena liberi.

     

    Giornata dedicata alla scoperta della magnifica Foresta Nera, che si estende da nord a sud per circa 150 km e da est a ovest per circa 50 km, tra le rive orientali del Reno e le pendici delle Alpi svizzere, e deve il suo nome alla fitta foresta di abeti che cresce a quote elevate. La montagna più alta è il Feldberg (1493 m), ma tutta la zona è ricca di colline, boschi, pascoli, vallate, piccoli laghi, cascate, romantici villaggi e cittadine incantate. Tra gli altri si visiterà Triberg, dove ci sono le cascate più alte della Germania (160 m) e il più grande orologio a cucù del mondo, Gutach con il museo all'aperto delle case tipiche della Foresta Nera con il tetto di paglia.  Si percorreranno alcuni tratti della Strada del Vino del Baden, una delle più famose strade d'Europa, che corre per circa 160 Km tra colline coperte di rigogliosi vigneti; la strada attraversa diversi villaggi, passando accanto alle fattorie ben tenute della Selva Nera, in prossimità delle prime pendici occidentali della foresta. Questi luoghi sono un vero paradiso per gli appassionati di vino. Pranzo tradizionale con degustazione di vini in corso di escursione. Nel tardo pomeriggio partenza per Strasburgo, in Francia, capitale della regione un tempo contesa dell’Alsazia e città renana per eccellenza. Cena libera.

     

    La giornata è dedicata a Strasburgo e all’Alsazia. Si inizia con la visita della città, capitale della regione e sede ufficiale del Parlamento Europeo. La sua posizione sul confine tedesco ha reso questa città soggetta alla duplice influenza francese e tedesca, evidente nella cultura e nell'architettura. Un po’ Francia e un po’ Germania, Strasburgo è da sempre un crocevia della storia europea. Quasi per 1000 anni territorio dell’Impero Germanico, nel 1681 Luigi XIV la occupò e la fece fortificare. Ripassata ai tedeschi alla fine della Guerra Franco-Prussiana del 1870, Strasburgo fu nuovamente annessa alla Francia nel 1919 e tornò di nuovo tedesca durante gli anni della Seconda Guerra mondiale, dal 1940 al 1945. Da allora non è solo una città francese ma anche il simbolo di un’Europa che si è combattuta per secoli e che oggi ha trovato la sua stabilità. Oggi la duplice influenza francese e tedesca che l’ha dilaniata per secoli rende Strasburgo una città affascinante e cosmopolita, dove nell’architettura, nell’organizzazione sociale, nell’arte e nella gastronomia convive il meglio delle due nazionalità. La visita di Strasburgo non può che partire dalla Cattedrale, una delle più alte espressioni del gotico in Europa, la cui costruzione, iniziata nel XI secolo sui resti di un antico tempio, continuò per circa 8 secoli fino al completamento della torre avvenuto nel 1878. Dai 142 metri di altezza della guglia si gode uno spettacolo straordinario sulla Grande-Ile e su tutta Strasburgo. Il portale della facciata è considerato la più grande Bibbia del Medioevo per la straordinaria forza narrativa e simbolica. La Piazza su cui si affaccia la è il crocevia del centro storico di Strasburgo su cui si affacciano alcuni degli edifici più importanti della città, tra i quali la Maison Kammerzell, la più bella casa di Strasburgo che il ricco commerciante di formaggi Bronn si fece costruire su alcune botteghe in pietra. Merita sicuramente una visita anche la Petite-France, la parte più intatta del centro storico, per molti secoli il quartiere dove vivevano mugnai, conciatori e pescatori, e dove le case sono rimaste quelle del 1500, con i tetti spioventi, i balconcini con i gerani, le finestre a filo d’acqua. Al termine si rientra in Germania, attraversando gli incantevoli paesaggi rurali dell’Alsazia e visitando la graziosa cittadina di Gambsheim lungo il percorso. Arrivo nella città termale di Baden Baden, ai margini della Foresta Nera. Pranzo e cena liberi.

     

     

    In mattinata visita di Baden Baden che nella seconda metà dell'800 fu una delle mete preferite dei ricchi e potenti del Vecchio Continente, ma frequentata anche da intellettuali come Tolstoj, Nietzsche e Wagner. Le sue acque termali, già conosciute e sfruttate dai Romani che chiamavano la città "Aquae Aurelie", e soprattutto il casinò, rappresentano ancora oggi le mete di un turismo stimolato anche dalla ricca offerta culturale della città. Baden-Baden è una città molto elegante, piena di parchi e giardini che invitano a piacevoli passeggiate, con splendide ville palatine e architetture tipiche del periodo Belle Epoque, con un’atmosfera sofisticata e rilassante allo stesso tempo, con la memoria di un passato straordinario che si respira nelle sue strade e nei suoi locali curati.

    Nel pomeriggio si prosegue per Karlsruhe, a una quarantina di chilometri, una delle città più giovani del Paese. Il margravio Carlo Guglielmo di Baden fece disegnare ex novo questa città, partendo dalla costruzione di un nuovo castello in stile barocco, chiamato appunto Karlsruhe, cioè "riposo di Carlo". Iniziato nel 1715 e terminato solo nel 1806 il castello divenne la residenza ufficiale dei reggenti del Baden. La struttura odierna della città ricalca ancora la forma originaria, con il castello al centro di un maestoso semicerchio dal quale partono, come i raggi del sole, 32 vie della città. Per questo la città ha anche il soprannome "Fächerstadt", cioè "città del ventaglio". La Marktplatz (piazza del mercato), la piazza più importante di Karlsruhe, è posta lungo l'asse del castello. Oltre alla piramide che ricorda il fondatore della città Carlo III Guglielmo ci sono altri edifici in stile neoclassico, costruiti all'inizio dell'800, come il municipio e la chiesa "Stadtkirche". Al termine proseguimento per l’antica città universitaria di Heidelberg. Pranzo e cena liberi.

     

    In mattinata visita della città di Heidelberg, una delle mete turistiche più amate della Germania. Per secoli è stato uno dei più ricchi e importanti centri di potere in Germania. Durante il '600 la città e il suo castello sono stati quasi completamente distrutti prima dalla guerra dei Trent'Anni (1618-48) e poi dalle occupazioni francesi durante la guerra dei Nove Anni (1688-1697) che ridussero la città a poco più di alcuni resti in cenere. L'aspetto odierno della città risale alle ricostruzioni, per lo più in stile barocco, del '700. Grazie ai pochi danni subiti a causa dei bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, il centro di Heidelberg è molto ricco di palazzi storici. Una passeggiata per il centro storico e poi, dopo aver attraversato il Neckar sul vecchio ponte pedonale, per la stradina panoramica "Philosophenweg" (sentiero dei filosofi), permette di vedere la città nei suoi aspetti più spettacolari e romantici. La chiesa gotica di Heiliggeistkirche domina la Marktplatz, una piazza circondata da caffè che si trova nell’Altstadt (città vecchia). Le rovine in arenaria rossa del castello di Heidelberg, un famoso esempio di architettura rinascimentale, si trovano sulla collina di Königstuhl. La città è famosa soprattutto per la sua vecchia università, fondata nel XIV secolo, con una lunga lista di nomi famosi tra studenti e professori. L'università ha sempre avuto un ruolo molto importante sia per il prestigio che ha conferito alla città sia per la sua importanza economica. Studiare a Heidelberg è sempre stato, e lo è ancora oggi, un sogno di molti studenti, non solo di quelli tedeschi, anche perché l'università è internazionalmente riconosciuta come una delle migliori della Germania.

    Nel pomeriggio si parte alla volta di Magonza, con brevi soste lungo il percorso nelle eleganti città di Worms e Alzey. Arrivo a Magonza. Pranzo e cena liberi.

     

    Il viaggio prosegue in battello, in direzione della bella Coblenza, attraverso la celeberrima Valle del Reno, con i suoi magnifici castelli e i suoi splendidi panorami, dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco: uno dei percorsi più affascinanti della Germania. Il Reno è uno dei fiumi più lunghi d’Europa (1.326 km), e fin dai tempi dell'impero romano è sempre stato un fiume in gran parte navigabile, importante per il trasporto delle merci tra il Mare del Nord e i paesi delle Alpi. La frantumazione politica della Germania nel medioevo ha fatto sì che nel tratto di circa 65 km tra Rüdesheim e Coblenza (dove la Mosella confluisce nel Reno) fossero costruite numerose fortezze spesso in guerra tra loro per il controllo del fiume. Circa 30 di queste fortezze si possono ancora visitare. Questo tratto del Reno è oggi una delle parti più suggestive della Germania e, grazie al clima favorevole, è una delle zone vinicole più importanti del paese, con coltivazioni soprattutto sui pendii delle montagne alle spalle del fiume. Ci sarà una degustazione di vini locali durante il pranzo tradizionale. Nel pomeriggio visita del leggendario promontorio di Lorelei, una roccia a strapiombo che costringe il Reno a compiere una brusca deviazione nel suo corso verso il nord. La fama della Lorelei si deve soprattutto alle leggende fiorite sulla sirena che faceva affondare i naviganti, riprese da grandi poeti e divenute patrimonio culturale dei tedeschi. Arrivo nel tardo pomeriggio a Coblenza, alla confluenza tra Reno e Mosella, una delle città più antiche della Germania. Passeggiata in città. Cena libera.

    L’intera giornata di oggi è in battello. Il pulmino ci raggiungerà direttamente al porto di Coblenza.

     

    Partenza da Coblenza. Si percorre la valle della Mosella: il tratto tedesco del fiume, che nasce in Francia e attraversa il Lussemburgo, scorre per 195 km da Treviri a Coblenza, un corso lento e tortuoso, rivelando scenari sempre nuovi dietro ogni ansa, in un susseguirsi di paesaggi inaspettati, con antichi castelli arroccati, eleganti borghi adagiati lungo le sponde del fiume, pittoreschi paesini e distese di ricchi vigneti che producono un ottimo vino bianco molto apprezzato. Visiteremo Cochem, una bella città dominata da un castello dell’XI secolo, restaurato nel XIX secolo in stile neo-gotico, e rinomata per l’ottimo vino delle sue cantine. Di fronte a Cochem, sull’altra sponda della Mosella ci sono Cond e Sehl, due antichi villaggi di pescatori. Poi la pittoresca cittadina di Treis-Karden, un'altra delle numerose comunità gemellate nella Valle del Reno, famosa per il suo ponte sulla Mosella, con una bella chiesa tardo gotica; ed ancora Burgen, delizioso villaggio tra fiume e vigneti; ed infine Ulmen, un piccolo gioiellino dove trascorreremo la notte. Pranzo tradizionale nella Valle e cena in ristorante a Ulmen.

    Alcuni tratti del percorso saranno percorsi in battello.

     

    Da Ulmen ci trasferiamo a Bonn, la vecchia capitale della Germania Ovest, attraversando il massiccio montuoso dell’Eifel, il parco nazionale più grande e più giovane della zona ovest del Paese, tra foreste di faggi, grandi querce, torrenti e laghi, e con interessanti specie di piante e animali. Visita della cittadina medioevale di Nurburg, sede di un antico castello posto su una collina nella catena montuosa dell’ Eifel e del celeberrimo circuito automobilistico del Nurburgring. Si arriva a Bonn nel pomeriggio per la visita della città. Bonn può offrire molto e proprio a partire dal 1990, cioè da quando non è più capitale, la città ha cominciato a curare e valorizzare le sue tradizioni e i suoi monumenti: oltre alle numerose (ex-)ambasciate degli altri stati che sono spesso delle ville stupende dal punto di vista architettonico e al quartiere del vecchio parlamento e del governo, molto interessante, la città offre spunti culturali e storici di notevole spessore, a partire dal vecchio municipio, lo splendido castello dei principi elettori, oggi sede della prestigiosa università della città, e la casa natale di Ludwig van Beethoven. Al termine proseguimento per Colonia, la ‘Capitale del Reno’, affacciata sul fiume, centro culturale della regione. Pranzo nell’Eifel, cena libera.

     

    In mattinata visita della città di Colonia. Colonia era già abitata dai romani ("Colonia Agrippiniensium") che hanno lasciato dei monumenti importanti nella città. Oggi è uno dei centri industriali più importanti della Germania occidentale, dopo aver subito gravi danni durante l'ultima guerra. Colonia ha una famosa e antica università fondata nel XIV secolo, oggi una delle università più grandi della Germania. Elementi tradizionali affiancano quelli più moderni rendendo la città incredibilmente suggestiva e affascinante, specialmente nella città vecchia, sulla sponda occidentale del fiume. È proprio in questo quartiere dalle strade acciottolate che sorgono i principali luoghi di interesse della città, tra cui musei ed edifici storici, pub di tendenza e boutique. Andare alla scoperta della città vecchia di Colonia è sicuramente molto piacevole, ma è il quartiere di Agnesviertel che regala un'esperienza indimenticabile. Con i suoi monumenti storici e l'atmosfera bohémien che si respira a ogni angolo, riesce in qualche modo a coniugare la tradizione con le ultime tendenze. La città è dominata dal duomo, imponente esempio di architettura tardo gotica nel centro storico ricostruito, caratterizzato dalle due torri cuspidate, e noto anche per il reliquiario dorato medievale e la vista panoramica sul fiume, che da sola basterebbe già per rendere Colonia una meta turistica di prim'ordine. Nel pomeriggio escursione nel bacino minerario-carbonifero della Ruhr, con visite ad archeologie industriali e alla città di Wuppertal, con la sua storica teleferica simbolo della rivoluzione industriale in Europa. Quella di Wuppertal è la più antica ferrovia sospesa al mondo, costruita nel 1901, e ancora oggi è il mezzo di trasporto metropolitano preferito dagli abitanti della città, permettendo di guardare la città da una prospettiva inusuale.

    Pranzo libero e cena in ristorante lungo il Reno a Colonia.

     

    Trasferimento libero in aeroporto per il volo di rientro in Italia.

     

    APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

    I voli sono lasciati liberi, per permettere ad ognuno di scegliere liberamente orario e aeroporto di partenza/arrivo. Suggeriamo di arrivare a Friburg entro il pomeriggio.L’itinerario prevede trasferimenti in minivan privato, Mercedes sprinter o similare, di grandezza adeguata al numero di partecipanti, tenendo presente il distanziamento e il comfort dei passeggeri. Alcuni spostamenti invece sono previsti in battello (giorni 7 e 8). Alcune visite si effettuano a piedi, ma le passeggiate non - CONTINUA -

    PERCHÈ CON KEL 12

    • Viaggio accompagnato da un Esperto Kel12 residente nel Paese
    • Gruppo composto da minimo 8 e massimo 14 partecipanti
    • Hotel e ristoranti selezionati
    • Una giornata e mezza di navigazione sul fiume Reno
    • Un viaggio molto vario, tra città ricche di storia, romantici borghi, castelli, natura e vigneti

    ESPERTI

      

    GIANLUCA PARDELLI

    • Dal 28  aprile  2021 al 8  maggio  2021
    • Dal 20  giugno  2021 al 30  giugno  2021
    • Dal 14  ottobre  2021 al 24  ottobre  2021
      

    Esperto Kel 12

    • Dal 7  agosto  2021 al 17  agosto  2021

    GALLERY

    Richiedi preventivo








    Data Partenza:
    Richiedo una partenza individuale (Obbligatorio per inserire i campi data liberi)

    Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
    Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
    Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

     

    L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12