Logo Kel 12 Cultura del viaggio
  • SPEDIZIONE AMAZZONIA CASCATA DELL’ELDORADO

    BRASILE

  • SPEDIZIONE AMAZZONIA CASCATA DELL’ELDORADO

    BRASILE

    icona orologio 16 GIORNI
    minimo 10 massimo 14 partecipanti
    icona valigia PARTENZE:
    Sistemazioni
    River Cruises - Vie d'Acqua

    Una spedizione nel cuore dell’Amazzonia brasiliana immersi in un paesaggio quasi completamente vergine. Da Manaus al cuore della foresta, dove è la natura a dettare legge. Un'esperienza da vivere in parte in barca, lungo il Rio Negro, il Rio Aracá, i canali e gli igarapé. E in parte, nella foresta, facendo trekking. Tra insediamenti fluviali, villaggi e gente caboclo, cioè di discendenza mista, indigena ed euroopea. Ma anche tra delfini e uccelli, - continua -

    A PARTIRE DA: 6.750 €


    ITINERARIO

    Partenza dall’Italia con volo di linea per Recife via scalo europeo. Arrivo in Brasile e proseguimento con volo interno per Manaus. Pernottamento a bordo.

     

    Arrivo a Manaus, la capitale dello Stato amazzonico del Brasile. Situata sul Rio Negro, a poca distanza dalla confluenza con il Rio delle Amazzoni, la città svolge la funzione di base di partenza per tutti coloro che vogliano partire alla scoperta dell’Amazzonia.

    Trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere riservate.

    Nel pomeriggio visita del Teatro dell’Opera di Manaus, un gioiello architettonico, divenuto il simbolo della città. Il teatro fu fatto costruire alla fine del XIX secolo dai baroni della gomma per rievocare il lusso e il benessere europeo. Grazie all’estrazione del caucciù, molto richiesto e apprezzato dall’industria europea e americana, in questo periodo Manaus era diventata una delle città più ricche del mondo. Lo stile delledificio è neorinascimentale e per la sua realizzazione furono chiamati architetti e artigiani dallEuropa. Anche molti materiali furono fatti arrivare dallEuropa: le tegole colorate dallAlsazia, i mobili e i tessuti da Parigi, il marmo da Carrara, i lampadari da Murano e lacciaio dallInghilterra. Particolare è il sipario dipinto che rappresenta allegoricamente lincontro delle acque del Rio Negro e del Rio delle Amazzoni, i fiumi di Manaus.

    Pasti liberi. Pernottamento all’Hotel Villa Amazonia o similare.

     

    Prima colazione. Partenza in mattinata da Manaus, trasferimento per Novo Airão con minibus (il viaggio dura circa 3 ore).

    Imbarco, pranzo a bordo del battello e inizio della navigazione.

    Durante la navigazione si approfondiranno alcuni temi legati all’Amazzonia, come la flora, la fauna, i bacini idrografici e le tradizioni regionali. Con una piccola imbarcazione a motore si costeggeranno alcune delle isole e dei laghi della regione, con la possibilità di avvistare i delfini rosa e alcune varietà di uccelli.

    Cena e pernottamento a bordo.

     

    Si prosegue la navigazione lungo il Rio Negro, sulle cui sponde si trova il Samauma, un gigantesco albero dalle radici imponenti conosciuto dai locali come “la regina della foresta”. Nell’arco della giornata sono previsti anche un bagno nel fiume, un’escursione in canoa e la visita al santuario dei pappagalli.

    Pasti e pernottamento a bordo.

     

    Man mano che ci avviciniamo alla cittadina di Barcelos noteremo un paesaggio sempre più vario, con continui snodi e aggiustamenti di rotta per inoltrarci nel più grande arcipelago fluviale del mondo, quello di Mariuà, che conta circa 1400 isole di varie dimensioni.

    L’arcipelago si presenta con una serie infinita di isolotti verdissimi alternati a banchi di sabbia che affiorano dall’acqua, con una biodiversità incredibile che ospita tantissime specie di animali e di piante. Dopo le ultime ore di navigazione fra questo mosaico frammentato di isole, laghi, foreste inondate e spiagge, si arriverà a Barcelos. Qui faremo una veloce visita della città, con del tempo a disposizione per acquistare le ultime cose necessarie. Comincia quindi ora la parte più avventurosa del viaggio.

    Salpiamo nuovamente, questa volta in direzione Rio Aracá. Pensione completa e pernottamento a bordo.

     

    Il Rio Aracà, che seguiamo in direzione nord, è a tutti gli effetti una lunga serpentina di tornanti che tagliano la foresta. La giornata comincia presso la comunità caboclo dei Turandeira, che andremo a visitare dopo la colazione. I caboclo sono i discendenti dei commercianti e dei lavoratori di gomma europei che si stabilirono in Brasile e sposarono le donne indigene, generando una stirpe di sangue misto, non completamente indigena ma nemmeno completamente europea. Nel corso del tempo queste comunità si stabilirono in insediamenti lungo il corso dei fiumi, mantenendo integre le proprie tradizioni. Sarà interessante osservare le usanze locali, come i metodi di arrostimento della farina, la pesca, la caccia, i sistemi di agricoltura e la produzione di artigianato. Al termine della visita si proseguirà la navigazione sul Rio Aracá fino all’Igarapé do Tauatu, dove si arriverà in serata.

    Pensione completa e pernottamento a bordo.

     

    Colazione a bordo, raccolta dell’equipaggiamento necessario al trekking sulla Serra ed escursione in voadeira, la barca tipica dell’Amazzonia, poco più grande di una canoa e dotata di un motore, unico fondamentale mezzo per i popoli che vivono lungo il corso dei fiumi. A bordo di questa piccola imbarcazione attraversiamo un bellissimo Igarapé, un canale poco profondo che scorre fra la vegetazione alta e da cui si scorgono già le montagne della Serra. L’igarapé ci conduce fino all’insediamento caboclo Anisio.

    Dopo una visita al villaggio proseguiamo la navigazione fino ai piedi della Serra, dove ci accampiamo per la notte. Sarà molto suggestivo raccoglierci intorno a un falò a sentire le storie che si narrano sul mito dell’El Dorado, mentre tutto intorno non si ode nient’altro che i suoni della foresta.

    Pensione completa e pernottamento in tenda.

     

    Dopo la colazione si parte per il trekking verso la cima della Serra di Aracá. Si avrà l’opportunità di conoscere le cascate della regione, compresa la tanto acclamata cascata dell’El Dorado, con un getto d’acqua che scende in caduta libera per 353 metri.

    Il percorso odierno prevede una camminata di circa 8 ore su sentiero non sempre segnalato, ma che la nostra guida locale conosce molto bene.

    Si tratta di una giornata lunga, ma con diverse soste ristoratrici per degli snack, per il pranzo e per osservare la natura che ci circonda.

    La prima parte del trekking è piuttosto facile, mentre verso la fine ci sarà da affrontare un dislivello di 200 metri che può presentare qualche difficoltà in più, dovuta alla condizione del percorso, che in alcuni tratti può risultare molto ripido.

    La guida avrà a disposizione anche delle corde, con le quali aiutarsi a salire.

    Una volta raggiunta la sommità della Serra monteremo il nostro nuovo accampamento. Pensione completa e pernottamento in tenda.

     

    Ci risvegliamo in cima alla Serrà di Aracà, per una colazione con vista sulla foresta. Appena pronti si parte per una breve camminata lungo un sentiero che conduce fino al limite orientale della Serra, da dove si apre una vista panoramica eccezionale sulla cascata del Desabamento, alta approssimativamente 200 metri.

    La giornata odierna, seppur comprendendo del trekking, avrà dei ritmi più rilassati: i sentieri sono quasi sempre pianeggianti e si avrà modo di fermarsi sui vari punti panoramici, per concedere spazio alla contemplazione che qui, nel silenzio rotto solo dai rumori della foresta e dei getti d’acqua, è spontanea e inevitabile.

    Rientro al campo base per prendere un nuovo sentiero, che in circa due ore e mezza ci condurrà fino alla protagonista indiscussa della Serra, la cascata dell’Eldorado.

    Sarà possibile vederla sia da un punto panoramico che dalla cima stessa della cascata, a 353 metri di altezza, per una visuale ancora più incredibile.

    Rientro all’accampamento, pensione completa e pernottamento in tenda.

     

    La Serra di Aracà consiste di un sistema naturale ricco di cascate, corsi d’acqua, grotte di quarzite e natura lussureggiante che vanta la presenza di alcune specie botaniche uniche nel loro genere, sviluppatesi in maniera completamente autonoma dal resto dell’Amazzonia, dalla quale resta isolata. I tepui sono elementi naturali talmente unici da stuzzicare da sempre la fantasia dall’uomo, questo non poteva certo essere da meno. L’antica e mitica città di El Dorado alimentò sete di ricchezza e sogni di gloria in generazioni di vecchi e nuovi esploratori, che giunti nel Nuovo Mondo venivano irrimediabilmente attratti dai racconti di una città dove tutto era splendente come i diamanti e raggiante come l’oro, dove qualsiasi sogno sarebbe stato esaudito e la ricchezza eterna garantita. Le fonti dell’epoca riferivano che la città sorgeva sulle sponde di un immenso lago, il Parime, che nel tempo si andò prosciugando fino a scomparire, venendo letteralmente inghiottito dalla foresta e portando con sé i fasti della città leggendaria. Le ipotesi sulle coordinate e la posizione della città sono innumerevoli, e c’è chi le individua proprio qui, nella Serra do Aracà. Sara forse per un caso… ma poco lontano dalla cascata dell’Eldorado spunta, pensate un po’, un lago chiamato Parime. Che sia un omaggio alla leggenda o ironia della sorte poco importa, un bagno nelle sue acque rinfrescanti sarà di certo gradito e più che meritato.

     

    NB. Nel caso di ritardi sulla tabella di marcia, dovuti a condizioni metereologiche avverse o a difficoltà riscontrate durante il trekking, si potrà prevedere la giornata odierna per la visita alle cascate.

     

    Dopo la colazione, inizieremo a percorrere il sentiero verso il primo campo base, ai piedi della Serra. Anche se il percorso sarà il medesimo, non mancheranno soste ristoratrici e occasioni per osservare la varietà della flora e della fauna che vive a questa latitudine.

    Pensione completa e pernottamento in tenda.

     

    Comincia il viaggio di rientro a Novo Airão. Un primo tragitto con imbarcazione a motore, sulla voadeira, ci riporterà all’Igarapé del Tauatu, dove l’imbarcazione principale è rimasta ancorata. Pensione completa e pernottamento a bordo.

     

    Navigazione verso Novo Airão. Durante il tragitto di rientro si avrà la possibilità di effettuare un bagno rinfrescante nel fiume.

    Pensione completa e pernottamento a bordo.

     

    Navighiamo lungo il fiume attraverso l’arcipelago di Anavilhanas, un immenso ecosistema nel quale vivono, tra gli altri, anche il margay, un piccolo felide della famiglia dei leopardi, il giaguaro e l’armadillo gigante. Non possiamo garantirne l’avvistamento, peraltro estremamente difficile, ma è importante ricordare che ci troviamo in un santuario naturale che offre riparo a tantissime specie di animali.

    Più facile invece riuscire a vedere i “Botos cor de rosa”, i delfini dell’Amazzonia, che vivono nei sistemi fluviali del Rio delle Amazzoni, Alto Rio Negro e Orinoco.

    Il colore rosa non è dovuto alla pigmentazione. ma alla presenza di tantissimi capillari responsabili della termoregolazione, e l’intensità varia in base all’età dell’animale: più sono rosa, più si tratta di esemplari adulti.

    In prossimità della città i delfini sono ormai abituati alla presenza e al contatto umano, tanto che è possibile fare il bagno con loro.

    Pranzo a bordo.

    All’arrivo a Novo Airão sbarco e visita della città, che offre qualche possibilità di acquisto di manufatti artigianali in paglia e legno.

    Trasferimento a Manaus via terra, cena libera e pernottamento.

     

    Trasferimento in aeroporto per il volo per Recife (il volo normalmente effettua uno scalo a Belem). Arrivo e proseguimento in serata con il volo di rientro in Italia. Pernottamento a bordo.

     

    Arrivo in Italia via scalo europeo.


    Spedizione Amazzonia: piranha e paesaggi

     

    APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

      L’IMPEGNO PER UN TURISMO SOSTENIBILEPromuoviamo lo sviluppo di una coscienza sostenibile da sempre. Da molto prima che la parola sostenibilità diventasse tendenza. Favorire un turismo che non consuma, sfiora e valorizza ciò che incontra. Visitare i luoghi cercando di lasciare tracce minime del proprio passaggio sono tra i primi punti della nostra “Carta Etica del Viaggio e del Viaggiatore”, documento redatto nel 2006 e consegnato a tutti i viaggiatori prima della partenza, - CONTINUA -

    PERCHÈ CON KEL 12

    • Navigazione a bordo della Jacarè-Açu a uso esclusivo del nostro gruppo

    GALLERY

    Richiedi preventivo









    Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
    Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
    Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.

     

    L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei confronti di Kel 12 Tour Operator. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni di Vendita e le regole di tutela della Privacy proposte da Kel 12